Opinionisti Marco Cestelli

L'ex governo Conte 2 e il ruolo di Renzi e Mattarella

I progetti dell'Ebetin di Rignano

Print Friendly and PDF

Allora, diciamo che da autentico dilettante dell'analisi politica provo a immaginare (dopo aver letto e ascoltato un bel po' di cose) quello che è successo al governo Conte 2, il ruolo di Renzi e Mattarella, i progetti dell'Ebetino (come continuate a considerarlo voi) di Rignano.

La nuova amministrazione americana, appena insediata, ha perso il suo partner storico all’interno della UE, la Gran Bretagna, per la Brexit. I nuovi scenari militari nel Mediterraneo e gli equilibri europei impongono agli USA il tentativo di valorizzare l’Italia per un equilibrio dello strapotere dell’asse franco germanico in Europa. Detto questo non possono affidarsi al nostro paese in fase, così veloce e grave, di decadenza; da qui la necessità di nuovi equilibri in Italia e una futuribilità del paese in termini sociali economici e politici. Su questo gli USA, con Biden, sono allineati con la UE, ovvero con la Germania che DEVE salvare l’Italia poiché il nord è parte integrante della filiera produttiva e del “valore” tedesca. Lo stato di assoluta necessità imponeva riforme profonde del sistema Italia per allinearlo ai sistemi avanzati occidentali, il finanziamento di slancio e crescita del paese dopo 30 anni di governi immobili e discutibili (finanziamenti erogati con l’obbligo di riforme, per l’appunto), la capacità dell’Italia di attrarre ingenti investimenti esteri per le infrastrutture e per l’economia (circa 170 miliardi, l’Italia è considerato il paese in cui ci sarebbero maggiori spazi di investimento secondo molte agenzie specializzate USA) qualora si riformasse il sistema della giustizia civile e dell’amministrazione, e l’investimento interno del risparmio di circa 150 miliardi di maggior risparmio italiano in mano alle famiglie per le mancate spese di questi ultimi 2 anni. Inoltre gli USA pretendono la fine delle ambiguità italiane filo cinesi (Via della Seta), dei corteggiamenti con la Russia, e una riconversione (già in atto) delle Forze Armate Italiane: da qui i massicci acquisti di mezzi Centauro e Iveco per i Marines americani, le commissioni di Fregate FREEM da parte di Egitto e altri paesi, il potenziamento navale italiano con la terza portaerei (in questo momento in USA c’è la Cavour che sta predisponendo l’uso degli F35, unico paese del Mediterraneo a poterli usare) e dell’aeronautica con altri 8 aerei per la guerra elettronica, spia e gestione aerea (l’Italia ne avrà 10, la GB 3 e la Francia 2) tali da coprire per intero e costantemente tutto il bacino del Mediterraneo (ricordiamo che la Russia è sia in Libia che in Siria con propri porti).

Per dare seguito a tutto ciò bisognava cambiare il governo italiano: Conte non dava alcuna garanzia di capacità, i M5S giudicati totalmente inadatti al governo, le elezioni difficili e non auspicabili, Draghi era considerato da sempre il migliore per questo scopo ma si liberò dalla BCE solo nell’ottobre del 2019 e non poteva essere insediato prima poiché il governo Conte 2 era appena nato da 2 mesi.

Ed ecco che si scompagina il governo attraverso Renzi con la regia e complicità del Presidente della Repubblica, perfettamente allineato nel quadro europeo e atlantico: crisi pilotata, trattative, logoramento di Conte (ricordate quando Renzi chiese al PdR un mandato esplorativo per Fico? Accordato dopo 10 minuti), allungamento dei tempi della crisi, i responsabili che non uscivano dal CDX, Conte che si rassegna e dopo 15 minuti dalla remissione dell’incarico da parte di Fico Mattarella annuncia che ha convocato Draghi. Forza Italia era già pronta da tempo, la Lega si converte in 24 ore all’europeismo e filo atlantismo, il PD sembra non capirci più niente, i M5S si dividono e indeboliscono, ed ecco il governo Draghi con una maggioranza stratosferica nei due rami del parlamento.

E Renzi? Perché tutto questo casino per rimetterci posti chiave nel governo, perdita del potere di ricatto, insomma perché relegarsi ai margini della politica? Perché l’Ebetino ha un progetto politico a cui è demandato ed uno personale: prima cosa creare un nuovo assetto politico; PD+M5S+LeU a sinistra si stanno federando, Renzi con Calenda e Bonino, con Forza Italia, ovvero, come rivelato da diversi retroscena, il piano di Renzi sarebbe di ricreare nel Parlamento italiano uno schema simile a quello di Bruxelles con le tre grandi famiglie dei Socialisti, Popolari e Liberali, moderato e riformista. Tale polo creerebbe molti problemi al PD poichè la fascia moderata e centrista non vuol morire tra le braccia dei M5S, ed anche frange della Lega sarebbero attratte da una politica diversa rispetto alle comparsate al Papete.

E per se? Matteo Renzi, come riportato dalle ultime rilevazioni, godrebbe di una fiducia sotto al 12%, che lo rende uno dei politici al più basso livello di gradimento. Proprio conoscendo il sentiment degli italiani nei suoi confronti, il leader di Italia Viva sarebbe disposto a fare da “creatore” in una fase embrionale, per poi ritirarsi in secondo piano. In questo scenario, l’ex rottamatore abbandonerebbe la politica attiva e il Parlamento, dedicandosi alla professione di conferenziere in giro per il mondo, attività svolta anche ora da senatore, o magari riuscendo a ricoprire un incarico internazionale, come il sogno di diventare segretario della NATO nel 2022.

(Ovviamente sono mie ricostruzioni, come saprete ho scritto un romanzo di fantasia, quindi quest'ultima non mi manca).

Redazione
© Riproduzione riservata
20/02/2021 13:17:19

Marco Cestelli

MARCO CESTELLI: Persona molto conosciuta a Sansepolcro, studi economici e commerciali a Milano, manager e imprenditore, scrittore, conferenziere e comunicatore, ha viaggiato in molte parti del mondo, ha sperimentato innovazioni e il valore della cultura. Legatissimo alla sua terra ama l’arte e la storia, la geopolitica e la cultura europea. Sa di non sapere mai abbastanza.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Marco Cestelli

La democrazia sta diventando un sistema sopravvalutato >>>

Il mio rapporto con il Divino e sul ruolo di Santa Romana Chiesa >>>