Notizie Locali Inchieste locali

Sansepolcro: un paese con i suoi problemi e le sue polemiche

Il caso dell'incrocio in via Senese Aretina nei pressi dello Stadio Tevere

Print Friendly and PDF

Spinti dai tanti cittadini che ci hanno scritto, parte da oggi un'inchiesta che andrà ad analizzare alcune criticità del Comune di Sansepolcro. Ci riferiamo in particolare al degrado e ad alcune situazioni di pericolo registrate nella città di Piero. Sansepolcro, da sempre, è una città ricca di storia e di bellezze, sia nel centro storico che nell'immediata periferia. In molti, a Sansepolcro, vogliono fare la morale agli altri, ma poi sono i primi che non rispettano la propria città, "sputando" sentenze molto spesso strumentali. Uno dei problemi che i cittadini hanno segnalato alla nostra redazione, grave nel suo perpetuarsi e pericoloso nelle conseguenze, è quello relativo a traffico e soste selvagge. Lo abbiamo già detto altre volte: Sansepolcro non ha certo bisogno di altri parcheggi; quelli che ci sono bastano, lungo il perimetro esterno delle mura come in periferia. Ciononostante, ci troviamo di fronte al paradosso di avere parcheggi vuoti e strade intasate dal traffico, con vetture in sosta sulle strisce pedonali, sugli incroci e in punti pericolosi. Il caso che vogliamo trattare oggi è quello di via Senese Aretina, nei pressi dello stadio Tevere. Alcuni anni fa – non sappiamo chi sono stati i tecnici che lo hanno progettato – è stato realizzato l'incrocio fra l'asse viario che immette in città per chi proviene da ovest e due traverse: via La Fiora - ovvero quella che collega con lo stadio Tevere e prosegue fino a diventare via del Frantoio - e via Carlo Vico, che immette nel quartiere delle Forche. Ci chiediamo: come è possibile avere un incrocio con queste fattezze, nel quale vediamo auto parcheggiate lungo la strada e con gli automobilisti provenienti da via La Fiora costretti ad avanzare di una decina di metri rispetto allo stop. Qui si evidenziano alcuni grossi problemi e alcune domande:

1) la sicurezza. Numerosi gli incidenti che qui sono avvenuti, non gravi ma frequenti;

2) il parcheggio deserto. Sì, perché in parallelo con il corso di via Senese Aretina, accanto all'incrocio, c'è un regolare parcheggio libero, ma stranamente in pochi lo adoperano. Sforzo da compiere: appena 20 metri, una faticaccia. 

3) bisognerebbe che chi ha progettato l'incrocio, spiegasse a noi e ai nostri cittadini, il perchè é stato previsto cosi arretrato rispetto alla strada principale. 

Si fa alla svelta a dare le colpa alla politica, a sindaci come Casini, Ugolini, Polcri e Frullani, ma in questo caso le colorazioni di schieramento non c'entrano. E allora viene da chiedersi: la colpa è della politica o dei cittadini, che reclamano riforme e cambiamenti ma poi basta spostare una fioriera o invertire il senso di marcia di una strada ed infuriano le polemiche? Le colpe della politica di Sansepolcro semmai sono altre, come giocare a farsi i dispetti tra persone della stessa maggioranza, "aizzando i cani alla salita".

Redazione
© Riproduzione riservata
27/11/2014 15:46:15


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Inchieste locali

Un altro anno in archivio e 4 problemi sempre in attesa di soluzione in Valtiberina >>>

Il bar, fenomeno di costume dei tempi di oggi? Inchiesta tra i cittadini della Valtiberina Toscana e dell'Altotevere Umbro >>>

Monterchi e la stalla della discordia: per i cittadini è abusiva, ma il sindaco invece rassicura: regolarmente accatastata >>>

Il mercato della sigaretta elettronica: stato dell'arte in Italia >>>

Turismo a Sansepolcro: non si campa di solo Piero >>>

Turismo a Sansepolcro: la Via dei Musei, il Percorso di San Francesco e il territorio >>>

Turismo a Sansepolcro: l'aspetto della città >>>

Toscana, ogni abitante spreca 90 chilogrammi di cibo all'anno >>>

Vicenda Banca Etruria: lettera con pallottola a indirizzo di Pier Luigi Boschi, Lorenzo Rosi e Giuseppe Fornasari >>>

Inchiesta E45: anche dalla perizia disposta dalla Procura di Forlì emerge l'impiego di materiali scadenti >>>