Notizie Locali Inchieste locali

Quattro chiacchiere con Gabriele Bigiarini titolare di un agriturismo a Caprese Michelangelo

La famiglia gestisce anche un azienda agricola

Print Friendly and PDF

Sette generazioni di famiglia sullo stesso luogo e a esercitare la stessa attività; l’azienda agricola è accompagnata da un elegante agriturismo con tanto di ristorante e con la peculiarità dell’allevamento dei maiali di cinta senese, dai quali si ottengono insaccati davvero prelibati. La famiglia in questione si chiama Bigiarini, è proprietaria della struttura che si trova a San Polo di Caprese Michelangelo e Gabriele è l’amministratore dell’azienda. L’agriturismo sta rialzando la testa dopo la parentesi dell’emergenza Covid-19 e Gabriele Bigiarini si mostra fiducioso.  

Bigiarini, quanto è stato difficile per voi il periodo del Covid-19?

“Basterebbe solo ricordare che il nostro agriturismo è stato chiuso il 9 marzo per riaprire nel fine settimana successivo al 18 maggio. La ripresa c’è, ma in forma molto graduale e comunque tuttora risentiamo di questa situazione; si muove il ristorante, anche se i gruppi numerosi per eventi o feste quali compleanni e cerimonie particolari sono tutti saltati. Il massimo sul quale abbiamo potuto contare sono stati gruppi di 20-25 persone”.

Le nuove disposizioni hanno inciso solo a livello di capienza ricettiva?

“E’ ovvio che anche noi possiamo ospitare meno clienti nelle nostre sale al coperto, ma per fortuna ora che è arrivata la bella stagione (così speriamo) possiamo aprire la terrazza e quindi riguadagnare qualcosa. Poi c’è l’aspetto delle camere e delle vacanze: purtroppo, abbiamo perso maggio e larga parte di giugno; abbiamo riaperto solo lo scorso fine settimana e meno male che la gente comincia a venire. Per ciò che riguarda invece l’azienda agricola, è un’attività che non si è fermata”.

Crede che vi saranno modifiche anche nella tipologia e soprattutto nella provenienza dei turisti?

“Senza dubbio, si è sensibilmente ridotto il turismo straniero e c’è anche una precisa spiegazione: per loro abitudine, gli stranieri programmano la vacanza, ma è chiaro che con l’attuale clima di incertezza che regna hanno preferito disdire per rimanere a casa. Abbiamo quindi recuperato un po’ con gli italiani, cercando di limitare il più possibile i danni”.

Luoghi all’insegna dell’amenità come appunto Caprese Michelangelo possono essere i favoriti in questo frangente? C’è insomma una carta buona da poter giocare?

“Sotto certi aspetti, è una carta che già ora riusciamo effettivamente in qualche modo a giocare, dal momento che stiamo rimpiazzando l’assenza di stranieri con turisti italiani, in genere famiglie, che effettuano la richiesta diretta, il che mi pensare che i nostri ospiti abbiano eseguito una ricerca scientifica sia dei posti in un cui andare, sia delle strutture in cui dormire, potendo contare su appartamenti indipendenti che garantiscono il distanziamento. Questo è un valore aggiunto, per quanto - sia chiaro – si tratti di un totale pur sempre inferiore rispetto a quello degli anni passati”.

Preoccupato per quello che potrà accadere in futuro?

“Voglio essere ottimista. Stilare previsioni è difficile, anche perché le informazioni sono molto discordanti fra loro, specie a livello di esperti. Si parla di diminuzione della carica virale: c’è chi dapprima smentisce e poi sottovoce conferma. Voglio credere che da noi la pandemia si sia attenuata, nonostante le notizie provenienti da Cina, Germania e soprattutto Brasile e America Latina lascino tutt’altro che tranquilli. Questo dal punto di vista sanitario; per ciò che riguarda quello economico, temo che le conseguenze ce le porteremo a lungo”. 

Redazione
© Riproduzione riservata
25/06/2020 16:05:03


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Inchieste locali

Quattro chiacchiere con Gabriele Bigiarini titolare di un agriturismo a Caprese Michelangelo >>>

Quattro chiacchiere con Niccolò Barbagli, titolare dell'omonimo forno di Pieve >>>

Quattro chiacchiere con Franco Meoni rivenditore auto di Sansepolcro >>>

Quattro chiacchiere con Simona Minelli parrucchiera di Sansepolcro >>>

Quattro chiacchiere con Annamaria Cantucci nota commerciante di Sansepolcro >>>

Quattro chiacchiere con Roberto Tredici direttore del supermercato Coop di Sansepolcro >>>

Quattro chiacchiere con l'imprenditore Giovanni Sassolini Busatti >>>

Quattro chiacchiere con Alessandro Andreani ristoratore di Caprese Michelangelo >>>

Quattro chiacchiere con Andrea Galardini gommista a Sansepolcro >>>

Quattro chiacchiere con Valentino Borghesi imprenditore metalmeccanico di Sansepolcro >>>