Notizie Nazionali Economia

"Con il decreto Salva-casa compravendite sbloccate"

Confedilizia: "Più facile sanare piccole irregolarità formali che ingessano il nostro mercato"

Print Friendly and PDF

Avvocato Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia, voi siete favorevoli al decreto salva-casa che dovrebbe essere approvato questa settimana dal Consiglio dei ministri?

«Il testo, se manterrà l'impostazione illustrataci nella riunione del 4 aprile al ministero delle Infrastrutture, ci trova d'accordo perché è finalizzato a sanare, tra l'altro con pagamenti di somme (il gettito atteso è di 8-10 miliardi di euro; ndr) - quindi non si tratta di un regalo -, situazioni di irregolarità non gravi che non sono dovute ai proprietari né a coloro che si ripromettono di acquistare. Il provvedimento, pertanto, faciliterà le compravendite, gli scambi e le successioni, dunque giova al mercato immobiliare».

Un mercato bloccato dai tassi elevati.

«Sono mancate le compravendite assistite da mutuo sia per l'aumento dei tassi sia per le maggiori restrizioni da parte delle banche nella concessione di finanziamenti. Quindi, il decreto sarebbe positivo. Inoltre, è in arrivo una nuova tassazione patrimoniale con la direttiva Case green. Tutto dipenderà da come e se sarà recepita».Tornando al decreto, la parte più interessante è relativa alle difformità edilizie interne, cioè gli interventi ordinari o straordinari che hanno comportato delle modifiche che però non rientrano nelle tolleranze costruttive e che perciò risultano abusi. Superare questo ostacolo potrebbe essere decisivo?

«Sì, è proprio questo il punto. Da un lato, si sanano le differenze che si riscontrano tra progetto e realtà. Dall'altro lato, si chiude l'annosa questione della doppia conformità, cioè si dà la possibilità di risolvere quelle situazioni in cui è richiesto che ci sia coerenza sia con la legge dell'epoca dell'intervento sia con la legge attualmente in vigore».

Si potrebbero sanare anche piccoli interventi come nicchie, soppalchi, finestre e balconi, non è vero?

«Ricordando che c'è sempre l'aspetto condominiale di cui tener conto, non si tratterebbe di consentire nuovi interventi, ma di sanare difformità che attualmente bloccano le compravendite».

È anche prevista la facilitazione dei cambi di destinazione d'uso. Anche questa sarebbe una scelta decisiva per dare una spinta al mercato?

«È sicuramente positiva se si faciliteranno cambiamenti che consentano al mercato di seguire la realtà. Gli immobili nascono in un certo modo, ma poi potrebbero essere non più appetibili nella loro funzione iniziale. Pensiamo solo al fatto del minor numero di uffici necessari in seguito ai cambiamenti post-Covid, che possono essere trasformati in qualcos'altro o a tanti locali commerciali sfitti. Insomma, con rispetto della sicurezza, del decoro, dei vincoli storico-artistici e della vivibilità dei luoghi, se si facilita qualche cambiamento azzerando le noie burocratiche, sarebbe un vantaggio per tutti».

Quali sono le proposte che Confedilizia ha avanzato al tavolo del ministero?

«Il tavolo si chiama Piano Casa perché ha la finalità di allargare l'offerta abitativa. Abbiamo chiesto una svolta seria per rimettere in circolo le oltre 100mila case popolari scandalosamente indisponibili, ma pagate dai contribuenti. E, poiché l'affitto privato garantisce la stragrande maggioranza delle case in locazione in Italia, abbiamo chiesto l'azzeramento dell'Imu per gli immobili locati a canone concordato. In questa maniera si aiuta chi paga un mutuo e svolge una funzione sociale.

Notizia tratta da ilgiornale.it
© Riproduzione riservata
20/05/2024 08:09:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Prima intesa su Ita-Lufthansa, sì dell'Ue con condizioni >>>

A luglio l’assegno dei pensionati lievita: chi ne ha diritto e quanto aumenterà l'assegno >>>

Social card: a chi spettano i 500 euro, quando arrivano i soldi e cosa si può comprare >>>

Ferrero scatenata: dopo quella veg ecco la Nutella gelato >>>

Benetton in crisi, l'allarme dei sindacati: "Il buco era atteso ma non così grande >>>

Cannavacciuolo e il bistrot di Novara chiuso da mesi: "Basta, risolva o se ne vada via" >>>

Fisco, torna il redditometro. Come funziona lo strumento che stana gli evasori >>>

"Con il decreto Salva-casa compravendite sbloccate" >>>

Ristrutturare casa, le spese ammesse e le agevolazioni: cosa resta dopo il superbonus >>>

Il crac Parmalat: una delle più grandi truffe nella storia europea >>>