Notizie Locali Notizie Varie

Bagno di Romagna, la 'biblioteca diffusa' in compagnia dell'Amicar

Si tratta di un'auto elettrica acquistata con la donazione del signor Giovanni Valgiusti

Print Friendly and PDF

“Oggi abbiamo inaugurato l’AMICAR, l’auto elettrica acquistata grazie alla partecipazione e il contributo della comunità del comune di Bagno di Romagna e di tanti altri che hanno creduto nella realizzazione di una “biblioteca diffusa” sul territorio.”  È il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, ad illustrare il progetto in occasione del taglio del nastro. “Un lungo e fecondo percorso, partito dal progetto partecipativo Biblioteca diffusa, finanziato dalla regione Emilia Romagna, concretizzato grazie alla campagna di crowdfunding attuata dalla cooperativa Librazione che gestisce la Biblioteca di Bagno di Romagna, in stretto partenariato con il Comune di Bagno di Romagna. Un particolare ringraziamento va al signor Giovanni Valgiusti, per l’ingente somma donata in ricordo della madre, la maestra Argentina, appassionata lettrice e promotrice della lettura, alle aziende e associazioni del territorio che hanno sostenuto il progetto con un contributo significativo (Chiquadro informatica di Angelo Gregori, Baccini Araldo & C., Banchetti, Avis sezione comunale di San Piero in Bagno) e agli oltre 110 sostenitori individuali che con le loro donazioni, piccole o grandi, hanno contribuito all’acquisto del mezzo. L' idea di una biblioteca mobile pensata e desiderata dai ragazzi del Liceo Righi è finalmente realizzabile questo grazie alle numerose donazioni dei nostri cittadini, imprese, associazioni, volontarie che hanno creduto nel progetto. Grazie a Amicar la biblioteca potrà uscire dai suoi spazi canonici e arrivare nelle frazioni, nei luoghi turistici e in punti di consegna strategici come a San Piero. Un grande segnale di solidarietà e di volontà per promuovere la cultura della lettura all' aria aperta, negli eventi, fino ad arrivare a casa delle persone che hanno difficoltà a muoversi. Ospiti speciali dell’evento: i soggetti sostenitori del progetto di crowdfunding; il gruppo di volontarie e volontari della biblioteca, che stanno acquisendo sempre più competenze con corsi di formazione ad hoc; la classe 3^AB del Liceo A. Righi sede distaccata presso Bagno di Romagna, grazie all’attivazione di un PCTO reso possibile dal contributo dell’associazione Fuori ConTesto al fine di sostenere la diffusione della biblioteca sul territorio; i bimbi della scuola materna di Bagno Carlo Collodi. Nel chiostro di Palazzo del Capitano le volontarie, insieme agli studenti del liceo, hanno accolto la scuola materna e i cittadini con una serie di letture animate, anche per festeggiare insieme la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, che si celebra ogni anno il 23 aprile. Gli studenti e studentesse del Liceo hanno illustrato il loro contributo al progetto che attualmente li vede impegnati per il mese di aprile come “apprendisti bibliotecari”.

Redazione
© Riproduzione riservata
21/04/2024 17:20:19


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Notizie Varie

Squadra mobile di Arezzo: il commissario Davide Comito è il nuovo dirigente >>>

San Giustino, a Selci l'intitolazione del Largo Don Giovanni Andreani >>>

Scoperte due nuove specie di conchiglie dal museo di scienze naturali Malakos di Città di Castello >>>

Parrocchia San Donato in Trestina, inaugurazione dell’oratorio parrocchiale ristrutturato >>>

Muore e lascia tutto in eredità alla Asp "Muzi Betti" di Città di Castello >>>

Nuovi servizi igienici per l'auditorium di Santa Chiara a Sansepolcro >>>

La Lira di Bibbiena arriva in Senato >>>

Simona Ferrini è la nuova presidente di Confesercenti Valdarno >>>

80° anniversario della fucilazione di Venanzio Gabriotti: le iniziative a Città di Castello >>>

A "Scuola di Soccorso" con la Misericordia di Arezzo: coinvolti tanti bambini >>>