Rubrica Tecnologia

WhatsApp, ecco cosa potrai fare molto presto: le funzioni in arrivo

Le ultime novità della celebre applicazione di messaggistica istantanea

Print Friendly and PDF

Dopo sei mesi dal lancio della comunicazione, WhatsApp sta iniziando a rendere disponibili alcune delle notità preannunciate ai suoi circa 2 miliardi di utenti sparsi per tutto il mondo, a partire da quella relativa alle Community.

Le "community"

Si tratta di una delle innovazioni più attese e con maggiori potenzialità. In sostanza, le Community non sono altro che delle schermate riepilogative nelle quali è possibile inserire e gestire più gruppi WhatsApp. Sarà possibile, dunque, eseguire delle specifiche operazioni contemporaneamente su tutti i gruppi salvati, oppure solo su uno o su alcuni di essi. Viene a configurarsi, quindi, una nuova tipologia di chat di gruppo, le quali risulteranno divise a loro volta in sottoinsiemi a seconda delle proprie necessità.

"Community di WhatsApp consentirà alle persone di aggregare gruppi separati in un gruppo più grande secondo la struttura a loro più congeniale", spiega la società. "Potranno ricevere gli aggiornamenti inviati all'intera community e organizzare facilmente gruppi di discussione più piccoli, specifici per argomento".

Con questo strumento è possibile riunire i gruppi in uno spazio dedicato, assegnando a ciascuno di essi un nome, un'immagine e una descrizione. Ogni Community può contenere al massimo 10 gruppi, in genere suddivisi per tematiche. Dopo aver creato la comunità sarà possibile accedere alla chat Annunci, tramite cui il moderatore può inviare comunicazioni agli iscritti. Dal punto di vista professionale, una funzione del genere può permettere di suddividere le direttive sulla base dei settori o delle categorie di riferimento dei vari dipendenti, dedicando a ciascuna di esse una comunicazione ad hoc ed escludendo le altre che non risultano incluse.

La novità, disponibile per alcuni modelli da aprile e per altri solo da novembre, si può attivare sulla tab Community (in alto nelle chat Android, in basso su iOS), dare un nome, un'immagine e una descrizione al gruppo e poi aggiungere i gruppi nella Community.

I sondaggi

Altra possibilità è quella di creare sondaggi e poi pubblicarli in una chat di gruppo. Una novità destinata prima ai fruitori della Beta, relativa alla versione 2.22.21.16 (per Android) e 2.22.21.70 (per iOS). Si potranno quindi creare sondaggi nei gruppi con partecipanti multipli, facendo una domanda, stabilendo delle risposte e permettendo ai partecipanti alla chat di esprimere la propria preferenza. Potranno farlo non solo gli admin ma anche i membri "base" del gruppo. I sondaggi avranni fino a 12 opzioni differenti. Ricevuto il voto, il dato sarà aggiornato in automatico, con la visualizzazione dei risultati in una schermata dedicata.

Più utenti nei gruppi

Se prima WhatsApp consentiva di creare gruppi con al massimo 512 partecipanti, ora il numero è stato raddoppiato: amministratore incluso, infatti, sarà possibile ospitare 1024 utenti. Una novità importante, specie se messa in correlazione alla funzione Community e dunque alla creazione sottogruppi anche molto numerosi.

Le videochiamate tra più persone

Altra novità è quella relativa all'incremento del numero dei partecipanti delle chiamate vocali di gruppo: la videochat della app potrà ospitare non più solo 8 utenti massimi ma ben 32.

Chattare con se stessi

Questa nuova funzione funge in sostanza da blocco note e promemoria. Nonostante che tale opzione esistesse già per iOS, la società è stata incaricata di implementare specifici miglioramenti su entrambe le piattaforme. Sparita su iOS e mai giunta su Android, tale opzione permetterà di inviare messaggi a se stessi tramite una chat dedicata, avviabile direttamente dalla lista dei contatti.

La versione di WhatsApp interessata sarà la 22.23.74 per iOS e la 2.22.23.77 per Android. Basta procedimenti complicati, sarà sufficiente toccare il tasto per la creazione di una nuova conversazione. Nella schermata dedicata si potrà trovare il proprio numero di telefono, individuato da un “tu” tra parentesi e il comando "Inviati un messaggio". Tutti i messaggi inviati in tale conversazione sono disponibili anche sugli altri dispositivi collegati all'account.

Un unico account per più dispositivi

Fra le novità della Beta, anche la possibilità di utilizzare un account su più dispositivi. Se si preme sui tre puntini individuabilo in alto a destra mentre si attiva l’account su un nuovo smartphone è possibile accedere alla voce "Collega un dispositivo". In questo modo, si è in grado di scannerizzare un codice QR da un cellulare con l'app WhatsApp già attiva. In altre parole, seguendo questo metodo, si utilizzerà un altro smartphone o tablet come dispositivo secondario per uno stesso account.

Si tratta, in ogni caso, di una versione di prova. Al momento si parla addirittura di sfruttare la funzione multi-dispositivo anche fino a 4 cellulari o tablet.

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
19/11/2022 06:50:25


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Tecnologia

Addio censura, Facebook e Instragram potrebbero rimuovere il bando sui capezzoli femminili >>>

Comprare followers? Perché farlo e quali sono i migliori siti >>>

La posta elettronica crittografata arriva su Gmail: cos’è e come funziona >>>

La relazione shock del governo: lo smartphone è peggio della cocaina, atrofizza il cervello >>>

Come ricordare le password >>>

Portabilità SIM, cambia tutto: ecco le nuove regole >>>

WhatsApp, ecco cosa potrai fare molto presto: le funzioni in arrivo >>>

Parte "l'abbonamento" per Twitter: come funziona l'idea di Musk >>>

Come fare a capire se qualcuno ti ha bloccato su WhatsApp? >>>

PassKey, le password hanno i giorni contati: cosa cambia >>>