Opinionisti Olinto Gherardi

Ma il Giudizio?

Dal giudizio divino a quello degli uomini, quello fondamentale per un Paese

Print Friendly and PDF

E’ inevitabile che la lingua continui a battere dove il dente duole ed il dente che duole è quello del Giudizio, assente, latente, perduto, avventato, terreno e pertanto fallace e pregiudizievole, a rischio di contaminazioni e sollecitazioni esterne non che di pressioni, politiche, economiche, probabilmente anche di stampo mafioso.

Dal giudizio divino a quello degli uomini, quello fondamentale per un Paese che si professa democratico, assertore della legalità e della applicazione delle leggi che la regolano la democrazia, cosa che attualmente trovo molto distante dall’essere rispettato ed applicato. Il caso Palamara ha evidenziato palesemente quanto oggi difettino integrità e rettitudine in seno alla Magistratura, egli stesso ha ammesso come le accuse all’ex ministro dell’interno fossero volute dalla politica, al pari delle accuse verso l’ex presidente del consiglio Berlusconi ad opera della Bocassini. Ciò che viene stravolto a livelli superiori della scala sociale, trova sicuramente un’autostrada quando le stesse nefandezze vengono esercitate verso i comuni mortali, i quali non godono certamente di uno status che possa permettere loro principi del foro a difesa e pertanto il primo che passa con una divisa od un distintivo può disporre liberamente della tua persona e della tua vita, avendo alle spalle un sistema che non tutela i cittadini, non più a mio parere, ma chi dirige e comanda-

Dal preambolo è logico che il tema siano i provvedimenti atti a prevenire il contagio dall’infezione che ci flagella ormai da mesi e pare non trovare soluzione a breve termine, casualmente per colpa dei cittadini poco inclini al rispetto delle regole, questo è il leit motiv che fa da sottofondo alla narrazione così detta pandemica, termine abusato come quasi tutto il resto. Andando a consultare le istruzioni contenute nella Costituzione Italiana, si evince facilmente, e chiunque può verificarlo volendo, che le così dette direttive emesse dalla cabina di regia in tema di prevenzione, infrangono bellamente una serie di Articoli riguardanti i Diritti dei Cittadini, con una strafottenza arrogante, senza che nessun organo preposto, a cominciare dallo stesso Garante, muova un dito o si pronunci in proposito, lasciando che i guardiani dell’infezione continuino a calpestarla, la Costituzione, rincarando sanzioni e provvedimenti che spesso paiono uscire da qualche organo diversamente pensante, tanto sono assurdi ed insensati. La domanda naturale è dove sia finita la Giustizia, quella che citavo sopra, se denunce, esposti, querele vengono praticamente accantonati e lasciati lì, atti presentati da cittadini e legali che confutavano e confutano palesemente violazioni dei diritti umani; ovvero, com’è possibile che non si accertino reati commessi in danno agli italiani e si prendano le dovute contromisure, facendo cessare immediatamente provvedimenti anticostituzionali, ma altresì si lasci che chi abusa di questa emergenza senza fine, continui a segregare e punire economicamente un intero Paese. Siamo certi di essere ancora in un Paese Democratico realmente, od è solo una maschera posticcia e non chirurgica che copre il volto bieco dell’imposizione stringente, come sfacciatamente ammesso da quel signore che siede alla Sanità e pochi giorni fa da un altro tirapiedi di partito relativamente all’attività fisica.

Sono dubbi che fanno parte del mio quotidiano, che poi non è solo mio, grazie al cielo, sono dubbi pesanti per quanto mi riguarda, che incutono preoccupazione, timore, non paura, io non ho paura, non per me, sono la certificazione quotidiana che forse questo Paese ha più che qualcosa fuori posto. Non pronuncio parole scomode, sono però convinto che non sono il solo a pensarle. Ovviamente i dubbi non contemplano l’infezione, che è purtroppo presente ed ha spesso portato e porta lutti ovunque e qui si apre un altro mondo di domande senza risposta che ho affrontato in passato e che affronterò ancora, sicuramente anche a costo di disturbare le certezze inconfutabili di molti, ai quali voglio chiedere se veramente sono convinti che l’influenza stagionale è scomparsa grazie alle mascherine…Ammettendo per assurdo che così fosse, qualcuno sa dirmi come mai la Scienza non l’ha scoperto prima ? In fondo la Spagnola è lì a ricordarcelo, anche allora indossavano mascherine, non ditemi che in un secolo ne’ un medico, ne’ uno scienziato, un eminente virologo, un Nobel della medicina non sono riusciti a capire quanto semplice fosse la cura…in effetti pare di no, in quanto durante questi cento anni si sono succedute ogni anno influenze stagionali più o meno forti e resistenti che hanno fatto vittime ed allettato, a casa, milioni di Italiani, ricordo i giornali che addirittura riportavano la previsione di quanta gente si sarebbe ammalata…siamo al punto che oggi, anzi domani, coloro che non si sono vaccinati per vari motivi, per lo più personali, siano discriminati dagli altri e dal sistema tanto da limitarne la vita futura; l’insistenza con la quale si cerca l’ennesima imposizione, con un lasciapassare per spostarsi dentro il territorio nazionale, è lì a dimostrare tutti i dubbi che mi tengono accesi i neuroni … mi fermo qui per adesso. Grazie

Olinto Gherardi
© Riproduzione riservata
03/06/2021 06:02:34

Olinto Gherardi

Operaio – Scrittore - Apolitico – 21 anni nel Gruppo Sbandieratori di Sansepolcro dall’avvento del Dott. Piero Gennaioli - Scrittore di poesie - Due pubblicazioni nel 2013(Lo Sbandieratore di Emozioni) e 2015 (All’ombra della Torre) con lo pseudonimo di Uguccione de’ Fiaschi – Collabora alla mostra fotografica di Francesca & Angelo Petruzzi, ManiAnime del Borgo 2016 – Attenzione rivolta al territorio, al Borgo ed al suo patrimonio artistico; diretto e chiaro nell’esposizione del pensiero critico, ma costruttivo. Fotografo amatoriale per hobby-Calcio e Pallavolo gli sports seguiti in prevalenza. redazione@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Olinto Gherardi

Faith, hope and…per carità! >>>

Al cinema il bene trionfa >>>

Divergenze cognitive >>>

Siamo di un altro spessore >>>

Oves et boves >>>

Democrazista >>>

4-3-1984 >>>

Bandiere rivali >>>

Alfieri e Bandiere >>>

Amici di Bandiera >>>