Opinionisti Mara Ercolanoni

Scrivere...

Vorrei parlarvi del mio romanzo autobiografico,

Print Friendly and PDF

Buongiorno a tutti, vorrei parlarvi del mio romanzo autobiografico, che mi ha portata a farmi conoscere sul mercato editoriale.

Non parlo qui della mia opera per farmi mera pubblicità ma per rispondere a molte domande.

Non è sempre facile parlare di se stessi e spesso in questi giorni mi sono sentita dire : che ho avuto coraggio nell’esporre le problematiche che ho affrontato nella mia vita.

In realtà credo che sia proprio questo l’unico metodo per non crearsi falsi stereotipi e false paure ariguardo dei benpensanti.

La cosidetta “gente” .

Chi è questa gente? E perché le diamo tutto questo potere o enfasi ?

Non è forse vera la frase : chi è sensa peccato scagli la prima pietra?! E poi lo diceva uno che è stato additato e crocefisso proprio perché non aveva paura della verità.

Perché dovremmo avere paura di parlare e di esporre i nostri nodi interiori? I nostri errori se poi sono quelli che ci hanno portato al cambiamento positivo?

Certo è che se lasciamo che il mondo diventi un posto fatto di ipocroisia e falsi eroi(come già accade ogni giorno), il risultato sarà sempre lo stesso:  immagini di persone perfette, che conducono una vita da copertina, senza problemi e sempre felici.

Io ho voluto affrontare uno dei temi più controversi e insieme diffamatori che una persona può intraprendere nella vita.

Una storia di dipendenza. Ma se la mia storia porterà un aiuto a una qualsiasi famiglia o ragazzo che si trova nella mia stessa situazione e non sa come uscirne capirà che se io ce l’ho fatta tutti possono farcela.

Per questo dobbiamo parlare delle nostre disavventure, i nostri buchi neri, le nostre sconfitte che ci hanno portato in fondo alla nostra anima.

Per poi risalire con ali di fango e ritrovare la nostra anima nascosta, dimenticata, annientata.

Un altro tema che affronto è la malattia mentale.

Quella di una donna che ho amato e odiato nello stesso tempo, che poi nel tempo ho capito, ed è la storia di mia madre, affetta da schizzofrenia paranoide, una delle diagnosi peggiori nella psichiatria.  Quando ero piccola ripudiavo e non volevo accettare, non volevo accettare che la mia bellissima mamma fosse considerata “pazza” perché per me non lo era.

 E forse è proprio per questo che volevo annebbiare la mia mente.

Ma non tollero le giustificazioni, se si fanno delle scelte  se ne devono sempre pagare le conseguenze.

Cosa che ho sempre fatto e sempre farò.

Avevo 17 anni allora e l’incoscienza la faceva da padrona.

Poi tutto cambiò e tornai alla luce, spesso crescendo nella maturità si trova un’altra via quella della consapevolezza, del perdono verso se stessi e verso quelli che ci hanno fatto soffrire.

Parlo del mio viaggio in Africa dove ho ritrovato quell’umiltà di cui parlo, gli sguardi dei bambini che sorridono attraverso una fessura di una capanna, le foreste di mangrovie e pluviale che mi hanno riportato alle origini del mondo.

Il vero amore che ci salva sempre ! che ci trova anche quando non lo vogliamo, ho parlato della mia vita così impregnata di significato, proprio grazie agli errori ,alle delusioni, alle imperfezioni, all’autenticità della mia esistenza.

Dal mio romanzo:  “ Alla ricerca della felicità”…..

Io non so dove voglio arrivare e nemmeno dove andrò e forse nemmeno lo voglio sapere, ma so cosa mi ha portato qui in queste pagine piene di farneticanti giornate, di sudore e lacrime, inettitudini e fantasie.

Sono piena di emozioni contrastanti, che mi riportano alla mia essenza che avevo dimenticato ma che ho riscoperto durante questo anno funesto.

Adesso so perché ho dovuto scrivere questo mio libro: per ritrovarmi, per ristabilire un ordine dentro di me, quell’ordine che ho sempre detestato e che adesso mi appartiene.

Possiamo in ogni istante cambiare la nostra vita e portarla dove vogliamo, smettiamo di attaccarci alle nostre paure, al giudizio della gente -“ah e se poi va male ?”- E che vada male ! Ma vi prego fatelo! Ascoltate quel tarlo, ascoltate la vostra anima e prendete quella decisione!

Cominciate subito, non rimandate più a domani, la vita è adesso qui e ora e poi ditevi sempre “ vada come vada”.

Ho dedicato il mio romanzo a mia madre , che  nonostante  tutte le vicissitudini negative, tutti i giorni tristi , si sono legati a quelli più belli, trovando una strada non facile da percorrere, un risveglio incerto ma sempre con una scelta : ed è scegliere la vita ! cercando di non mollare.

Lasciandosi amare e amando, cedendo alla realtà non facile.

A te mamma che hai trovato il tuo equilibrio nella precarietà degli sguardi della gente al dilà delle malelingue e la pietà che nessuno di noi voleva.

 Mi hai insegnato a non arrendermi e andare avanti.

Forse lei non lo sa ma ho capito tutto della sua vita, e io in realtà la ammiro perché ha trovato la sua strada accontentandosi di quel poco di vita che poteva vivere e sopportare.

Grazie mamma Franca.

Con affetto Mara E.

Mara Ercolanoni
© Riproduzione riservata
18/04/2021 13:45:09

Mara Ercolanoni

MARA ERCOLANONI: Nata a Castel del Piano, un piccolo paese nella provincia di Perugia è innamorata della cittadina di Sansepolcro, dove vive con la sua famiglia da ormai 15 anni. Nel 2020 ha pubblicato il suo primo romanzo: "Alla ricerca della Felicità" che racchiude il suo percorso introspettivo e la sua strada verso un’idea di felicità. Ama scrivere da quando aveva 10 anni e crede nella scrittura come forma di terapia. Ha collaborato con la casa editrice Pagine per una raccolta di poesie e con la Onlus la Voce del Cuore con altri percorsi.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Mara Ercolanoni

Un tema delicato, ingombrante e invisibile: l'anoressia >>>

Come e perché ho deciso di essere abitante del mondo! >>>

Ridiamo un po': consigli di seduzione 2021 >>>

Scrivere... >>>

Siamo fuori moda e fuori tempo >>>

Genitori e figli croce e delizia >>>