Rubrica Lazio

Nell'alta valle dell'Aniene sorge Trevi

Un piccolo gioiello incastonato nel Parco Regionale dei Monti Simbruini

Print Friendly and PDF

Trevi,  il cui nome deriva dal termine treba (trivio) per la sua posizione su tre importanti vie di comunicazione, fu fondata dall’antico popolo degli Equi.  Sottomessa da Roma nel 304 a.C., al termine della seconda guerra sannitica, ne divenne prima colonia e, quindi, municipio.  Terra prediletta dagli imperatori, riscosse particolare favore sotto Traiano, che la onorò con il titolo di  Augusta, e sotto Commodo che conferì ai decurioni il titolo di Decuriones Commodiani. Nel V secolo, a conferma del grande prestigio di cui godeva all’epoca,  fu designata sede vescovile. In seguito, dopo circa 600 anni, non essendo più il territorio in grado di sostenere economicamente l’alto prelato,  nell’XI sec. venne aggregata alla diocesi di Anagni. Nel XIII  secolo fu libero comune, impegnato in frequenti vertenze con il monastero di Subiaco da cui non fu mai sottomesso. Alla fine dello stesso secolo la città e il suo territorio diventarono per volontà di Bonifacio VIII proprietà della famiglia Caetani.  Dopo circa 200 anni di dominio sulla città i Caetani, nel 1471, vennero cacciati dalla popolazione per malgoverno e Trevi passò all’abbazia di Subiaco fino al 1753. In seguito condivise le sorti dello Stato Pontificio fino all’Unità d’Italia.

Trevi nel Lazio, piccolo gioiello incastonato nel Parco Regionale dei Monti Simbruini, la più vasta area naturalistica del Lazio, è circondato a nord dai monti Simbruini, a sud dagli Ernici, a est dalle maestose cime dei monti Cantari, ed è attraversato dalle acque del fiume Aniene e da altri torrenti e ruscelli.

Il territorio trebano è depositario di uno straordinario patrimonio culturale, storico ed archeologico. Tra le maggiori testimonianze di epoca romana spiccano l’arco di Trevi, spettacolare struttura megalitica che si erge, improvvisamente, nel mezzo dei boschi; la cascata di Trevi (probabile sito di presa dell’acquedotto romano Anio Novus); tracce di strutture romane visibili in diversi punti della città,  7 capitelli con palmette verticali, a quattro facce, verosimilmente parte della decorazione di un gigantesco tempio ed un ricco deposito votivo  risalente al III secolo a.C.. L’abitato, di epoca medievale, è dominato dal Castello Caetani, ampliato nel corso del XII secolo.  Sono da visitare la Collegiata di Santa Maria Assunta con la sua cripta, l’Oratorio di San Pietro Eremita e, fuori dal centro abitato, la cappella della Madonna del Riposo e quella dedicata a San Sebastiano.

Trevi nel Lazio rappresenta un ottimo punto di partenza per escursioni nel Parco regionale dei monti Simbruini e nella zona degli Altipiani di Arcinazzo;  facilmente raggiungibili  sono le stazioni sciistiche  Campo Staffi, Campo Catino e Monte Livata; emozionante la visita delle spettacolari cascate del fiume Aniene.

Tra le manifestazioni folkloristiche che si svolgono durante l’anno va ricordata la festa di Sant’Antonio Abate che si celebra il 17 gennaio, la Fiera delle merci che si tiene agli  Altipiani di Arcinazzo il 20 settembre, la festa dell’Assunta, celebrata il 15 agosto, ed infine i festeggiamenti del  Patrono San Pietro Eremita, dal 28 al 31 agosto.

Redazione
© Riproduzione riservata
05/04/2021 05:42:28


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Lazio

La splendida Abbazia di Casamari >>>

Una vacanza a Sperlonga >>>

Alla scoperta dei Dolmen di Pozzo del Diavolo >>>

Bracciano, una delle cittadine più belle del Lazio >>>

L’Oasi di Ninfa >>>

Il castello Odescalchi sulle rive del Lago di Bracciano >>>

Tivoli, una città una storia millenaria molto più arcaica di quella di Roma, >>>

Tarquinia è un borgo dalle spiccate caratteristiche medievali >>>

Abbazia di Fossanova >>>

Nella Valle dell'Aniene si trova Subiaco con i suoi splendidi monasteri >>>