Notizie Nazionali Altre notizie

"La Gioconda deve tornare in Toscana". E l'associazione fa ricorso al Consiglio di Stato

Sono quattordici i presunti discendenti di Leonardo Da Vinci

Print Friendly and PDF

La Gioconda deve lasciare il Louvre e tornare in Italia, per essere consegnata ai discendenti diretti di Leonardo Da Vinci. Questo, in soldoni, è quel che sostiene l'associazione “International Restitutions", che nei giorni scorsi ha inoltrato per questo motivo un ricorso al Consiglio di Stato della Francia, chiedendone la restituzione ai pronipoti del Genio. Un'associazione presieduta dal docente Robert Casanovas, che si presenta come una Ong “il cui scopo statutario è quello di garantire la legalità della composizione delle collezioni museali pubbliche”. E alla luce di tutto ciò, la giustizia transalpina ha già protocollato l'atto in questione: il verdetto dovrebbe arrivare nelle prossime settimane. Ma su quali presupposti si basa questa azione legale? In un comunicato, l'associazione asserisce di aver agito nel nome dei quattordici eredi di Leonardo individuati tempo fa due studiosi. Sul conto di questi ultimi si sa che risiedono in Toscana e che hanno un'età che varia da un anno ad 85, ma i loro nomi non sono stati resi noti. La tesi sostenuta da International Restitutions si sofferma in particolar modo sull'acquisto della Gioconda da parte dell'allora re di Francia Francesco I.

Secondo la storiografia ufficiale, il sovrano l'avrebbe regolarmente acquistata dallo stesso Leonardo, nei primi anni del '500. Ma questa acquisizione, sempre a detta dell'associazione in questione, non è da considerarsi valida perché sarebbe avvenuta in maniera illegale. Per due motivi: in primis perché non è stato trovato alcun documento ufficiale che certifichi la vendita o l'eventuale donazione del dipinto. E poi perché, sempre secondo Internation Restitutions, re Francesco I si sarebbe in realtà appropriato dell'opera sfruttando il “diritto d'albinaggio”, allora in vigore. Si trattava in sintesi di una legge che faceva sì che i beni dei cittadini stranieri deceduti senza figli sul territorio francese (come Leonardo) potessero essere incamerati dalla corona. E l'associazione, nel ricorso, si è focalizzata sull'incompatibilità fra quella norma cinquecentesca e le attuali leggi.

“Tale acquisizione, poiché la decisione impugnata continua a produrre i suoi effetti anche oggi, è contraria agli articoli 1 e 17 della Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino del 26 agosto 1789 – ha scritto Casanovas a tal proposito - all'articolo 17 della Dichiarazione universale dei diritti umani del 10 dicembre 1948 e dell'articolo 1 del protocollo addizionale alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. La Gioconda appartiene effettivamente ai discendenti di Leonardo: il primo atto di appropriazione di Francesco I tramite il diritto d'albinaggio è giuridicamente inesistente. E non può produrre alcun effetto, né creare alcun diritto a beneficio dello Stato francese”. A breve dovrebbe quindi pronunciarsi il Consiglio di Stato, come detto. Ma non è tutto: Casanovas ha scritto di essere consapevole dell'alta probabilità di rigetto del ricorso, in quanto non è la prima volta che associazioni o soggetti fisici reclamano diritti sulla Gioconda.

Notizia tratta da ilgiornale.it
© Riproduzione riservata
10/05/2024 18:10:56


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

Una zanzara giapponese invade l’Italia, rischio notti insonni e pizzichi dolorosi >>>

Piersilvio Berlusconi boccia l'Isola dei Famosi, poi l'annuncio sul futuro Maria De Filippi >>>

Il terribile e carnivoro vermocane sta invadendo il nostro mare. E' aggressivo e divora di tutto >>>

Seminari aperti ai gay, la frase del Papa: “No, c’è già troppa frociaggine” >>>

"La Gioconda deve tornare in Toscana". E l'associazione fa ricorso al Consiglio di Stato >>>

Premi in gettoni d’oro nei quiz televisivi. Perché si usano e quanto valgono realmente >>>

Telepass, cambia tutto: ecco le novità in arrivo >>>

Cipriani e l'Harry's Bar: "Faccio sesso a 92 anni, lei ne ha 40 di meno" >>>

L’Italia è il Paese ideale per gli amanti dell’adrenalina: quali sono le Regioni più avventurose >>>

Telepass, cambia tutto: ecco le novità in arrivo >>>