Notizie Locali Attualità

Stazione alta velocità Medioetruria: Rfi orientata verso Creti, vicino a Foiano della Chiana

Concluso il tavolo tecnico: una soluzione che va bene all'Umbria, non alla Toscana

Print Friendly and PDF

Per Rete ferroviaria italiana il luogo migliore in cui in futuro potrebbe essere costruita la nuova stazione dell’Alta velocità MedioEtruria è Creti-Farneta. A stabilirlo è stato il tavolo tecnico (al quale partecipano le Regioni Toscana e Umbria, Rfi e il Ministero dei Trasporti) al termine dell’ultima riunione che si è tenuta giovedì a Roma. «Lo studio di 60 pagine – dice in una nota l’assessore ai Trasporti Enrico Melasecche – condotto in collaborazione fra i tecnici delle due regioni Toscana e Umbria, elaborato dai dirigenti ai massimi livelli di RFI, con i rappresentanti del Ministero, sentite le aziende di trasporto Trenitalia e Italo, valutando circa 30 parametri con le relative ponderazioni - ha stabilito che Creti è la località più adatta, con vari pro e contro relativi a tutte le ipotesi esaminate». 

Le proteste Creti, a pochi km dallo svincolo di Foiano della Chiana lungo il raccordo Perugia-Bettolle, era l’ipotesi sostenuta dall’Umbria mentre la Toscana da tempo aveva puntato su Rigutino. E benché si tratti per il momento solo di un’indicazione sul luogo in cui in futuro potrebbe essere possibile costruire la stazione (per ora non sono stanziate somme e la parola definitiva spetterà alla politica), alla Regione Toscana la scelta è andata di traverso. «Avevamo chiesto di tenere conto di una serie di implementazioni riguardo al Tpl e al trasporto su gomma – ha detto all’uscita della riunione l’assessore ai Trasporti Baccelli – che non sono state tenute nella dovuta considerazione; non si capisce come mai si siano limitati solo a questa possibilità. Ancora non abbiamo avuto il documento, poi decideremo il da farsi. Non pensino di realizzare la stazione in Toscana – conclude – senza concertarla con la Regione».

Il comitato Sul piede di guerra anche il comitato aretino che nel tempo ha promosso studi e raccolto migliaia di firme per sostenere l’ipotesi Rigutino. «In questo modo Arezzo viene tagliata fuori – dice Domenico Alberti del comitato Sava – come anche il Casentino e l’Alta valle del Tevere con tutte le grandi aziende che vi insistono; la politica avrebbe sopraffatto le ragioni tecniche». Il comitato ha deciso di prendere carta e penna e di scrivere alla premier Giorgia Meloni «perché il governo approfondisca la localizzazione di MedioEtruria. Realizzare un’opera pubblica di rilancio interprovinciale non può e non deve trascurare il bene comune di tutti i territori coinvolti. La Lega, scegliendo Creti, ha violato un accordo già esistente fra due regioni e ignorato tutti gli studi tecnici. Se saltasse il banco di quest’opera, intanto necessaria in quanto a servizio di tutti, sarebbe una grave condotta di chi oggi governa questo paese». 

Notizia tratta da Umbria24
© Riproduzione riservata
01/12/2023 06:18:37


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Via ai lavori di ampliamento del cimitero di Cerbara a Città di Castello >>>

Progetto “Arezzo Cuore”, premiate le persone che grazie al defibrillatore hanno salvato una vita >>>

E45, piazzola franata tra gli svincoli di Pieve: imminente la riapertura >>>

Un’associazione per Marco Pancrazi: una raccolta fondi dopo il drammatico incidente >>>

Nuove iscrizioni in Valtiberina tra luci e ombre: vola solo il Giovagnoli >>>

I 10 migliori borghi italiani? Anghiari è al primo posto della classifica Travel + Leisure >>>

Studenti tedeschi in visita al Liceo "Città di Piero" di Sansepolcro >>>

Anghiari contraria alla nuova antenna: la petizione di un gruppo di cittadini >>>

Focus sull'Archivio dei Diari: la troupe di Freedom a Pieve Santo Stefano >>>

Lea Polidori festeggia il traguardo dei 100 anni a Città di Castello >>>