Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista ad Alfredo Romanelli sindaco di Monterchi

Finalmente un cambio di passo all’interno della Fondazione Piero della Francesca

Print Friendly and PDF

Sindaco di Monterchi dal 2014, con la possibilità di allungare la carica al terzo mandato. Alfredo Romanelli, che da un anno è anche presidente dell’Unione Montana dei Comuni della Valtiberina Toscana, sta per concludere la sua seconda legislatura da primo cittadino con ancora un’agenda degli obiettivi abbastanza nutrita, anche se la prima domanda diventa quasi inevitabile, dal momento che lui di persona era in prima fila venerdì 22 settembre alla conferenza del direttore della National Gallery, Gabriele Finaldi, tenuta nella Casa di Piero della Francesca.

Sindaco Romanelli, dopo quanto avvenuto negli ultimi 12 mesi e dopo l’iniziativa di venerdì scorso, con l’arrivo a Sansepolcro del direttore della National Gallery, il Comune di Monterchi potrebbe fare dietro-front e tornare all’interno della Fondazione Piero della Francesca?

“Noi non lo abbiamo mai escluso, chiedevamo soltanto di rivedere lo statuto della Fondazione e di riaggiornarlo. Volevamo in altre parole una Fondazione che assumesse un’organizzazione e un aspetto statutario diverso da quello di oggi, vedi la possibilità di aprire anche ai privati. Ciò non toglie nulla all’ottimo lavoro della presidente Francesca Chieli. Quella di venerdì 22 settembre è stata l’iniziativa più qualificante della Fondazione: un’iniziativa bella e di elevata valenza culturale per la Valtiberina, che ha dimostrato come sia in atto il cambio di passo auspicato e peraltro anche un cambio notevole; la Fondazione ha ripreso in mano il suo ruolo, invece di limitarsi al pagamento delle spese generali. Un merito che riconosco. E anche se siamo usciti come Comune di Monterchi, siamo dentro come Unione dei Comuni, io in prima persona nelle vesti di attuale presidente. La Fondazione aveva bisogno di una scossa e ora i risultati cominciano a maturare: il Comune di Monterchi è quindi propenso a rientrare con le dovute garanzie”.

Candidatura dell’Alta Valle del Tevere a capitale italiana della cultura 2026. Siete alla stretta decisiva del primo step e quanto è stato importante coinvolgere anche la parte umbra della vallata?

“Il 27 settembre c’è la prima scadenza per la presentazione del dossier: come Unione dei Comuni facciamo il collegamento con le singole municipalità. Siamo in dirittura di arrivo e spero che sia stato fatto un buon lavoro. L’idea di allargarsi alla parte umbra è il valore aggiunto dell’operazione: siamo un’unica vallata dal punto di vista economico e culturale e quel confine di regione ci sta oramai stretto, per cui l’allargamento al versante umbro è stato solo un vantaggio”.

È in atto una polemica nella frazione di Le Ville per un marciapiede allo stesso livello dell’asfalto della carreggiata della statale 73, utilizzato come parcheggio da auto e da camion; c’è chi evidenzia i rischi ai quali vanno incontro i pedoni fra auto in sosta e auto in marcia, spesso a velocità elevate. Cosa risponde?

“I marciapiedi sono stati realizzati oltre 20 anni fa. Mi verrebbe da dire: si svegliano ora? Mi sembra una polemica senza senso e tardiva: non abbiamo ricevuto alcuna segnalazione da parte di qualcuno che lamenta la pericolosità della zona, né riscontrato alcun disagio. Se però vi fossero problemi, che vengano tranquillamente a esporli qui da noi in Comune”.

Quali sono gli ultimi obiettivi da raggiungere prima della fine della sua seconda legislatura da sindaco di Monterchi?

“Il completamento degli interventi che stiamo realizzando: alludo al marciapiede di Colcello e al lavoro alle Fratte, nel centro storico vicino al teatro, con sistemazione del percorso delle mura, della piazzetta e con il taglio degli alberi che offriranno una visuale diversa. Un bell’intervento finanziato in parte dalla Regione Toscana con il bando delle città murate e in parte con risorse del Gal. C’è infine anche la struttura polivalente vicina al campo sportivo: ci vorrà ancora qualche mese, ma penso che prima del ritorno alle urne si possa procedere con la sua inaugurazione”.

Redazione
© Riproduzione riservata
25/09/2023 10:34:23


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Sottosopra "Mettiamo a nudo" il sindaco di Città di Castello Luca Secondi >>>

Andrea Alberti: from Monterchi to San Francisco per i microchip del futuro >>>

Sottosopra "mettiamo a nudo" Sonia Fortunato, nota imprenditrice di Sansepolcro >>>

75 anni di storia per l’Aia Città di Castello >>>

Fabrizio Matassi, da promessa dello sport ad affermato ortopedico >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" l'assessore della Provincia di Arezzo Laura Chieli >>>

Ferrer Vannetti, imprenditore all’avanguardia e presidente di successo >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il vice sindaco di Sansepolcro Riccardo Marzi >>>

Intervista esclusiva al cantante aretino "Il Cile" all'anagrafe Lorenzo Cilembrini >>>