Notizie Nazionali Attualità

Battute sessiste in diretta Sky: i commentatori della Formula 1 vengono sospesi

Erano finiti nella bufera per alcune frasi rivolte a una ragazza finita nell’inquadratura

Print Friendly and PDF

Matteo Bobbi e Davide Valsecchi sono stati sospesi da Sky (per il prossimo Gp) a causa di una serie di battute sessiste rivolte a una ragazza finita casualmente nell’inquadratura. È accaduto durante la diretta Sky del Gran Premio di Formula 1 di Spagna. Terminata la gara, l’inviata di Sky Sport Federica Masolin sta conducendo la trasmissione insieme all’ex pilota Valsecchi. In collegamento con i due c’è Bobbi, altro ex pilota, che interrompe gli interventi realizzati per commentare la gara per fare un commento sessista a proposito di una ragazza finita casualmente nell’inquadratura e ripresa di spalle. 

I commenti volgari di Matteo Bobbi e Davide Valsecchi sono stati i seguenti: «Volevo dire a Davide, che dietro di lui c’è un bel pacchetto di aggiornamenti se si gira», ha esordito Bobbi che ha invitato il collega a girarsi per osservare la ragazza in questione. Ancora peggio la replica di Valsecchi che, giratosi a osservare, ha commentato: «Li conosco, purtroppo mi hanno detto che non si può testarli».

Uno scambio di battute degne della peggiore caserma che è proseguito con il ping pong tra i due, rigorosamente in diretta tv. A questo siparietto ha dovuto assistere l’inviata Federica Masolin comprensibilmente imbarazzata. Lei ha cercato di proseguire, bloccando gli interventi dei due, ed esclamando «Io chiedo asilo politico, non possiamo guardare qualche intervista invece di ascoltare questi due?». La regia ha trasmessi quindi l’intervista richiesta dall’inviata, ma una volta tornata la diretta non si è tornati in carreggiata, anzi. «Li rivedremo sani e salvi al prossimo Gran Premio dopo questo siparietto apprezzato soprattutto dalle loro consorti?”, chiede loro l’inviata. Risposta di Bobbi: «Io se torno a casa mi sa che un sacco di mazzate le prendo». Valsecchi, invece, prosegue imperterrito: «Ho già fatto due volte l’operazione per gli occhi perché ho perso la vista fin da bambino a guardare quelle cose».

Le scuse sui social
Valsecchi lunedì sera si è scusato attraverso una story su Instagram: «Mi dispiace, tanto, perché domenica nel dopo gara sono caduto in uno scambio di battute di cattivo gusto e ho usato parole non adatte e irrispettose. E io non lo sono. Per questo vorrei chiedere scusa a chi si fosse sentito offeso, alle donne e a Sky, davvero». Poi è stata la volta di Matteo Bobbi, che aveva scatenato il siparietto. Sempre su Instagram, con un’altra story, spiega: «Sono finito in ghiaia. Essendo tutt’altro che una persona irrispettosa, chiedo sinceramente scusa a chi si fosse sentito offeso, ribadendo il mio totale e profondo rispetto verso tutti e tutte le donne, in particolare a cominciare dalla splendida donna che ho accanto».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
08/06/2023 06:25:13


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Angelina Mango vince la 74esima edizione del Festival di Sanremo >>>

Meteo, godetevi il caldo perché non durerà: sta arrivando la "fase gelida" >>>

Ferrari: Lewis Hamilton con la Rossa dal 2025 >>>

Sinner da Mattarella con un regalo speciale. Il tennista: “Orgoglioso di essere qui” >>>

A Marsciano presidio per chiedere il raddoppio dell’uscita sulla superstrada E45 >>>

Non solo un trionfo sportivo: ecco quanto ha guadagnato Sinner con la vittoria dello Slam >>>

Sul sesso in carcere, la consulta si dimostra più avanti del giudici >>>

Arriva l’anticiclone: i giorni della Merla saranno all’insegna del bel tempo >>>

Proteste con trattori e presìdi di agricoltori organizzate dai Cra >>>

Crisi climatica: nove adolescenti su dieci la temono >>>