Notizie Nazionali Cronaca

Roma, si riaccende il rogo nel palazzo a Colli Aniene: morto un ottantenne e 17 feriti

Il presidente del Municipio: “Temiamo altre vittime negli appartamenti”

Print Friendly and PDF

Si è rialimentato il rogo nella palazzina in via Edoardo D'Onofrio, a Colli Aniene, a Roma. Tragico il bilancio, per ora purtroppo non ancora definitivo. Almeno una persona è morta, che è stata identificata in serata, Antonio D'Amato, 80 anni (il decesso sarebbe dovuto al fumo inalato, anche se il cadavere presentava diverse ustioni che hanno reso difficile l'identificazione), ma si contano anche diversi feriti: 7 ustionati, tre dei quali in gravi condizioni trasportati dal 118 all'ospedale Sant'Eugenio. Soccorsi anche almeno dieci intossicati. Nell'edificio, di circa 7 piani, si stanno svolgendo lavori di ristrutturazione. I 17 sono stati estratti dai vigili del fuoco. Altre persone sono al vaglio dei sanitari. Sul posto, oltre ai pompieri con diversi mezzi, e al 118, c’è anche la polizia.

«Voglio uscire da casa»: sono le urla dei residenti nel pieno dell'incendio. «Chiamate i vigili del fuoco, uscite, uscite», rispondono alcune persone in strada. Nelle immagini si vede l’intenso fumo nero che fuoriesce dal palazzo. «Dalla strada mi è sembrato di sentire almeno due esplosioni», dice una ragazza che al momento dell'incendio si trovava nei pressi della palazzina travolta dalle fiamme.

Oltre che all’ospedale Sant'Eugenio, i feriti sono stati trasportati anche al Policlinico Umberto I. «Abbiamo aperto l'unità di crisi», comunica il presidente del IV Municipio di Roma, Massimiliano Umberti. 

Sono tre le scale del palazzo di sette piani interessate dall'incendio. Lo ha detto il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Alessandro Paola, facendo un punto sull'intervento in corso in via d'Onofrio e confermando che al momento c'è una vittima accertata. «Dobbiamo ancora chiudere l'intervento - ha spiegato - stiamo facendo delle verifiche per vedere se ci fosse ancora qualcuno all'interno e successivamente faremo un controllo accurato su tutti gli appartamenti». E «solo al termine di queste operazioni potremo dire» se sarà possibile rientrare nelle abitazioni. Quanto alle cause, il comandante ha sottolineato che «al momento non è ancora possibile stabilire da dove sia partito l'incendio» e ha confermato che ci sono state due tre esplosioni prima che le fiamme avvolgessero l'impalcatura dello stabile, sul quale erano in corso lavori di ristrutturazione.

Massimiliano Umberti, presidente del Municipio: «Ancora non si è riusciti ad aprire tutte le porte degli appartamenti e quindi non sappiamo se il bilancio dei feriti e dei morti possa aumentare». Proprio in queste ore sui social, il minisindaco, aveva fatto appello a chi avesse le chiavi dei 24 appartamenti di raggiungere il luogo dell'incendio per velocizzare le verifiche. «Fino ad ora in tutti gli appartamenti che abbiamo aperto non abbiamo trovato nessuno - prosegue - stiamo allestendo delle tendopoli all'istituto Croce per dare primo ristoro alle persone. Il palazzo è totalmente inagibile. Abbiamo ancora delle incognite per gli appartamenti che non siamo riusciti ad aprire. Speriamo che il bilancio non peggiori».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
03/06/2023 06:29:42


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Donna buttata giù dal cavalcavia. "Giada e Andrea dovevano sposarsi, ma lei aveva annullato tutto" >>>

Campi Flegrei, sisma di magnitudo 4.4, la scossa più forte da 40 anni. Panico e fuga nelle strade >>>

Bimbo ucciso dal pitbull. "Orrore di urla e sangue" >>>

Chico Forti rientra oggi in Italia. "Per me ora comincia la rinascita" >>>

Franco di Mare è morto: il "sì" a Giulia come ultimo atto d'amore dell'angelo di Sarajevo >>>

Ritrovato il capolavoro di Michelangelo di cui si erano perse le tracce: era in un caveau di Ginevra >>>

Lasciò morire di stenti la figlia, Alessia Pifferi condannata all'ergastolo >>>

Minorenni trasformate in prostitute, 10 arresti a Bari. Finiti ai domiciliari anche due clienti >>>

Mentana minaccia in diretta le dimissioni. Lo scontro con Lilli Gruber diventa uno scontro con La7 >>>

Ai domiciliari il governatore della Liguria Toti: le pesanti accuse >>>