Musica Curiosità

Orietta Berti, 80 anni da rivoluzionaria

Il mio gesto per chi viene mandato via dalla propria casa per i gusti sessuali

Print Friendly and PDF

“Siamo nati per amare e siamo parte della stessa meravigliosa famiglia: l’umanità tutta. Le emozioni, i sentimenti non conoscono né limiti né confini ma si declinano in tantissime sfumature al di là del genere regalandoci i mille colori dell’Amore”, parola di Orietta Berti che compie oggi, 1 giugno, 80 anni. Una data in realtà la cantante non vuole celebrare. "Io non l'ho mai festeggiato il compleanno. Ero sempre impegnata in tour o sul set di qualche video musicale. Quest'anno i miei figli avrebbero voluto riunire un bel po' di amici ma molti di questi amici sono romagnoli e hanno perso tutto. Quindi non me la sono sentita. E invece della festa faccio una donazione alla Regione. E festeggio con l'uscita del singolo 'Diverso', dedicato a tutti quei ragazzi che non trovano comprensione in famiglia davanti al loro coming out"

Cantare in  modo “Diverso”

Orietta Berti è un fiume in piena mentre parla dei mille progetti ("presto avrò novità da comunicare ma ancora non posso"), degli impegni come cantante e del personaggio televisivo, della nonna. "Il regalo che vorrei per questo compleanno? Vorrei - confessa in un'intervista all'Adnkronos - una società più amica, più distaccata dalla tecnologia e più umana. Ormai la gente non si guarda negli occhi nemmeno a cena. Stiamo perdendo quel senso della convivialità che era tipico del buon vivere italiano".

Il suo vero regalo

E non a caso quello che considera il vero regalo per gli 80 anni - il singolo 'Diverso', estratto dall'album 'La mia vita è un film (55 anni di musica)' uscito a fine 2021 - è accompagnato da un video realizzato con la Casa Arcobaleno di Milano, "che ospita ragazzi abbandonati dalle famiglie per aver fatto coming out: ho voluto farmi un regalo parlando ancora una volta di amore, coinvolgendo questi ragazzi che con i loro volti e i loro sorrisi e silenzi parlano più di mille parole. Perché nemmeno gli animali abbandonano i loro cuccioli. E se questo video servisse anche ad una sola persona a trovare il coraggio di vivere più serenamente, sarei la persona più felice del mondo", dice Orietta.

Gay Pride e polemiche

Delle polemiche sul Gay Pride che hanno coinvolto anche la collega Arisa, Orietta dice: "Non ho seguito ma ogni anno è così. C'è sempre qualche polemica. Per me non c'è niente di male. Anzi ho una moltitudine di amici carissimi che fanno parte della comunità Lgbt. Ma anche io ho rifiutato molti inviti perché sui carri del Gay Pride c'è troppa confusione per me", aggiunge ridendo.

In Romagna c’è bisogno di aiuto concreto

Dei tanti concerti benefici in programma per l'Emilia Romagna: "Se mi chiamano vado ma a volte mi sembra che siano più occasioni di visibilità che altro. In Romagna c'è bisogno di aiuto concreto subito. Chi può, doni", dice senza giri di parole.

Il suo rimpianto

Dei suoi quasi 60 anni di carriera (il suo primo contratto discografico è datato 1964, ndr.) ha un solo rimpianto: "Che mio padre, vero appassionato di musica, soprattutto di lirica, non abbia potuto vedere nemmeno il mio debutto perché se n'è andato troppo presto". Mai, in questi 6 decenni ha pensato di abbandonare: "Io ho iniziato in un'epoca d'oro, il lavoro era infinito sia in Italia che all'estero. Poi ho avuto la fortuna di poter lavorare con mio marito sempre al fianco. E da qualche anno, quando per l'età l'attività poteva rallentare, invece è stato un crescendo: il libro 'Bandiere rosse e acquasantiere' del 2020, il ritorno a Sanremo nel 2021, il tormentone estivo 'Mille' con Fedez e Achille Lauro, il singolo 'Luna Piena' con Hell Raton... Ora ci sono anche i teenager nel mio pubblico: va dai bambini alle bisnonne!"

La carriera

I suoi primi successi li ha vissuti indossando l'abito da religiosa di Suor Sorriso, poi tra gli anni Sessanta e Settanta ha conosciuto la sua stagione d'oro come interprete della melodia più tradizionale e rassicurante. E proprio a questo ruolo è legato il momento più triste della sua carriera: nel 1967 Luigi Tenco cita Io, Tu e le Rose nella sua lettera d'addio come esempio di un mondo sbagliato che accoglie queste melodie e rifiuta Ciao Amore Ciao. Per la Berti fu uno shock affrontato con la sua tipica discrezione e superato grazie ad alcuni dei suoi più grandi successi, ormai dei titoli da storia del costume come In Via dei Ciclamini, Tipitipitì e soprattutto Finché la Barca Va. La sua popolarità le ha consentito di recitare accanto a Ugo Tognazzi, nell'episodio dei Nuovi Mostri intitolato L'Uccellino della Val Padana e diretto da Ettore Scola e con Paolo Villaggio in Quando C'era Lui... Caro Lei.

Il suo grande ritorno

La seconda giovinezza è cominciata intorno agli anni '90 grazie alla tv dove prima è passata attraverso i programmi del revival poi, come la sua grande amica Iva Zanicchi (l'altra è Ornella Vanoni) grazie soprattutto al successo di Anima Mia, il programma di Fabio Fazio e Claudio Baglioni, è diventata anche un personaggio televisivo. Fazio l'ha fatta entrare spesso nella compagnia di giro dei suoi programmi, ma Orietta ha nel curriculum anche Domenica In, Buona Domenica e di recente Quelle brave ragazze e il ruolo di opinionista al Grande Fratello Vip. Senza contare le dodici partecipazioni al festival di Sanremo: l'ultima con Amadeus nel 2021.

Notizia tratta da Tiscali.it
© Riproduzione riservata
01/06/2023 18:44:55


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Curiosità

Zucchero e la depressione: "Come ne sono uscito dopo 6 anni" >>>

Orietta Berti, 80 anni da rivoluzionaria >>>

Punkreas, nostalgia canaglia: intervista con Paletta >>>

Lucio Dalla, 10 anni dalla morte >>>

Giusy Ferreri presenta l’album Cortometraggi >>>

Sanremo 2022, ecco le canzoni più vendute >>>

Fiordaliso, dal primo figlio Sebastiano avuto a 15 anni al secondogenito Paolino >>>

"Il Manifesto" di Loredana Berté: dopo la violenza subita a 16 anni dico: "Non tacete" >>>

Ivana Spagna, dal matrimonio lampo con Patrick Debort all'aborto >>>

Ligabue: Smentisco certe leggende metropolitane sul mio conto >>>