Notizie Locali Cultura

Umbertide: inaugurata “La Fratta di Adriano”, oltre 200 visitatori nella giornata di apertura

Tante gente in visita alla mostra dedicata a Bottaccioli e al suo genio

Print Friendly and PDF

Un tributo sincero e denso di emozioni ha aperto domenica 13 novembre la mostra “La Fratta di Adriano”, interamente dedicata alla vita professionale e artistica di Adriano Bottaccioli.
L'inaugurazione è avvenuta al Teatro dei Riuniti luogo amatissimo dall'artista umbertidese, alla presenza della moglie Silvana, delle figlie Silvia e Arabella, dei fratelli, dei parenti e di tanti amici; presenti il presidente dell'Università della Terza Età di Umbertide, organizzatrice dell'evento, Corrado Baldoni, l'ideatore e curatore della mostra Paolo Ippoliti, il sindaco di Umbertide Luca Carizia, il vicesindaco Annalisa Mierla, l'assessore alla Cultura Sara Pierucci, l'assessore Francesco Cenciarini, il presidente del Consiglio Comunale Marco Floridi, i consiglieri comunali Ettore Spatoloni, Tania Turchi, Giampaolo Conti e Matteo Ventanni e tantissimi umbertidesi che non sono voluti mancare all'appuntamento.
L'evento è stato presentato da Achille Junior Roselletti, che ha rimarcato il profondo ed antico legame di Bottaccioli con l'Accademia dei Riuniti; il curatore Paolo Ippoliti e il presidente di UniTre Corrado Baldoni hanno raccontato il percorso che ha portato alla realizzazione della esposizione (un grazie particolare è stato rivolto a Sergio Magrini e Vittorio Dragoni, responsabile del centro espositivo per la cura nell'allestimento). E' stata poi la volta di Mario Tosti e di Fabio Mariotti, che insieme ad Amedeo Massetti e Walter Rondoni hanno negli anni coadiuvato l'artista nella realizzazione del Calendario di Umbertide. La parola è quindi passata a Luciano Bettucci che ha ricordato il lavoro e i successi di Adriano Bottaccioli per l'Accademia dei Riuniti insieme ad Achille Roselletti, storico direttore artistico del teatro umbertidese. Infine le testimonianze di due amici Angelo Valentini e quindi Antonio Renzini, pittore umbertidese che al termine della cerimonia, tra gli applausi del pubblico, ha donato alla moglie di Adriano, Silvana, uno splendido ritratto dell'artista, opera che è anche il manifesto ufficiale della mostra.
La cerimonia si è poi spostata all'interno della Rocca che ospiterà fino all'8 gennaio, scelti tra una grande mole di "pezzi" pregiati di Bottaccioli, i calendari, i suoi meravigliosi acquerelli, le ricostruzioni della antica Fratta ed altro ancora. “La mostra cerca di tradurne in immagini una attività ultra decennale - dicono gli organizzatori - partendo dal Teatro dei Riuniti, al quale Bottaccioli ha dedicato la sua attività di sceneggiatore ed illustratore, conduce alla Rocca, con una articolazione che dà spazio ai 25 Lunari umbertidesi dedicati alla storia, all'arte e alle tradizioni locali, quindi agli acquerelli e alle finissime "chine" dell'antica Fratta, frutto della collaborazione con altri due umbertidesi e storici locali illustri quali Renato Codovini e Roberto Sciurpa, alla cucina locale e tradizionale, per il quale Bottaccioli aveva una spiccata passione trasferita non solo nelle ricette, ma anche nelle sue deliziose riproduzioni, ai manifesti della "Fratta dell'800", ai lavori di pubblicitario, collaboratore di marchi importanti locali e nazionali, alle sue ceramiche e ai suoi libri”.
“Adriano Bottaccioli – ha affermato il sindaco Carizia - è stato una persona che ha rappresentato veramente l'umbertidesità grazie ai suoi lavori e al suo estro; le sue opere rappresentano un patrimonio preziosissimo per la nostra comunità e per questo è stata una grande emozione inaugurare questa mattina la mostra “La Fratta di Adriano”, interamente dedicata alle sue opere. Adriano era un uomo umile, rigoroso, mai arrogante e capace di unire le persone. L'auspicio è che l'Umbertide del futuro prenda spunto dal suo insegnamento di vita. Grazie a tutti coloro che si sono impegnati in questi mesi per la realizzazione della magnifica mostra che sarà visitabile presso la nostra Rocca”.
“E' una giornata storica per Umbertide, che celebra il suo illustre concittadino Adriano Bottaccioli – ha detto l'assessore Pierucci - Tantissimi amici hanno ricordato aneddoti passati insieme a lui, chi lo conosceva dalle elementari e chi come me da pochi anni ma nonostante questo da sempre lo ha ammirato cercando in ogni lavoro la sua approvazione. Una mostra che in tanti hanno voluto ed in tanti hanno materialmente contribuito ad allestire cercando il modo migliore per presentare Adriano ai cittadini in tutte le sue mille sfumature che da sempre lo hanno contraddistinto facendo in modo che la sua arte e la sua cultura non venga mai dimenticata o dispersa”.

La mostra “La Fratta di Adriano” è visitabile alla Rocca di Umbertide fino all'8 gennaio dal martedì al giovedì ore 10.30-12-30 e 16.30-17.30, da venerdì a domenica ore 10.30-12.30 e 16.30-18.30, chiuso il lunedì. Per informazioni è disponibile il numero 075 9413691.

Redazione
© Riproduzione riservata
14/11/2022 14:44:57


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cultura

Umbertide: partecipato anche il secondo incontro sulla storia di Montecorona >>>

San Giustino, la Repubblica di Cospaia rivive nelle pagine del libro “Protocollo K.” >>>

“Le origini dell’abbazia di Montecorona”, incontro a Umbertide il 17 gennaio >>>

Silvia Chiassai Martini: "Gioiello e made in Italy, una grande opportunità per i nostri giovani" >>>

Biblioteca Carducci a Città di Castello: la Sala 43 diventa la Sala Paolo Rossi Monti >>>

Olivo morcone e gentile: se ne parlerà il 22 dicembre a Pieve Santo Stefano >>>

La biturgense Maria Gloria Roselli curatrice del libro su un manoscritto di Fosco Maraini >>>

Inaugurato il 782° anno accademico dell’Università di Siena >>>

Sansepolcro: il centro studi Dialogos riprende le proprie attività in presenza >>>

Inaugurazione del 782esimo anno accademico dell’Università di Siena >>>