Opinionisti Francesco Del Teglia

Eaut, adesso o mai più

Il prossimo presidente sarà espressione della Regione Toscana: la Valtiberina avanza la candidatura

Print Friendly and PDF

Questa primavera inoltrata che profuma già climaticamente di estate ha in sé un appuntamento importante per chi vive in Valtiberina. Fra maggio e giugno scade il mandato dei vertici Eaut. Sigla che sta per Ente Acque Umbro Toscano. In soldoni l’ente che gestisce bacini fra i quali l’Invaso di Montedoglio, ne determina l’uso e lo sfruttamento idrico, ne indirizza le finalità, detta la linea a livello progettuale. Tale struttura, nata per volontà delle regioni Umbria e Toscana, in accordo con il Ministero delle Politiche Agricole, ha un Cda snello eppure fondamentale. Composto da soli 3 membri: uno espressione del Ministero, uno della Regione Umbria, uno della Regione Toscana. La presidenza spetta, alternativamente ogni cinque anni, a uno degli esponenti nominati dalle due regioni coinvolte. In questi giorni, come detto, scade il mandato del quinquennio 2017-2022, quello dove alla presidenza sedeva il membro scelto dalla Regione Umbria, il tifernate Domenico Caprini. Quindi il prossimo presidente sarà espressione della Regione Toscana. L’occasione è ghiotta per incidere finalmente nelle strategie che riguardano Montedoglio per i prossimi cinque anni. La Valtiberina Toscana, territorio su cui insiste da sempre il bacino, non ha mai avuto un proprio rappresentante in seno al Cda. E’ tempo che l’area diventi attrice protagonista di questo percorso, e non più solo spettatrice di scelte operate dagli altri. E allora occorre che chi amministra questa terra, sindaci in primis, faccia di tutto per portare a casa un risultato che sarebbe fondamentale per il futuro dell’infrastruttura e per la dignità della vallata, che a più riprese in passato si è lamentata di non essere mai stata presa in considerazione dalla Regione e di non avere  riconosciute  le proprie istanze in materia, sia a livello irriguo sia per quanto riguarda eventuali proposte per sfruttare le potenzialità turistiche dell’invaso. Non facciamo nomi, ma la Valtiberina ha un patrimonio di personalità che potrebbero svolgere alla perfezione il compito di presidente Eaut. Occorre essere decisi e compatti per centrare l’obiettivo interagendo con la Regione Toscana, evitando per l’ennesima volta che la scelta venga fatta da altri. Qualcosa si è mosso, qualche consigliere – tipo Alessandro Bandini a Sansepolcro e Tonino Giunti in seno all’assemblea dell’Unione dei Comuni – ha già avanzato la richiesta. Serve uno scatto da parte dell’intera politica locale e un’azione coordinata e si spera vincente nei confronti di Firenze. Per non rimanere, ancora una volta, a mani vuote che fa tanto periferia dimenticata. Perdere anche questa occasione sarebbe delittuoso.

Redazione
© Riproduzione riservata
17/05/2022 18:11:01

Francesco Del Teglia

Giornalista pubblicista di lungo corso, è inviato fisso per Sansepolcro e la Valtiberina Toscana del quotidiano Corriere di Arezzo fin dalla sua nascita, nel 1985, ma vanta esperienze anche a livello televisivo e collaborazioni con periodici vari. Politica e sport i campi di particolare competenza professionale. È stato anche addetto stampa di vari enti.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Francesco Del Teglia

Quel ricordo non s’ha da fare >>>

Piccolo grande Andrea, orgoglio del Borgo >>>

Urne prevedibili. O forse no! >>>

Pena e disgusto >>>

Superlega, i leoni e le pecore >>>

Forza ragazzi >>>

Il Covid ci rende Intolleranti >>>

I misteri della politica >>>

Addio a un grande liberale-riformista >>>

Adios Diego >>>