Economia L'Esperto

La "città fantasma" dove si pagano meno tasse

Pullach è la città della Baviera

Print Friendly and PDF

Se il luogo ideale per vivere non esiste, Pullach ci va molto vicino. La piccola "città fantasma", distante solo pochi chilometri da Monaco di Baviera, è il posto in cui si pagano meno tasse e le casse del Comune sono sempre piene. Un sogno? Non esattamente. Di certo lo è per i detentori delle 3500 società che hanno sede legale nella graziosa cittadina tedesca. Un po' meno per i residenti che, ogni anno, versano al fisco circa 74 milioni di euro.

La "città fantasma"

Pullach è un paesino con appena 9100 anime situata nel Circondario di Monaco di Baviera. Come ben spiega il giornalista Roberto Giardina in un articolo pubblicato sull'edizione odierna di Italia Oggi, si tratta di una vera e propria "città fantasma" che sorge a pochi passi dalla ben più nota "culla" dell'Oktoberfest. Una striscia di terra attraversata da una vecchia stazione ferroviaria dove, di tanto in tanto, transita un treno che neanche si ferma. Eppure Pullach è meta ambitissima di imprenditori e uomini d'affari. Lo si deduce dalle targhette auree affisse alle porte delle abitazioni - a cui manca rigorosamente il campanello - e dalle lettere che fuoriescono dalle cassette postali impolverate. Nessuno provvede a ritirare le comunicazioni. Ma non c'è né mistero né broglio.

Le tasse

A Pullach si pagano meno tasse. Ed è tutto alla luce del sole - o quasi - dal momento che il carico fiscale è pressochè esiguo rispetto ad altre città della Baviera. E così gli imprenditori tedeschi, per evitare il salasso, ci si rifugiano. Ad oggi, infatti, si contano circa 3500 società con sede legale nel paesino tedesco. A conti fatti, una ogni tre residenti. Tuttavia i locali versano al fisco oltre 74 milioni di euro per imposte commerciali - 8.170 euro a testa per la precisione - circa il triplo di quanto esborsano gli abitanti della vicina Monaco. La sindaca di Pullach, una esponente del partito degli
ecologisti, si batte a livello nazionale per una più equa giustizia fiscale. Ma nel paese sono tutti soddisfatti: le casse comunali sono piene. E quanto pare, anche quelle di molti imprenditori. Del resto "è tutto regolare", così come ha assicurato il Finanzamt - l'ufficio imposte tedesco - a seguito di alcuni controlli accurati nella piccola "città fantasma".

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
18/03/2022 06:10:49


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio L'Esperto

Caro mutui casa, i tassi sono già al 3% >>>

Il dollaro sorpassa l'oro: perché e cosa significa >>>

Rapporto Inps: un terzo dei pensionati prende meno di mille euro al mese >>>

Fisco, arrivano le lettere: chi deve mettersi in regola >>>

Bitcoin, la previsione da incubo di uno dei guru mondiali del denaro >>>

Nel 2023 maxi-aumento delle pensioni: ecco per chi >>>

Pensione anticipata se l'azienda è in crisi: ecco cosa cambia >>>

Pensioni, ecco cosa potrebbe cambiare con Quota 41 >>>

L'arma del Fisco: "162 banche dati per spiare i contribuenti" >>>

Bonus 200 euro, ecco come verrà erogata l’indennità categoria per categoria >>>