Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Marcello Rigucci consigliere comunale a Città di Castello

Il centrodestra vuole candidare sindaco solo degli "opportunisti" e dei "trombati"

Print Friendly and PDF

Sicuramente per il suo carattere determinato, condito poi da quello slang toscano che non lo abbandona, Marcello Rigucci ama dire sempre come la pensa e quindi anche stavolta parla con molta educazione, ma senza freni e mezzi termini. Consigliere comunale a Città di Castello del gruppo misto, dopo aver lasciato la Lega (ma soltanto sugli scranni consiliari) e consigliere della Provincia di Perugia, ne ha per l’una e per l’altra istituzione.

Rigucci, quali importanti argomenti ha portato in consiglio comunale e quali battaglie ha combattuto nel corso di questi cinque anni?

“Praticamente di tutto: dai bagni alle barriere architettoniche, dalle strade vicinali  alle piazze fatte con materiali scadenti, dalle spese incomprensibili su Cva (950mila euro) e sul campo sportivo della Casella (200mila euro sprecati) al gattile di Lerchi, mai decollato benchè un cittadino ha versato 60mila euro. E poi piazza Burri, le problematiche delle esondazioni a Piosina, i bilanci, le mura, i fossi e le risposte alle rendicontazioni che chiamo scusanti, perché con un diverso termine non le so definire. Mettiamoci poi gli affitti, Umbra Acque, frane ecc.. Qualche risultato sono riuscito a ottenerlo, vedi il ripristino della frana che il Comune ha messo a posto dopo 15 anni con poche migliaia di euro; un contributo triennale  per la Muzi-Betti e l’asfaltatura di diverse strade comunali e provinciali. Un altro risultato sarà quello della risistemazione delle tre passerelle del percorso verde: una a Piosina, l’altra Venanzio Gabriotti e la terza a Trestina con stanziamento di 60mila euro  e molto altro; in totale, più di 100 atti”.

Lei è anche consigliere provinciale: come è considerato l’Altotevere Umbro in ambito provinciale?

“Se si guarda il piano nazionale di ripresa e resilienza, è considerato zero. La ex Ferrovia Centrale Umbra è un buco nell’acqua, le strade provinciali  avranno un depotenziamento economico di 65 milioni di euro  entro il 2023 per causa di mancati risarcimenti dalla Regione e la Provincia poco fa per riavere questi soldi utili per il fabbisogno delle proprie strade. Ribadisco la mia posizione in merito: se avessero chiuso la Provincia di Perugia (ma probabilmente anche le altre) sarebbe stato meglio, perché vi è uno sperpero di denaro pubblico non indifferente, con alcuni dirigenti che agiscono da  “padroni” della cosa pubblica”.

Elezioni comunali di ottobre: vi sono le condizioni a Città di Castello per avere un centrodestra unito?

“Il centrodestra unito vi sarà fra Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, ma i problemi subentreranno al momento della scelta del candidato sindaco”.

Una scelta spettante alla Lega?

“Sì, una scelta che spetta alla Lega, anche se – facendo un’analisi attenta – il candidato a mio avviso più adatto sarebbe Andrea Lignani Marchesani (esponente di Fratelli d’Italia n.d.a.), ma pare che non lo vogliano. Gli altri che vogliono proporre - voci di corridoio - sono a mio giudizio degli opportunisti o i soliti trombati: amici privi di esperienza. Ho fiducia in un sindaco di lista civica di centrodestra: tutto è possibile e i nomi ci sono”.

L’uscita forzata di Luciano Bacchetta sta creando un vuoto all’interno del centrosinistra?

“Non crea nulla, troveranno un accordo. Le abitudini non sono cambiate, come i soggetti interlocutori, vedi l’asfaltatura delle strade in genere (comprese quelle vicinali), gli impegni per i  Cva sotto le elezioni, le proposte di  opere faraoniche come la futura piazza Burri, che sarà un grande problema per i tifernati. Anche la piazza delle Tabacchine, appena inaugurata, andrà un domani risistemata perché è stata fatta con materiali scadenti, non idonei al gelo. Non solo: dopo il 2022, per esempio, dovremo pagare gli interessi dei mutui sospesi e intanto c’è una richiesta di nuovi mutui che porterà a un indebitamento corrente. Se poi pensiamo che dal 2022 verrà cancellata la Tari per gli immobili industriali, vuol dire che altri soldi verranno meno e che quindi dovrà essere la collettività a coprire le minori entrate; anche chi ha il reddito minimo dovrà pagare al massimo; se dovessero partire i licenziamenti, si prevedono una grossa perdita economica e maggiori problemi sociali”.

Marcello Rigucci tornerà con la Lega?

“Rigucci non tornerà con la Lega perché semplicemente quelli della Lega non me lo hanno chiesto e inoltre mi sembra che in ultimo non ci si confronti sulle idee, né vi sono rapporti interpersonali con i dirigenti umbri. Rimane comunque l’ideologia politica e possiedo peraltro la tessera fatta online. Sono inserito in due consigli, quello comunale e quello provinciale, con il ruolo di capogruppo e presidente di commissione controllo e garanzia, statuto e regolamento, nonché consigliere per i rapporti paritetici militari. Ma c’è un modo di fare politica che mi ha disgustato di qua e di là. Guardiamo per esempio l’amministrazione regionale dell’Umbria, che appartiene al mio schieramento: nel Pnrr non c’è un soldo per l’Altotevere, la viabilità è sempre in condizioni precarie e anche con i vaccini siamo indietro. Per non parlare poi di agricoltura e caccia: è tutto un rivedere non vi sono né metodo né idee, né tantomeno le capacità delle diverse persone designate. Credo allora che dopo due anni dall’insediamento qualcosa si sarebbe dovuto vedere, ma tant’è: bisognava mettere a governare persone capaci e non opportunisti, lecchini e ruffiani”.           

Redazione
© Riproduzione riservata
29/06/2021 10:38:42


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Luca Chiarentin in lista con Danilo Bianchi ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Lara Chiarini candidata al fianco di Andrea Laurenzi >>>

Mondo Politica: intervista a Cinzia Talozzi candidata al fianco di Danilo Bianchi ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Mario Menichella candidato elezioni amministrative a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Fabrizio Innocenti candidato sindaco a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Giuseppe Torrisi consigliere comunale a Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista con Alessandro Polcri candidato sindaco ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Giacomo Moretti candidato con Danilo Bianchi sindaco ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista ad Andrea Lignani Marchesani candidato sindaco a Città di Castello >>>

Mondo Politica: intervista a Laura Chieli candidata sindaco a Sansepolcro >>>