Salute & Benessere Bellezza

Maniglie dell'amore addio con la ginnastica

Qualche esercizio per eliminare questo fastidioso accumulo di adipe

Print Friendly and PDF

Fitness e caldo è possibile? Si, se si vuole sconfiggere delle nemiche giurate come le antiestetiche maniglie dell’amore. Si tratta di accumulo di adipe localizzato e sottocutaneo che appesantisce il girovita, creando anche delle evidenti difficoltà nell’indossare abiti e pantaloni. Le maniglie dell’amore colpiscono uomini e donne in egual misura, sedimentano fino a diventare complesse da smaltire.

Una presenza non certo positiva, sia per l’aspetto estetico che per il benessere personale, è composta da grasso localizzato che può incidere negativamente sulla salute anche del cuore, con il rischio di sviluppare problematiche legate al diabete e all’ipertensione. Ecco perché è bene eliminare le maniglie dell’amore attraverso strategie mirate, che contemplino sia una dieta che specifiche attività sportive.

Maniglie dell’amore, cosa sono e perché si formano

Le maniglie dell’amore, o Muffin Top, sono una presenza molto diffusa nella società moderna, frutto di abitudini alimentari sbagliate e di uno stile esistenziale frenetico. Non solo pasti troppo grassi e consumati di fretta, ma spesso sbilanciati e poco vari. A incidere è anche l’eccesso di zuccheri e prodotti raffinati, in tandem con una scarsa idratazione e un movimento quasi del tutto assente. Le maniglie dell’amore sono il segnale inequivocabile che anche le diete repentine affrontate con slancio non hanno concretizzato i risultati sperati.

Solo un dannoso effetto yo-yo che ha rallentato il metabolismo e stabilizzato il grasso di troppo. Per sconfiggere questo adipe localizzato è bene colpirlo con più di una strategia, non solo fitness e movimento, ma anche un’alimentazione più sana e varia. Perché se la genetica svolge un ruolo importante nell’accumulo di grasso, incidendo con una certa predisposizione, è vero che il dimagrimento localizzato non esiste. Ma, come anticipato, bisogna far lavorare tutto il corpo così da bruciare calorie e grasso in modo regolare ed efficace. Vediamo come.

Maniglie dell’amore, come agire per sconfiggerle

Per sconfiggere le antiestetiche e poco salutari maniglie dell’amore è giusto seguire uno stile alimentare maggiormente sano, che contempli pochi grassi e zuccheri in favore di prodotti integrali, tanta frutta, verdura, proteine sane e leggere, il tutto condito da una valida idratazione utile a dissetare pelle, corpo e muscoli. I classici otto bicchieri al giorno essenziali per la salute personale, utili a diminuire la ritenzione idrica nelle donne e a garantire maggiore energia.

Come anticipato, non è possibile agire sul fisico con un dimagrimento mirato. Inoltre, il grasso localizzato potrebbe essere frutto di una predisposizione genetica o di patologie pregresse. Ma le maniglie dell’amore vanno affrontate con la giusta strategia così da prevenire malattie e problematiche legate alla loro presenza, quali patologie cardiocircolatorie e l’ipertensione. Per questo motivo un nutrizionista potrebbe trasformarsi in un valido alleato, in grado di stilare un menù personalizzato o indicare le combinazioni alimentari più utili. È sufficiente uno stile di vita più sano ed equilibrato, supportato da esercizi e fitness mirato per bruciare calorie e grasso corporeo.

Maniglie dell’amore, fitness ed esercizi efficaci

Non bastano solo addominali ma esercizi che coinvolgano l’intera muscolatura corporea, oltre a massaggi per idratare e riattivare la circolazione. A questo bisogna aggiungere anche riposo, relax e meditazione: lo stress è nemico della serenità personale e del corpo stesso, un maggiore equilibrio emotivo è la base per una stabilità corporea.

Per combattere i Muffin Top è bene attivare tutta la muscolatura così da eseguire gli esercizi mirati con maggiore tonicità. Ad esempio la corsa, il jogging, la marcia oppure il nuoto sono l’ideale per il benessere generalizzato. Per quanto riguarda gli esercizi top, ecco qualche esempio da praticare con costanza, almeno cinque giorni la settimana.

  • In ginocchio sul tappetino, con la schiena dritta si allunga lateralmente una delle due gambe, mentre si uniscono le braccia verso l’alto congiungendo i palmi delle mani. Si piega il busto verso il lato opposto alla gamba distesa, mantenendo schiena dritta braccia tese e addominali forti. Si ritorna con le braccia verso l’alto e si ripete con una sequenza di quindici flessioni, per poi ripetere sull’altro lato invertendo la posa delle gambe.
  • Sdraiati sul fianco destro, si piega il braccio a novanta gradi e si allungano le gambe con i piedi uniti e i talloni a martello. Il braccio sinistro è piegato con la mano sul fianco sinistro o con il braccio diretto verso l’alto. Con gli addominali contratti e la schiena dritta si solleva il corpo verso l’alto, mantenendo la posa e facendo forza con il braccio destro. Si mantiene per qualche secondo e si appoggia nuovamente il fianco al tappetino, per poi ripetere la sequenza per quindici volte e cambiare lato. In questo modo i muscoli obliqui lavoreranno in modo intenso agevolando un asciugatura del grasso localizzato.
  • Schiena appoggiata a terra sul tappetino, bacino leggermente sollevato con gambe unite e braccia lungo i fianchi appoggiate sul pavimento. Si sollevano le gambe verso l’altro cercando di raggiungere un punto immaginario sopra la testa, per poi appoggiare nuovamente il bacino a terra. Trenta secondi di esercizio per far lavorare gli addominali senza affaticare i reni e la zona lombare.
  • Sdraiati sul tappetino sul fianco sinistro con gambe unite e braccio sinistro disteso lungo il pavimento, appoggiate la testa sullo stesso mentre il braccio destro è piegato con il palmo appoggiato a terra. Sollevate contemporaneamente le gambe e la testa verso l’alto, sempre lateralmente, mantenendo per qualche secondo e poi appoggiate nuovamente a terra. Ripetete per 20 volte e poi cambiate lato.
  • Seduti per terra sul tappetino, sollevate le gambe da terra piegando leggermente le ginocchia ad angolo; contemporaneamente sollevate il busto tenendo tesi i muscoli di schiena e addome. Ruotate il busto a destra e a sinistra simulando con i pugni uniti l’effetto della remata, da una parte e dall’altra. Ripetete per circa un minuto.
Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
26/06/2021 15:16:41


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Bellezza

Tintarella, come raggiungere un'abbronzatura perfetta senza rischi >>>

Creme solari: come, dove e quando usarle >>>

Orticaria da freddo, come riconoscerla e curarla >>>

Seno sodo e in salute: consigli per mammelle toniche e pimpanti >>>

I migliori trattamenti d'urto anticellulite, snellenti e tonificanti da fare in casa >>>

Come prendersi cura dei capelli quando fa freddo >>>

Pelle: per prendersene cura d’inverno 6 semplici regole >>>

Come contrastare i disturbi delle gambe gonfie >>>

Capelli sani in inverno? Ecco cosa evitare >>>

I fibroblasti: cellule preziose per una pelle giovane >>>