Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista all'assessore di Caprese Michelangelo Ilaria Finocchi

"Presto la riapertura del campeggio nel nostro comune"

Print Friendly and PDF

In polizia municipale tutti i giorni a Citerna, nella giunta comunale a Caprese Michelangelo, il suo paese. Ilaria Finocchi è uno dei volti nuovi sul piano istituzionale ai quali si è affidata la patria natale del Buonarroti dal 2018 in poi, con l’elezione a sindaco di Claudio Baroni. La dottoressa Finocchi è assessore con deleghe a turismo, cultura e affari legali, svolgendo il proprio incarico con la motivazione tipica di chi, con affetto e competenza, sente di dover servire la comunità nella quale da sempre vive.  

Assessore Finocchi, come sta procedendo la sua prima esperienza politico-amministrativa?

“Diciamo bene, se ovviamente si considera che sono appunto una “esordiente” della situazione. Trattandosi di una realtà nuova per me, all’inizio è stato un po’ difficile rapportarsi, non avendo mai fatto politica, poi ci si è messo di mezzo il Covid-19, che ha bloccato ogni iniziativa proprio sui versanti dei quali mi occupo, turismo e cultura, ma non siamo rimasti fermi. Grazie al valido aiuto del direttore Gabriele Mazzi, abbiamo portato avanti un progetto per la prossima estate, dopo aver eseguito dei lavori al museo con l’allestimento delle sale”.

In che modo riesce a conciliare gli impegni professionali con quelli istituzionali e familiari?

“Adesso riesco a gestire tutto al meglio. Fino a due anni fa era un tantino più complicato, perché facevo la libera professionista, un lavoro che mi richiedeva più tempo.       Quello che svolgo attualmente mi concede più spazi, anche se da oltre un anno andiamo avanti a suon di riunioni in videoconferenza, sia in Comune che all’Unione dei Comuni. Certamente, con questa situazione tutto ha subito un rallentamento; prendiamo l’esempio dei Cammini di Francesco: dopo tre anni, siamo ancora al punto di partenza o quasi”.

Alla luce di questo, quali obiettivi si è posto il suo assessorato per il 2021?

“C’è intanto l’esigenza di farsi trovare pronti per una eventuale ripartenza estiva, come tutti ci auguriamo. L’estate passata ha ribadito un concetto: Caprese Michelangelo e i Comuni limitrofi sono sostanzialmente dei luoghi di passaggio, che debbono collaborare fra di essi per cercare di trattenere il più possibile il turista. Un tentativo è stato fatto nel 2020 con il biglietto unico per i musei della Valtiberina e del Casentino e quest’anno penso che lo riproporremo. Un altro obiettivo al quale teniamo è la riapertura del campeggio, che peraltro è l’unico presente nel nostro comprensorio. A fine 2019 è scaduta anche la convenzione, poi il 2020 ha congelato il tutto per i noti motivi e adesso dovremo rifare il bando per l’affidamento della gestione. D’altronde, il campeggio può darci un grande respiro, considerando il fatto che sul piano dell’accoglienza ristorativa Caprese conosce benissimo il fatto suo. E si capisce benissimo quanto sia fondamentale riattivare il turismo, sia per i nostri ristoratori che anche per i tanti ragazzi che le strutture ricettive riescono a occupare. Poi c’è dell’altro: l’apertura dalla prossima estate dell’ufficio turistico in una sala ubicata in fondo alla discesa del Castello, che coinvolgerà anche le associazioni nella vendita dei loro prodotti; il progetto dei Cammini di Francesco che ci vede in prima linea con l’eremo della Casella, Zenzano e San Polo e la consapevolezza di avere un territorio privilegiato per passeggiate a piedi e percorsi in mountain bike, non dimenticando il gran lavoro di ristrutturazione del Castello che vogliamo mostrare ai visitatori e che non è ancora concluso, perché vogliamo rendere accessibili le sale anche ai portatori di handicap”.

Avete da poco oltrepassato il giro di boa della legislatura: è il caso allora di stilare un bilancio di metà mandato?

“Sì. Ed un bilancio che ritengo più che positivo. Abbiamo fatto diverse cose e tante altre sono in cantiere: l’unico pericolo che si corre è semmai quello di aver messo troppa carne al fuoco con progetti e finanziamenti, ma con un sindaco come Claudio Baroni niente diventa impossibile. La sua grande dote è quella di sapersi rapportare e con il suo modo garbato riesce a portare a termine tutto ciò che viene iniziato, trovando le risposte a qualsiasi domanda e le soluzioni a ogni problema. Uno straordinario esempio di concretezza”.

Che clima si respira in consiglio comunale, anche nei rapporti con la minoranza?

“Il clima è senza dubbio buono, nonostante negli ultimi tempi – a causa del Covid-19 – abbiamo avuto meno modo di rapportarci con loro e ce ne scusiamo”.

Cosa fare per sconfiggere il Covid-19 nel più breve tempo possibile?

“Invito tutti a fare il vaccino, unico sistema per uscire dal tunnel. Credo che già in estate dovremmo respirare, grazie anche al clima atmosferico favorevole, però solo il vaccino può prevenire eventuali ricadute in autunno. E dico questo seppure Caprese abbia avuto la fortuna di essere il Comune della Valtiberina meno toccato dal virus”.

Redazione
© Riproduzione riservata
23/03/2021 08:56:12


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Milena Crispoltoni Ganganelli assessore al comune di San Giustino >>>

Mondo Economia: intervista all'imprenditore Marco Cardelli >>>

Mondo Politica: intervista a Paola Giannelli assessore del Comune di Citerna >>>

Mondo Economia: intervista all'imprenditore biturgense Claudio Mazzoni >>>

Mondo Politica: intervista a Federico Cavalli assessore al Comune di Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Economia: intervista con l'imprenditore Mauro Betti >>>

Mondo Politica: intervista ad Anna Conti assessore al Comune di Citerna >>>

Mondo Economia: intervista con l'imprenditore Paolo Baschetti >>>

Mondo Politica: intervista a Sofia Cangi assessore al Comune di Pieve Santo Stefano >>>

In ogni scatto le proprie emozioni: la fotografia di Giuseppe Paci >>>