Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista ad Alessandro Rivi esponente della Lega Valtiberina

"Il mio sogno e di dare a Sansepolcro la Giunta Comunale che merita"

Print Friendly and PDF

Con i suoi 1515 voti, è stato il candidato della Valtiberina più votato alle regionali del 20 e 21 settembre scorsi in Toscana e il terzo nella lista circoscrizionale aretina della Lega. Alessandro Rivi, 28 anni, è dal 2016 consigliere comunale di opposizione a Sansepolcro e di maggioranza in Provincia ad Arezzo, ma ricopre anche i ruoli di vicesegretario provinciale del “Carroccio” e di coordinatore dei giovani nel partito. A lui, l’analisi della situazione con assieme gli ultimi sviluppi della situazione a Sansepolcro. 

A mente fredda, gli otto punti percentuali che hanno separato Eugenio Giani da Susanna Ceccardi cosa stanno a significare?

“La Toscana è una regione storicamente rossa, con una cultura fortemente improntata a sinistra. Il 2020 poteva essere davvero un’occasione per fornire alla nostra Regione un governo diverso, con nuovi obiettivi e nuove risorse, ma il centrosinistra - soprattutto in province chiave come quella di Firenze - ha messo in atto una vera e propria chiamata alle armi, vedasi l’alta affluenza nelle zone più tipicamente rosse. E’ molto rilevante, però, che diverse province, fra cui quella di Arezzo, abbiano visto Susanna Ceccardi vincitrice su Giani, con una Lega assolutamente trainante. Questo è il chiaro sentore che territorialmente il Pd ha fallito e che non ha minimamente saputo cogliere le vere necessità dei cittadini. La Toscana non è solo e soltanto Firenze, ma la somma di tanti territori, fra cui la bellissima Valtiberina”.

Soddisfatto del risultato personale con le 1515 preferenze incamerate?

“Sono molto soddisfatto del risultato che ho ottenuto. In particolare nella mia zona, la Valtiberina, ho raccolto più di 1.000 preferenze personali, di cui quasi 600 nel solo Comune di Sansepolcro, dove sono consigliere comunale. Credo che il lavoro serio, costruttivo, graduale e ragionato dia nel tempo i suoi frutti. Ho sempre sostenuto che è importante avere idee e ideali precisi e decisi, ma che questi vadano portati avanti con le giuste modalità, seguendo i vari passaggi istituzionali necessari. Mi sono sempre interessati i fatti e la sostanza e credo che i miei elettori lo abbiano capito”.

Il centrodestra ha prevalso in tutti i Comuni della Valtiberina. Quali suggerimenti ha dato l’esito delle regionali in vista delle consultazioni elettorali di primavera a Sansepolcro e ad Anghiari?

“Credo che tutte le forze civiche e politiche che si riconoscono, anche parzialmente, in una visione di centrodestra abbiano di nuovo la prova che la cittadinanza abbia necessità di un progetto chiaro e improntato su certi principi e valori. Non si tratta solo di centrodestra e di centrosinistra, ma di chiarezza nei programmi e nelle proposte chiave. C’è bisogno di incentivare il tessuto economico, di dare ossigeno all’edilizia e all’urbanistica, di continuare a tutelare la sicurezza urbana e di insistere prepotentemente sul potenziamento del nostro distretto sanitario e sul nostro ospedale. Su queste tematiche, non deve esistere alcuna ambiguità con il Pd provinciale e regionale”.

A Sansepolcro, sulle recenti dimissioni del vicesindaco Luca Galli vi possono essere altre ragioni oltre a quelle professionali?

“Non so se dietro che le dimissioni di Galli ci sono motivi politici, ma sono convinto che dietro a queste dimissioni vi sia più di quello che il sindaco Mauro Cornioli voglia farci credere. Lo stesso Galli, in consiglio, ha dichiarato che le sue dimissioni erano state annunciate all’interno della maggioranza ben tre mesi prima della seduta stessa, ma alla data del consiglio il sindaco non ha fornito il nome del nuovo assessore. Dopo solo due giorni, è emerso il nome di Francesco del Siena, figura a mio avviso poco consona per l’assessorato che è andata a ricoprire. Onestamente parlando, credo che per il sindaco sarebbe stato molto più semplice e produttivo tenere ad interim la delega all’urbanistica e ripartire le altre deleghe di Galli fra assessori e consiglieri. Considerando il fatto che i mesi di mandato rimasti sono davvero pochi, questo è solo un “premio politico” dovuto al più fedele dei propri collaboratori”.

Favorevole o contrario all’ipotesi del nuovo parco commerciale nella zona industriale di Santafiora a Sansepolcro?

“Ne abbiamo parlato una sola volta in consiglio comunale, ma posso dire che da parte della maggioranza non vi è stata a mio avviso sufficiente chiarezza su cosa si voglia realmente realizzare in quel luogo. Anche il Pd ha preso posizione sull’argomento, invitando il sindaco ad aprire un dibattito in sede istituzionale. Per come la penso io, non vi sono preclusioni a priori su una nuova struttura, a patto però che l’attività prevista in essa non vada a interferire con il centro storico e soprattutto a penalizzare le realtà commerciali già presenti a Sansepolcro”     

Quali sono le ambizioni di Alessandro Rivi?

“Mi sono iscritto alla Lega ormai più di sei anni fa con la voglia di fare volantinaggio, di trasmettere le mie idee e la mia voglia di cambiamento. Dopo sei anni mi sono ritrovato ad essere un consigliere comunale, un consigliere provinciale con delega alla pubblica istruzione in piena emergenza Covid-19 e un candidato al consiglio regionale in una delle regioni più rosse d’Italia. Al momento, la mia ambizione più grande - mai tramontata, è quella di dare a Sansepolcro la Giunta Comunale che merita. Una giunta comunale dinamica, efficace ed efficiente, libera dai tentacoli di un Sindaco accentratore e inconcludente come Cornioli. Ho la grande ambizione di ricreare una squadra capace di governare Sansepolcro con l’inventiva e la lungimiranza di cui questa ha bisogno. Vivo questa ambizione con la consapevolezza di avere dei colleghi di partito preparati e motivati, ma anche con la consapevolezza che la squadra dovrà essere aperta a tutti quei cittadini e a quelle personalità che vogliano davvero governare in libertà e in condivisione la cosa pubblica. Sono certo che ci sarà modo di creare una squadra di governo all’altezza dei bisogni di Sansepolcro.

Redazione
© Riproduzione riservata
16/10/2020 10:48:50


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Associativo: intervista a Francesco Pittaccio presidente Calcit Valtiberina >>>

Mondo Politica: intervista ad Alessandro Rivi esponente della Lega Valtiberina >>>

Mondo Economia: intervista a Paolo Sestini >>>

Sport a tutto tondo: intervista a Luigi Mameli della Dukes Basket Sansepolcro >>>

Mondo associativo: intervista ad Andrea Cestelli della società Balestrieri Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Lara Chiarini consigliere comunale ad Anghiari >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Fabio Butali candidato sindaco ad Arezzo >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Claudio Maggini vice sindaco ad Anghiari >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Francesca Mercati >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Alessandro Casi segretario Lega Arezzo >>>