Notizie Locali Interviste locali

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Francesca Mercati

"Far funzionare la macchina comunale non é una cosa semplice, per il resto tutto ok"

Print Friendly and PDF

Capogruppo consiliare de “Il nostro Borgo”, la lista civica di maggioranza con più esponenti a Palazzo delle Laudi e consigliere delegato ai rapporti con le frazioni. Un peso importante, quello che riveste Francesca Mercati, avvocato, nella coalizione che da quattro anni appoggia a Sansepolcro il sindaco Mauro Cornioli. Le elezioni comunali del 2021 si stanno lentamente avvicinando ed è l’occasione per stilare i primi attendibili bilanci, con un occhio proiettato nel futuro.

Mercati, dopo l’evoluzione del Covid-19 cosa la preoccupa di più?

“La fine di agosto e l’inizio di settembre per due motivi: i rientri dall’estero e l’inizio delle scuole. Pensiamo soltanto a ciò che potrebbe accadere se in una scuola venisse alla luce un caso sospetto: basta e avanza per creare una situazione di allarme e per bloccare tutto. Credo quindi che l’avvio delle scuole sarà un momento molto delicato”.

Elezioni regionali in Toscana. Il pronostico è più incerto che mai: chi potrà spuntarla?

“Intanto, il pronostico è incerto perché la Lega sta ottimamente avanzando anche nel nostro territorio. Susanna Ceccardi, candidato del centrodestra, è giovane e molto motivata, per cui sarebbe sbagliato non tenerne conto. Il Partito Democratico ha commesso i suoi errori in Regione, ma ha scelto per candidato un cavallo di razza. Eugenio Giani è la miglior figura che adesso si potesse scegliere: è un esperto conoscitore della Toscana e sono convinta che saprà far presa sull’elettorato non solo del Pd e del centrosinistra, ma anche fra gli incerti. Comunque sia, sarà una bella sfida”.

Quattro anni di amministrazione a guida Mauro Cornioli a Sansepolcro. È in grado di individuare luci e ombre?

“Leggo che da più parti si stilano bilanci ed è normale che lo si faccia dopo quattro anni. Logicamente, agli avversari fa gioco dire che è il bilancio della legislatura sia negativo; d’altronde, le prossime elezioni a Sansepolcro non sono di certo lontane. Io però non ritengo che sia così: il bilancio è positivo, specie se pensiamo alle grandi opere e ai lavori pubblici. Tutti fanno i “bravi” perché il secondo ponte sul Tevere è partito tardi, ma andiamo a vedere cosa è successo: è bene ricordare che oltre al finanziamento – il che non è poco, lo riconosco – non c’era niente e poi abbiamo dovuto attendere un altro anno per i ricorsi della ditta dapprima dichiarata vincitrice e poi retrocessa. Sulla scuola elementare Collodi, non è stato un semplice completamento e ampliamento: è stato un lavoro molto più articolato, funzionale ed estetico, con assieme una palestra fruibile dall’intera città e un auditorium del quale la città sarà dotata. Se vogliamo andare a cercare le “ombre”, dico che forse avremmo potuto essere più incisivi nel far funzionare la macchina comunale, ma credetemi: non è una cosa semplice”.

Come ritiene di aver operato nell’incarico di consigliere delegato ai rapporti con le frazioni?

“Credo che tutti i residenti nelle varie frazioni di Sansepolcro abbiano apprezzato la scelta del sindaco di assegnare questo compito a una persona che in una frazione ci vive, come appunto la sottoscritta. Non ho certo fatto favoritismi perché sono di Santafiora: le esigenze che hanno le frazioni sono le stesse per tutte, soprattutto per ciò che riguarda l’utilizzo degli edifici che in passato erano sede delle scuole. Sono immobili che nelle frazioni rivestono un valore particolare, perché sono gli unici di proprietà pubblica. Noi abbiamo cercato di riqualificarli a Santafiora e ora al Trebbio”.

In vista della prossima consultazione, l’alleanza che sta governando Sansepolcro ha i giusti presupposti per continuare ad andare avanti e ci sono stati momenti di difficoltà fra di voi nel corso della legislatura?

“A livello generale, è presto per dirlo, anche perché fra di noi dobbiamo ancora affrontare l’argomento. Credo però che questa coalizione civica o politicamente variegata abbia lavorato bene, gettando un buon seme e smentendo i detrattori o quantomeno gli scettici sulla nostra capacità di andare d’accordo, perché abbiamo pensato sempre ad amministrare tenendo fuori le implicazioni politiche. L’unica circostanza nella quale abbiamo agito in maniera indipendente è stata sul conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, dove ognuno si è regolato come meglio ha ritenuto di fare; per tutto il resto, abbiamo sempre votato tutti nella stessa maniera”.

Francesca Mercati è pronta per continuare il suo impegno sul versante politico-amministrativo?

“Non lo so, ci debbo pensare, anche per una questione di scelte che si fanno nella vita. Mi limito ad affermare che l’esperienza è stata positiva e che c’è stata totale condivisione da parte mia sia con gli altri consiglieri de “Il nostro Borgo”, sia con gli assessori”.

Redazione
© Riproduzione riservata
12/08/2020 09:26:58


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Fabio Butali candidato sindaco ad Arezzo >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Claudio Maggini vice sindaco ad Anghiari >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Francesca Mercati >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Alessandro Casi segretario Lega Arezzo >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Franco Mollicchi ex assessore a Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Catia Del Furia assessore a Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Daniela Frullani ex sindaco di Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Michele Menchetti >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Francesca Mencagli >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Riccardo La Ferla ex sindaco di Anghiari >>>