Sport Nazionale Ciclismo (Nazionale)

Giornata indimenticabile quella di ieri per il ciclismo a Città di Castello

Organizzazione più forte anche del caldo. Tutti i risultati

Print Friendly and PDF

E' stata una giornata indimenticabile per il ciclismo, il giorno che segna la riapertura delle gare di ciclismo titolate, con le prime assegnazioni di tricolori su strada, 700 partenti per una cronometro: un totale di 13 ore con epilogo in notturna per la categoria promozionale degli Esordienti. Una indimenticabile festa che segna il record di presenze in una cronometro titolata che ha dato la più grande dimostrazione di efficienza organizzativa, proteggendo atleti e personale addetto dai problema di quel virus malefica che da marzo ha completamente bloccato l'attività Si diceva che la stagione fosse oramai morta, qualcosa in pista, al chiuso, senza pubblico, con partecipazioni contingentate e poi arriva il team Fortebraccio con la Collaborazione della UC Città di Castello che per questo Campionato Crono 2020, valido come 4° Trofeo SOGEPU, stravolge le paure e da una carica di emergia e fiducia a tutto il settore. Una manifestazione che dice quale sia la strada da percorrere con un Enzo Amantini, organizzatore, che mette in fila 700 partenti, scegliendo il luogo giusto e i percorsi giusti per trasformare la gara in un evento e in una festa. Non ha messo paura nemmeno il caldo terribile, il forte vendo che disturbava i corridori nella sfida contro il tempo, nemmeno la pioggia battenti per due ore che ha rimesso in discussione tutte le speranze della viglia. Non sono bastate le difficoltà del meteo per raccontare questa giornata come una sorta di imoresa della rinascita del ciclismo. Gli umbri potevano fare meglio, è vero, ma hanno avuto la sorte di essere in quella fascia di partenza allargata delle pessime condizione atmosferiche. ma nessuno ha fatto tragedie, anche se il dodalizio organizzatore ci teneva a mettere la ciliegina sulla torta. Quello che importava non era il risultato singolo ma il risultato sportivo, il fare una manifestazione che venti giorni fa sembra impresa impossibile, un evento che nessuno pensava che fosse realizzabile, per i protocolli, la sicurezza, il distanziamento. Ed eppure vi raccontiamo quello che è accaduto con tutto uil settore del ciclismo che ha recitato il proprio ruolo: con coscienza e comprensione, fino ad arrivare sul podio con la mascherina di protezione. Il tempo di scattare la foto celebrativa dei podi con i gradini messi anche oro a distanza di sicurezza e poi... si ritorna a proteggersi. Mi chiedeo che quelle foto scattate prima della consegna della maglia, passeranno alla storia, come accadrà sicuramente per questo Campionato Italiano Cronometro per under 23 e Allievi.

Il tricolore al tempo del virus è vero, ma siamo riusciti a raccontare anche questo.

Classifica Allieve Femminile

1. Federica Venturelli, piemontese del team GS FIORIN che ha percorso 7,5 km con il tempo di 10'23" precedendo sul podio Eleonora Ciabocco del team Di Federico che ha chiuso con un ritardo di 9 secondi, mentre al terzo posto e medaglia di bronzo Letizia Medori anche lei del Team Di Federico con un ritardo di 25 secondi.

La maglia di Campione Italiano Allievi Maschile  va sulle spalle di Riccardo Galante, Team Pavoncelli Auson che si impone con il tempo di 9'37" davanti a Noviero Andrea Raccagni  del gruppo sportivo Levante al traguardo con 24 secondi di ritardo, terzo è Tommaso Bessega che corre per i colori della Bustese Olona, arrivato con un ritardo di 31 secondi. Migliore piazzamento per gli umbri quello di Edoardo Burani del Team Fortebraccio, 29esimo in classifica, penalizato dalla gara disputata con vento e pioggia battente che ha chiuso con il tempo di 10'57 con un ritardo di 29 secondi dal vincitore. segue Samuele Scappini anche lui della Fortebraccio in 31esima posizione, anche per lui una gara sotto la pioggia.

Nelle gare che non erano valide per l'assegnazione dei titoli tricolori e regionali la vittoria è andata nella categoria Junior Maschile vittoria per Lorenzo Milesi della Ciclistica Trevigliese che ha chiuso con il tempo di 18'17" precedendo il compagno di squadra Davide Piganzoli che arriva al traguardo con un ritardo di 10 secondi. Terzo Alessandro Romele anche lui della Trevigliese, ritardo di classifica 22 secondi. Migliore degli umbri Matteo Laloni, 19esimo piazzamento, che precedeTommaso Rondini della Gubbio Mocaiana, 22esima posizione.

Nella Donne Junior la vittoria per Carlotta Cipressi, Re Artù General con il tempo di 21'15" davanti a Giulia Giuliani del teamLady Zuliani con un ritardo di 15 secondi, mentre la terza piazza spetta a Cristina Tonetti del VO2 Team Poink che taglia il traguardo con un ritardo di 16 secondi.

Oltre duecentocinquanta i partenti degli Esordienti, categoria promozionale per la cronometro, ammessi al via per la gara con l'uso di appendici aereodinamiche. Gara svolta praticamente in nottura su percorso di 4,5 chilometri. Nslla categoria Donne I Anno vittoria per Camilla Bezzone, piemontese della Cicli Fiorin che ha chiuso con il tempo di 8'33" precedendo la compagna di squadra  Evelin Romina Di Sciuva di appena 33 centesimi e Elisa Ferri, Toscana della Olimpia Valdarnese con un rirado di 3 secondi. Le umbre chiudono in 14esima posizione Maristella Cernicchi della Gubbio Ciclismo Mocaiana  davanti alle esordienti di casa Giuia Calderini e Noemi Lazzeri della UC Città di Castello.

Nella Donne II Anno vittoria per Anita Baima della Cicli Fiorin che completa una giorna straordinaria per il team piemontese, con il tempo di 8,30. Seconda piazza per Mia Costantini del VO2 Team Pink e Marisol della Pietà del Gruppo Sportivo Cadeo. Undicesima posizione per la l'Umbria con Elisa Brozzi della UC Città di Castello.

Gli esordienti Maschili vedono la vittoria di Manuele Migheli, toscano della Bessi Calenzano con un tempo strepitoso di 7'53" precedendo Francesco Gremonesi della Treviglianese (ritardo al traguardo di 13") e Alberto Marchetti del Team Pirata Orelli (ritardo cronometrico di 14").

Bene, molto bene gli umbri con la Nestor marsciano che mette al 9 posto Mattia Proietti Gagliardoni e Francesco Cornacchini, suo compagno di squada 11esimo in classifica generale. 25esima piazza per Giacomo Serangeli, team Specialized Terni, appena un gradino davanti a Edoardo Bolletta della UC Foligno.

Miglior tempo per il II anno per Damiano Petri della Bessi calenzano, tempo 7'36", davanti a Federico Cozzani (7'46") della termo Spezia e Francesco Giotto Banti (7'47") della Olimpia Valdarnese.

Gli umbri in classifica: Luca Mariucci e Alessandro Carbè, Team Perugia Bike, Tommaso Francescangeli, Gubbio Ciclismo Mocaiana ed Emanuele Toja della UC Foligno.

Nella foto: l'assessore allo sport del Comune di Città di Castello, Massimo Massetti e il presidente provinciale perugino del Coni, Domenico Ignozza 

Redazione
© Riproduzione riservata
02/08/2020 15:07:00


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Ciclismo (Nazionale)

Giornata indimenticabile quella di ieri per il ciclismo a Città di Castello >>>

Città di Castello: Jonathan Milan tricolore Under 23 a oltre 51 orari >>>

Ciclismo: Fci, ok ripresa ma aspettiamo chiarimenti Cts >>>

Valentino Romolini della Fortebraccio vince il memorial Vittorio Berardi >>>

Gianmarco Garofoli nuovo campione italiano Juniores >>>

Ciclismo, doping nel team di dilettanti: arrestati dirigenti di una delle maggiori squadre >>>

La Rocca di Assisi in "rosa" per il Giro d'Italia >>>

Ciclismo, Nibali: "Tour 2018, ci sarò. Il percorso è molto vario: mi piace" >>>

Froome shock: alla Vuelta salbutamolo oltre il limite. Sky: "Spiegheremo tutto" >>>