Notizie Locali Interviste locali

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Nicola Morini

"Per il dopo Bacchetta a Città di Castello il pallino é in mano alla Lega"

Print Friendly and PDF

È stato il principale sfidante di Luciano Bacchetta alle elezioni comunali del 2016 a Città di Castello, in qualità di candidato sindaco della coalizione di centrodestra. Nicola Morini era già presente in consiglio comunale, sempre all’opposizione, durante il secondo mandato dell’ex sindaco Fernanda Cecchini (2006-2011) e al momento è il capogruppo consiliare della lista “Tiferno Insieme”.

Morini, qualora dovesse maturare nel senso che Lei auspica, l’esito delle elezioni regionali di settembre sarà in grado di sparigliare le carte all’interno del governo centrale?

“Penso che sia molto difficile: anche le precedenti esperienze amministrative ci hanno insegnato più di una volta quanto sia difficile il compito di scalzare i governi, perché il potere è un collante molto forte. Fra Pd e 5 Stelle vi sono stati scontri anche vibranti, ma c’è una base culturale che tende più a sinistra che a destra, per cui penso che alla fine si andrà avanti e che semmai sarà il Pd a fagocitare il 5 Stelle”.

Quali sono i problemi che deve risolvere il centrodestra, sempre più spostato sull’asse Lega-Fratelli d’Italia e con Forza Italia che su determinati aspetti è una voce fuori dal coro?

“Anche Forza Italia la vedo morente, a prescindere dalla figura e dal carisma di Silvio Berlusconi. È un partito fuori dai giochi, anche se tiene la posizione, per cui dico che può andare bene un patto di ferro fra Lega e Fratelli d’Italia, ma che allo stesso tempo manca adesso un movimento che sappia intercettare l’elettorato di centro, pescando fra cittadini, cattolici, liberali e moderati. È una coalizione troppo spostata verso destra ed è noto che l’Italia non ami gli estremismi: più l’offerta politica è varia e meglio è, il bipartitismo ci sta troppo stretto”.

A Città di Castello terminerà fra qualche mese il mandato del sindaco Luciano Bacchetta, che arriverà a undici anni. C’è chi lo esalta per quello che ha saputo fare e chi invece lo critica anche in maniera decisa. Visto lo sbilanciamento fra i giudizi, viene da chiedersi: dove sta la verità?

“Sta che anche in questo caso il potere è stato un efficace collante. E Bacchetta è stato abile nell’usare questo collante, però si è anche vista la debolezza programmatica di un’amministrazione che già prima della parentesi Covid-19 stava evidenziando le sue difficoltà nell’arrivare alla fine del mandato, con idee che erano poche e confuse. L’incapacità di Bacchetta di avere un ruolo alle regionali ha fatto sì che adesso si stiano scatenando in diversi all’interno della coalizione”.

Con il rischio magari che il centrosinistra si ritrovi in difficoltà nel convergere verso un candidato da tutti condiviso?

“C’è il serio rischio che non emerga un personaggio forte. Si parla di Luca Secondi e di Christian Goracci, poi spunta Rosario Salvato come possibile outsider, ma sostanzialmente non esiste una sorta di “genius loci” sul quale puntare”.

Il centrodestra tenta l’ennesimo assalto alla poltrona di sindaco, ma cosa dovrà fare per spuntarla?

“Non è un compito facile, anche perché – la cosa sembrerà strana – ogni volta che si vota a Città di Castello il vento tira sempre contro il nostro schieramento e mi riferisco al contesto nazionale. Ho sempre sperato in una svolta, ma le esperienze del 2011 e del 2016 sono state chiare circa l’andamento congiunturale favorevole al centrosinistra. Che dire, poi? Il pallino in mano ce lo ha ora la Lega e aspettiamo che sia essa a fare la prima mossa, accompagnata però da un progetto amministrativo molto importante, altrimenti sarà difficile poter pensare a un ribaltone”.

Nicola Morini è pronto ricandidarsi?

“Personalmente no. In questi anni ho sacrificato fette di spazio alla famiglia e allora ho deciso che darò un supporto esterno al movimento civico “Tiferno Insieme”. Ho avuto un ruolo e sono stato ben felice di ricoprirlo: chi avrà il coraggio di farsi avanti, sa comunque che potrà contare sul mio appoggio”.    

Redazione
© Riproduzione riservata
01/08/2020 08:48:18


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Alessandro Casi segretario Lega Arezzo >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Franco Mollicchi ex assessore a Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Catia Del Furia assessore a Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Daniela Frullani ex sindaco di Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Michele Menchetti >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Francesca Mencagli >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Riccardo La Ferla ex sindaco di Anghiari >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Egiziano Andreani esponente della Lega aretina >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista con Gabriele Marconcini assessore del Comune di Sansepolcro >>>

Politica sotto l'ombrellone: intervista a Barbara Croci, segretario del Pd di Anghiari >>>