Notizie Nazionali Cronaca

Brescia, truffa in nome di Nadia Toffa: la polizia denuncia due persone

Millantavano donazioni da parte della famiglia della Iena

Print Friendly and PDF

Due persone sono state denunciate dalla polizia postale di Brescia per una truffa compiuta nel nome di Nadia Toffa, l'inviata de "Le Iene" morta a 40 anni dopo una lunga lotta contro il cancro. La coppia aveva contattato alcuni parroci della diocesi di Brescia comunicando la volontà della famiglia Toffa di donare 100mila euro alla Chiesa. Veniva poi chiesto di "sbloccare" l'eredità attraverso il versamento pari al 5% della donazione. 

La coppia, formata da un italiano e da una cinese con precedenti, fornivano ai sacerdoti i contatti di uno studio notarile per avviare le pratiche. Il tutto, però, dietro versamento di qualche migliaia di euro. Uno dei conti correnti degli indagati è stato bloccato fino al termine dell'indagine e i soldi disponibili sono stati "congelati" in attesa di essere restituiti ai due parroci che sono caduti nel tranello. 

notizia e foto tratte da Tgcom 24
© Riproduzione riservata
22/10/2019 05:40:33


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Tangenti, arrestata l’ex eurodeputato Lara Comi >>>

Rivalta, trovano buoni postali seppelliti nel giardino per 40 milioni di lire >>>

Tragedia a Orvieto, uomo uccide moglie e figlia e poi si spara >>>

San Vittore, undici agenti indagati per pestaggi >>>

Violenza sessuale al McDonald’s di via Sarpi, arrestato un inserviente >>>

Acqua alta a Venezia, sono ora due i morti. La Laguna in ginocchio >>>

“Il ponte Morandi forse crollato per il cedimento di un cassone” >>>

L’acqua alta a Venezia raggiunge i 188 centimetri, allagata anche la Basilica di San Marco >>>

Caso Cucchi, giudice si astiene dal processo sui depistaggi: “Sono un ex carabiniere” >>>

I nove mesi di Corona in affido non valgono: l’ex paparazzo dovrà scontare la sua pena in prigione >>>