Notizie Locali Eventi

Aperitivo in rosa a Città di Castello dedicato alle donne e a Monica Bellucci

La tifernate icona della bellezza, del cinema, della cultura e del made in Italy nel mondo

Print Friendly and PDF

Si chiama, croque madame, delizioso sandwich omaggio a Monica Belucci, alla Francia e Italia, a base di pancarrè, prosciutto cotto, gruyère grattugiato a scaglie, besciamella, latte caldo, farina, burro noce moscata, sale ed uovo cotto a bassa temperatura abbinato ad un cocktail Rosa. Un abbinamento originale, realizzato presso il salone del gusto della scuola di arti e mestieri Bufalini, da Sara e Catia le regine dell'aperitivo, del buon bere e buon mangiare. Un evento organizzato prima di dare inizio al nuovo corso di formazione Happy Our ? felici di insegnarvi il nostro aperitivo che già dal primo modulo è andato sold out. Tanto è stato infatti il successo che ha riscosso, costringendo gli organizzatori a programmare fin da subito una seconda edizione. Due professioniste del settore, la chef Catia Ciofo (nota chef, docente di cucina che ama abbinare la musica alle sue creazioni culinarie) e la barlady Sara Polidori (campionessa del mondo, da oltre venti anni docente presso la scuola di arti e mestieri) sono salite in cattedra ed hanno messo a disposizione degli iscritti al corso, in prevalenza donne, le loro preziose conoscenze svelando i segreti dell'arte della preparazione degli aperitivi. Uno staff "rosa" dunque ha svelato quei piccoli trucchi del mestiere utili per inaugurare l'arrivo della bella stagione, in cui gli incontri con gli amici, i brindisi dopo il lavoro e gli aperitivi lunghi che poi diventano cena sono all'ordine del giorno. Il presidente della scuola di arti e mestieri, Bufalini, Giovanni Granci, è intervenuto con tanto di dedica a tutte le donne e a Monica Bellucci, "orgoglio" tifernate e icona delle eccellenze made in Italy nel mondo. "Abbiamo avvertito il bisogno di un cambio di passo e di una risincronizzazione tra il passato e il presente quest'ultimo pervaso da altri codici linguistici e visivi ? precisa Granci - Un cambio di rotta attraverso una comunicazione più efficace, utilizzando tutti quegli stilemi propri di una modernità così da poter far innalzare il percepito di un istituto che - di fatto - è assolutamente moderno ed concreto nella preparazione ad arti e mestieri di grande rilievo e molto richiesti dal mercato". La prima edizione del corso ha suscitato un grande interesse e continuano ad arrivare le richieste di partecipazione, pertanto è stata già istituita una seconda edizione del corso, sempre con le regine dell'aperitivo Catia Ciofo e Sara Polidori. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare direttamente il centro di istruzione e formazione professionale asp G.O. Bufalini allo 075.8554245, oppure inviando una email all'indirizzo info@gobufalini.it.

Notizia tratta da corrieredellumbria.it
© Riproduzione riservata
19/05/2024 11:11:02


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Eventi

Tre giornate dedicate al fantasy con il Leprechaun Magic Festival >>>

Porta del Foro aprirà la 145esima Giostra del Saracino, quella dedicata a Vasari >>>

Mostra e convegno su Giacomo Matteotti a Città di Castello >>>

Anghiari, Palio della Vittoria: tante novità per i vent'anni e record di presenze >>>

“Fly Therapy” all'aviosuperficie di Sansepolcro grazie al Lions Club >>>

Presentati i candidati al Premio Nazionale “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” 2024 >>>

Paolo Ruffini con "Up&Down" chiuderà il Berta Music Festival 2024 >>>

Arriva “Hystrix Trail”, Sfida le 3 Regioni: il progetto parte da Sansepolcro >>>

Al via la rassegna letteraria estiva “Martedì d’autore sotto le stelle” a Bagno di Romagna >>>

Alla scuola di arti e mestieri Bufalini rivivono l’atmosfera e i sapori dei convivi dell’antica Roma >>>