Notizie Locali Comunicati

Complesso immobiliare C.E.N. di Bocca Serriola, avviso pubblico per l’affidamento

Afor Umbria ha emanato la procedura per l’affidamento in regime di concessione di valorizzazione

Print Friendly and PDF

L’Agenzia Forestale Regionale dell’Umbria – tramite determinazione dirigenziale (n° 2043 del 16-04-2024) - ha emanato un avviso pubblico per l’affidamento in regime di concessione di valorizzazione del complesso immobiliare C.E.N. (Centro Escursionistico Naturalistico) di Bocca Serriola (Comune di Città di Castello). 

Il C.E.N., poco distante dal valico di Bocca Serriola, nell’area denominata “La cima” (circa 800 m s.l.m.), si trova lungo una strada vicinale in posizione rilevata ed appartata rispetto alla Sr 257 “Apecchiese”. Il complesso - punto strategico per l’escursionismo dell’Appennino e tappa del noto ‘sentiero Italia’ - è costituito da due fabbricati, alcuni annessi e relativi terreni di pertinenza. 

L’edificio “Ex villa padronale” - 415 mq circa - è composto da: piano terra con sala ristoro, cucina, dispensa, servizi igienici (uno accessibile a disabili) e sala comune (ex posto tappa C.A.I.); 1° piano con ufficio, soggiorno e camino, sala lettura/proiezioni, cucinino, 6 camere e servizi igienici; 2° piano con cappella privata e appartamento con soggiorno, angolo cottura, 4 camere, 2 bagni e soffitta. L’edificio è stato gestito ed utilizzato in concessione come centro escursionistico fino a pochi anni fa ed appare in discreto stato conservativo. Nel 1998 è stato rilasciato il Certificato di Agibilità generale. L’edificio “Ex casa del fattore” - 315 mq circa - si sviluppa invece su due livelli ed è costituito da 4 appartamenti con accesso indipendente (due a piano terra e due al 1° piano), ciascuno con soggiorno, cucina, due camere e bagno. 

Tra gli annessi vi sono: una neviera o ghiacciaia, con struttura portante in muratura di pietra; un piccolo fabbricato adibito a forno a legna coperto; un piccolo fabbricato (ex pollaio); una parete da arrampicata sportiva con pannelli di legno resinati e differenti caratteristiche tecniche. L’“ex villa padronale”  e l’annesso “neviera”, con Decreto del 10.02.2016 sono stati sottoposti a vincolo di interesse culturale (ai sensi dell’art. 12, D. Lgs. 42/2004). 

Può partecipare alla procedura chiunque sia in possesso dei requisiti da comprovare con la presentazione della documentazione amministrativa allegata all’avviso, pubblicato sul sito www.afor.umbria.it alla sezione “Bandi e Avvisi” (https://www.afor.umbria.it/bandieavvisi/avviso-pubblico-per-laffidamento-del-complesso-immobiliare-c-e-n-di-bocca-serriola-in-citta-di-castello/). Gli interessati dovranno presentare domanda di partecipazione compilata sull’allegato 4 (sempre reperibile sul sito di Afor Umbria) e indirizzata ad “A.fo.R. - Via Pietro Tuzi 7 - 06128 Perugia” entro e non oltre il 27 maggio alle ore 12. 

Il contratto di concessione avrà la durata di massimo 30 anni decorrenti dalla sottoscrizione dello stesso. Il valore del canone annuale posto a base d’asta è stabilito in 8.400 euro annui.

Redazione
© Riproduzione riservata
19/04/2024 14:19:33


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

La caduta del pino a Umbertide è un campanello di allarme >>>

Aperti a Castiglion Fiorentino due “Punti di Facilitazione Digitale” >>>

Ultimi incontri nei quartieri per la candidata sindaco del Centrosinistra Valentina Vadi >>>

25 maggio, Giornata internazionale dedicata ai bambini scomparsi >>>

Il candidato sindaco a Subbiano Lucacci fa visita ad alcune aziende >>>

Affidamento di aree verdi pubbliche da parte del Comune di Sansepolcro >>>

Rossi (Lega): Realizzare una rotatoria a San Giuliano di Arezzo >>>

Sagra del Prugnolo a Pieve Santo Stefano: cibo non tracciato e conservato in maniera non idonea >>>

Centro storico, sviluppo commerciale, economico e occupazionale >>>

Coldiretti Toscana e Arezzo premia gli agricoltori-sentinelle della sostenibilità >>>