Notizie Locali Eventi

VespArezzo: il raduno del Primo Maggio farà tappa a Poppi

Giunta alla ventitreesima edizione, tornerà a riunire vespisti dall’Italia e dall’estero

Print Friendly and PDF

Il Primo Maggio aretino sarà nuovamente all’insegna dei motori e del vintage. La festa dei lavoratori sarà caratterizzata dal tradizionale raduno VespArezzo che, giunto alla ventitreesima edizione, riunirà centinaia di vespisti dall’Italia e dall’estero per una giornata all’insegna dell’aggregazione, del divertimento e della scoperta del territorio. Una colorata carovana di Vespa di ogni epoca e di ogni modello sarà diretta verso Poppi, con la finalità di andare a proporre un ideale collegamento artistico e culturale tra la città che ha dato i natali a Giorgio Vasari e il borgo che ha ospitato il sommo poeta Dante Alighieri, omaggiando così due personalità fortemente collegate alla provincia di Arezzo.

Il VespArezzo, promosso dal Vespa Club Arezzo con i patrocini dei Comuni di Arezzo e di Poppi, configura una delle più importanti e partecipate occasioni di ritrovo per gli appassionati di questo iconico mezzo di trasporto, con la presenza anche di rappresentanti di club da Paesi quali Belgio, Francia e Svizzera. Il ritrovo di mercoledì 1 maggio è previsto dalle 8.00 al Prato di Arezzo per la consegna dei kit, per la colazione, per la benedizione di don Alvaro Bardelli e per il saluto dell’assessore allo sport Federico Scapecchi, poi i vespisti accenderanno i motori per una sfilata tra le vie del centro storico cittadino e per un giro turistico verso il Casentino. La prima tappa sarà ai giardini adiacenti al castello di Poppi dove i partecipanti potranno visitare uno dei borghi più belli d’Italia dominato dall’antico maniero dei Conti Guidi, poi saranno previsti l’aperitivo e le premiazioni. La giornata, sostenuta dai main sponsor Atam e Assicurazioni Generali Minozzi, troverà il proprio epilogo alle 13.30 con un pranzo a base di sapori locali a cura della Pro Loco di Poppi che terminerà con i saluti finali e con l’arrivederci alla ventiquattresima edizione del 2025. Il raduno del Primo Maggio sarà anticipato martedì 30 aprile dall’apertura degli stand al Prato per le iscrizioni e da una cena conviviale per proporre un primo momento di incontro; per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.vespaclubarezzo.it. «Il VespArezzo 2024 - ribadisce Roberto Sestini, presidente del Vespa Club Arezzo, - farà tappa in Casentino: il collegamento tra Arezzo e Poppi sarà un’occasione per omaggiare il genio di Vasari con un percorso nella sua città e per portarlo simbolicamente al castello che ha ospitato Dante. Il raduno è ormai l’evento maggiormente iconico del Primo Maggio di Arezzo e, anno dopo anno, varia il percorso per far conoscere angoli sempre diversi del territorio in sella a una Vespa che tornerà così a essere uno strumento di aggregazione, divertimento, socialità e sviluppo turistico locale».

Redazione
© Riproduzione riservata
17/04/2024 12:59:13


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Eventi

Don Antonio Coluccia incontra i ragazzi delle scuole di Montevarchi >>>

Aperitivo in rosa a Città di Castello dedicato alle donne e a Monica Bellucci >>>

Inaugurata alla Rocca di Umbertide la mostra d'arte contemporanea "Treartistesei" >>>

Castiglion Fiorentino: domenica la Giornata del Donatore con l’Avis >>>

Saggi finali ed open day per la scuola di musica Puccini di Città di Castello >>>

A Ponte alla Piera una camminata in "memoria di Marco Gigli" >>>

La Repubblica di Cospaia si prepara alla grande festa della rievocazione storica >>>

Retrò e motori: domenica tutta da vivere nel centro storico di Città di Castello >>>

La compagnia del Polvarone a Monterchi per la rassegna "Paesi a Teatro" >>>

Nuovo sold out per il “Custode della Memoria” >>>