Notizie Locali Altre notizie

Romanae Disputationes, primo posto al concorso nazionale per il Liceo Sesto Properzio di Assisi

Alunni: Fiera per la vittoria e per la partecipazione a un momento che stimola gli studenti

Print Friendly and PDF

I ragazzi e le ragazze della 4B S (indirizzo scienze umane) del Liceo Properzio di Assisi sono tra i vincitori dell’undicesima edizione del concorso nazionale di filosofia Romanae Disputationes tra gli oltre 1000 studenti e docenti da tutta Italia che si sono riuniti presso il Teatro Duse di Bologna per il convegno finale del percorso iniziato a settembre sul tema: “Quid est tempus?”.

Dopo la lezione inaugurale del prof. Adriano Fabris (Università di Pisa) a settembre, tra i 6000 studenti partecipanti si sono formati oltre 200 team che hanno elaborato un contenuto filosofico originale in forma scritta o video o monologo, e si sono preparati al torneo di disputa filosofica Age contra. Nella convention finale che si è tenuta il 20 e 21 marzo, si sono susseguite lezioni, dialoghi con esperti, esibizioni dei monologhi, musica e sfide di dispute filosofiche, per arrivare alle attesissime premiazioni.

Arianna Gatti, Laura De Sanctis, Martina Cianetti, Lavinia Orfei, Agnese Peruccaccia, Alberto Piccardi, Serena Giulio, Marta Marconi, Erica Stefania Gheorghe, Vittoria Formisano , Martina Maggio, Aida D’Alessandro, accompagnati dalla profesoressa Maria Chiara Leone, hanno nello specifico conquistato il primo posto nella categoria video junior con un cortometraggio filosofico dal titolo “Time Masters”. “Intrigante ed originale il meccanismo del gioco da tavolo che proietta il cortometraggio in una dimensione fantasy in cui le regole del gioco dettano l’andamento del tempo. Ottimo uso delle inquadrature e delle strutture narrative del montaggio”, il plauso della giuria. Link diretto al video - https://www.youtube.com/watch?v=A_3WOKzzYjc&feature=youtu.be

“Sono molto fiera dell’impegno dei miei studenti e di tutto il corpo docente - le parole della dirigente scolastica, Francesca Alunni - per questa vittoria ma soprattutto per la partecipazione a questi momenti che accogliamo e promuoviamo per il loro significato formativo: vincere ci fa piacere, ma l’obiettivo è di stimolare gli studenti a misurarsi con sé stessi e con gli altri, per riflettere su tematiche che si rivelano sempre attuali acquisire metodi e capacità argomentative che sono necessarie per gli alunni e indispensabili per i futuri cittadini”. 

“Romanae Disputationes è un progetto preziosissimo per la scuola italiana – afferma Marco Ferrari, ideatore e direttore del Concorso – perché chiede di lavorare in team, di approfondire le competenze riflessive, nel pensiero critico e nel saper mettere in discussione le proprie convinzioni. Le ragazze e i ragazzi si confrontano, insieme e nel tempo libero, per approfondire problemi troppo spesso relegati all’ora di lezione e che hanno un significato essenziale per la vita, come la domanda “Quid est tempus?”. Le Romanae Disputatione portano la scuola fuori dalla scuola, all’università, al Teatro Duse di Bologna, a conoscere scuole di tutta Italia, a fare filosofia e a farla tutti insieme” 

Romanae Disputationes lavora in collaborazione con Università Cattolica del Sacro Cuore, Istituto Toniolo, Incontri Esistenziali, CIMEA, Lavoropiù Spa, Edulia Treccani Scuola, Loescher editore, Laterza scolastica, Diesse, Cineteca di Bologna, Fondazione De Gasperi, Fondazione RUI, Pandora Rivista, Museo Nazionale del Cinema, Jonas ONLUS, Parole O_Stili, Dire, fare, insegnare, Filò, Teatro Duse, si ringrazia Banca di Bologna, e  con il patrocinio di Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Università degli Studi di Padova, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università degli studi di Bari Aldo Moro.

Redazione
© Riproduzione riservata
25/03/2024 16:18:11


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

La bella storia di Leo, il cane cocker spaniel di Città di Castello cieco da oltre tre anni >>>

Anas: in Umbria sensori per il monitoraggio di ponti e viadotti >>>

Il foianese Pierfrancesco Vanni è Campione italiano di paracadutismo >>>

Torna l’appuntamento con la raccolta alimentare nei punti vendita Unicoop Firenze >>>

Festa dei Ceri a Gubbio: effettuati 40 interventi sanitari >>>

Bibbiena, collocata una panchina rossa contro la violenza di genere >>>

Alpe della Luna: leggenda, storia e la sua morfologia >>>

La caccia in Umbria aprirà domenica 15 settembre >>>

Aperitivo “rosa”. Sara e Catia le “regine” dell’aperitivo, del buon bere e buon magiare >>>

La vita è bella con l’energia dei giovani aretini. Sabato due scuole a Uno Mattina >>>