Notizie Nazionali Cronaca

Sgominata dai carabinieri in Puglia una rete di scavi clandestini e traffico di reperti archeologici

Recuperati oggetti di inestimabile valore. Emesse 21 misure cautelari

Print Friendly and PDF

Tombaroli, ricettatori di zona (1° livello) e areali (2° livello), trafficanti internazionali: questa la composizione dell'organizzazione criminale, la classica filiera di questo fenomeno delinquenziale, sgominata questa mattina dai carabinieri del Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale che hanno eseguito in diverse regioni d'Italia, in collaborazione con il Raggruppamento Operativo Speciale di Roma, con l'Arma competente per territorio e con lo Squadrone eliportato carabinieri 'Cacciatori Puglia', un'ordinanza cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della Procura della Repubblica dello stesso Tribunale, nei confronti di 21 persone tutte, a vario titolo, ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata allo scavo clandestino, furto, ricettazione ed esportazione illecita di reperti archeologici e numismatici.

L'inchiesta è stata denominata 'Canusium'. Contestualmente sono state svolte una cinquantina di perquisizioni disposte dall'ufficio giudiziario inquirente tranese nel centro e nel sud Italia. In tutto sono 51 gli indagati. L'ordinanza costituisce il risultato di una indagine, condotta dal Nucleo per la tutela del Patrimonio culturale dell'Arma di Bari. L'attività investigativa è stata avviata nel 2022 a seguito dell'individuazione nelle campagne di Canosa, mediante la componente aerea dell'Arma pugliese, di diversi scavi clandestini. L'inchiesta, sviluppata e ampliata, anche sul piano internazionale, a partire dallo scorso autunno, è stata supportata da attività tecniche, dinamiche e telematiche. L'organizzazione, con basi operative nella provincia di Barletta-Andria-Trani, con diramazioni in Campania, Lazio e il resto della Puglia, aveva avviato un canale commerciale fiorente di monete archeologiche che, frutto di scavi clandestini eseguiti in Puglia e Campania, venivano poi cedute dai vari ricettatori ai diversi trafficanti internazionali, i quali provvedevano a immetterle sul mercato illecito globale, attraverso case d'asta estere.

Nel corso delle investigazioni sono state recuperate e sequestrate diverse migliaia di reperti archeologici, tra ceramiche e monete archeologiche in oro, argento e bronzo, 60 tra metal detector e arnesi idonei allo scavo clandestino, nonché documentazione contabile che attesta le transazioni illecite in Italia e con l'estero. Le misure coercitive e le perquisizioni sono state eseguite in più comuni di Abruzzo, Basilicata, Campania, Lazio e Puglia. Durante le investigazioni si è rivelata di fondamentale importanza la consultazione della 'Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti' del Ministero della Cultura, in via esclusiva gestita, alimentata e sviluppata sul piano tecnologico dai carabinieri dell'Arte. Si tratta del database più grande del mondo nel suo genere, con oltre 1.3 milioni di files relativi a opere da ricercare.

Il presidente di Confindustria Puglia, Fontana: “Canosa non è terra di predoni”
«Canosa di Puglia non è terra di predoni. Lo Stato c'è ed è presente: lo ha dimostrato oggi l'operazione 'Canosium'. Da cittadino di Canosa di Puglia e da imprenditore devo ringraziare lo Stato per questa azione di difesa della ricchezza archeologica del territorio, che non serve solo alla tutela della memoria storico-artistica ma anche alla crescita del turismo e dell'economia del paese». Lo dichiara in una nota il presidente di Confindustria Bari e Bat e della Fondazione archeologica canosina, Sergio Fontana.

Il ministro della Cultura Sangiuliano: “Complimenti ai carabinieri”
«Complimenti ai Carabinieri del Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale per la brillante operazione contro un'organizzazione criminale di tombaroli, ricettatori e trafficanti internazionali di reperti archeologici», ha detto in merito all’operazione dei carabinieri il ministro della cultura, Gennaro Sangiuliano.

 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
25/05/2023 05:35:28


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Donna buttata giù dal cavalcavia. "Giada e Andrea dovevano sposarsi, ma lei aveva annullato tutto" >>>

Campi Flegrei, sisma di magnitudo 4.4, la scossa più forte da 40 anni. Panico e fuga nelle strade >>>

Bimbo ucciso dal pitbull. "Orrore di urla e sangue" >>>

Chico Forti rientra oggi in Italia. "Per me ora comincia la rinascita" >>>

Franco di Mare è morto: il "sì" a Giulia come ultimo atto d'amore dell'angelo di Sarajevo >>>

Ritrovato il capolavoro di Michelangelo di cui si erano perse le tracce: era in un caveau di Ginevra >>>

Lasciò morire di stenti la figlia, Alessia Pifferi condannata all'ergastolo >>>

Minorenni trasformate in prostitute, 10 arresti a Bari. Finiti ai domiciliari anche due clienti >>>

Mentana minaccia in diretta le dimissioni. Lo scontro con Lilli Gruber diventa uno scontro con La7 >>>

Ai domiciliari il governatore della Liguria Toti: le pesanti accuse >>>