Notizie Nazionali Cronaca

Naufragio di Cutro, le vittime salgono a 86: recuperato il corpo di una bimba

La tragedia in mare davanti alla Calabria lo scorso 26 febbraio

Print Friendly and PDF

È arrivata a 86 la conta dei morti nel naufragio di Cutro, avvenuto il 26 febbraio in una notte di tempesta. Questa mattina sono stati trovati altri cinque 5 corpi, tre adulti e due bambini, da vigili del fuoco e guardia costiera, ancora impegnati nelle ricerche. Tra le 8.30 e le 8.45 un bambino e un adulto sono stati recuperati dai guardiacoste, mentre personale dei vigili del fuoco ha trovato il cadavere di un adulto, poi di un adulto e una bambina tra le 9/9.30.

L'ultima bimba recuperata è la trentacinquesima vittima minore della tragedia dei migranti. Il barcone, secondo quanto è stato ricostruito, si era allontanato dalla costa per evitare di essere intercettato. Poi la brusca manovra dei trafficanti di uomini, quando hanno visto le luci delle imbarcazioni italiane, nel timore di essere intercettati. E lo schianto contro gli scogli della secca, che ha portato la barca a rompersi irrimediabilmente, con i migranti caduti in mare. 

Procedono le operazioni per il trasferimento delle salme delle vittime del naufragio di Steccato di Cutro. Al Palamilone di Crotone, che è stato utilizzato come camera ardente sin dal giorno della tragedia, una trentina le salme in attesa di essere identificate. Di queste 9 saranno trasferite entro la serata. Per le altre si prevede l'espatrio. Una salma andrà in Pakistan, una Palestina, quattro in Iran e 22 in Afghanistan, al momento. Nell'impianto sportivo restano ancora da identificare vari corpi. Il lavoro dei tecnici della polizia scientifica di Crotone prosegue senza soste per cercare di dare un nome a tutte le vittime della tragedia nonostante i corpi, rimasti per giorni in balia del mare, siano ormai irriconoscibili. Gli agenti stanno esaminano con cura ogni particolare: dagli abiti rimasti addosso ai cadaveri, ad eventuali gioielli (orecchini o anelli) ed anche segni particolari. Non si fermano intanto le ricerche dei disperse che proseguono nella zona del naufragio lungo una linea di costa di oltre 13 km considerato che oggi sono stati recuperati alcuni corpi che si trovavano su direzioni opposte, uno verso Nord, nella zona tra Steccato e Praialonga, e l'altro molto più a sud dopo la foce del Fiume Tacina. All'appello mancherebbero ancora una ventina persone, secondo le testimonianze. Ma sicuramente nell’imbarcazione c’erano anche migranti che viaggiavano soli e per questo non è facile riuscire a ipotizzare con precisione quanti possano essere i corpi ancora da recuperare. 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
15/03/2023 19:30:46


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Donna buttata giù dal cavalcavia. "Giada e Andrea dovevano sposarsi, ma lei aveva annullato tutto" >>>

Campi Flegrei, sisma di magnitudo 4.4, la scossa più forte da 40 anni. Panico e fuga nelle strade >>>

Bimbo ucciso dal pitbull. "Orrore di urla e sangue" >>>

Chico Forti rientra oggi in Italia. "Per me ora comincia la rinascita" >>>

Franco di Mare è morto: il "sì" a Giulia come ultimo atto d'amore dell'angelo di Sarajevo >>>

Ritrovato il capolavoro di Michelangelo di cui si erano perse le tracce: era in un caveau di Ginevra >>>

Lasciò morire di stenti la figlia, Alessia Pifferi condannata all'ergastolo >>>

Minorenni trasformate in prostitute, 10 arresti a Bari. Finiti ai domiciliari anche due clienti >>>

Mentana minaccia in diretta le dimissioni. Lo scontro con Lilli Gruber diventa uno scontro con La7 >>>

Ai domiciliari il governatore della Liguria Toti: le pesanti accuse >>>