Notizie Locali Comunicati

‘Tante parole e pochi fatti’: secondo consiglio comunale a Monte San Savino

Il gruppo ‘Monte al Centro’ preoccupato per la nuova gestione del Comune

Print Friendly and PDF

Secondo consiglio comunale per la nuova giunta del comune di Monte San Savino, guidato da Gianni Bennati. ‘Un incontro, quello di mercoledì 27 luglio, ‘a senso unico’ – sottolinea il consigliere comunale Claudio Valdambrini, candidato sindaco alle ultime elezioni con la lista ‘Monte al Centro’ – dove le nostre opinioni e osservazioni sono rimaste pressoché inascoltate. Il lavoro dell’opposizione sarà molto faticoso con questi presupposti’.

All’ordine del giorno del consiglio comunale la votazione del ‘Piano economico finanziario del servizio rifiuti per l’anno 2023 ai fini TARI e PEF pluriennale ARERA 2022-2025’. Una presa d’atto poiché il documento è redatto dagli organi competenti, ‘ma quello che vogliamo sottolineare – spiega Valdambrini – è che nessuna osservazione è stata inserita o elaborata da parte della nuova giunta’.

Il tema dei rifiuti è stato il cavallo di battaglia in campagna elettorale della lista ‘52048 Rinasci’. Una ‘rivoluzione’ avrebbero fatto sul tema dei rifiuti, e invece? All’ultima riunione della società ATO (autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani), l’unica da quando si è insediata la nuova giunta, il nostro sindaco (o un delegato) non si è presentato. ‘Con il nuovo documento approvato in consiglio, sono stati apportati solo nuovi aumenti – spiega Valdambrini- e il nostro comune li ha accettati senza elaborare nessuna strategia, soluzione, atto che dimostrasse la buona volontà nella riduzione delle tariffe’.

Altro punto fondamentale di ‘confronto’ (se così possiamo dire) all’ultimo consiglio comunale è quello dell’approvazione del bilancio 2021 dell’azienda speciale ‘Monteservizi’ e dell’attribuzione di compensi ai nuovi componenti del consiglio di amministrazione.

‘Questo è un altro tema che ci sta particolarmente a cuore e che più volte abbiamo affrontato in campagna elettorale - continua Valdambrini – il nostro gruppo consiliare in sede di voto  per l’approvazione del bilancio si è astenuto poiché noi abbiamo sempre sostenuto che l’attività principale da cui provengono i proventi dell’azienda è la farmacia comunale del Borghetto pertanto tutti gli utili che si producono dovrebbero sostenere attività socio – sanitarie. Nel 2021 invece di avere un utile di circa 100.000 euro, quello prodotto dalla farmacia, la società ha chiuso con un utile di soli 2.078 euro! La differenza è stata utilizzata per la promozione e l’organizzazione di eventi culturali, per la scuola di musica, etc. Noi non vorremmo in alcun modo diminuire gli eventi culturali e le manifestazioni che possano attrarre turisti nel nostro comune, anzi. Vorremmo solo razionalizzare il servizio. I fondi per questi tipi di eventi devono e possono essere trovati in altri ambiti, lasciando quelli provenienti dalla farmacia al riutilizzo in ambiente sanitario’.

Non solo, sono stati assegnati dei compensi ai componenti del consiglio di amministrazione, 6000 euro lordi annui per il presidente, 4000 per i consiglieri, ‘per incentivare il loro lavoro, per responsabilizzarli, per qualificare il loro lavoro’, ha sottolineato l’assessore Roggiolani. Ma perché dare un compenso a chi dovrebbe ricoprire questa carica? Chi fino ad oggi ha composto il consiglio lo ha fatto in modo non remunerativo, con ottimi risultati, solo per ‘senso civico’. È un’occasione questa per mettere al servizio della comunità la propria preparazione e professionalità. ‘Il nostro gruppo consiliare, al momento della votazione, ha espresso parere contrario all’attribuzione dei compensi. Si poteva – conclude Valdambrini - magari, pensare ad un gettone di presenza’. Il sindaco Bennati ha scelto i componenti, in primis, per un rapporto fiduciario. Ci auguriamo che i profili indicati siano all’altezza delle aspettative. Non vediamo l’ora di poterli vedere al ‘lavoro’, nel vero senso della parola...essendo ‘pagati’ la comunità vorrà sicuramente vedere dei risultati più che eccellenti.

Dovranno, senza ombra di dubbio, anche aumentare l’utile a fine anno, altrimenti con i compensi attuati e un utile come quello dello scorso anno l’azienda avrebbe difficoltà a livello economico.

Redazione
© Riproduzione riservata
04/08/2022 16:26:32


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

"La Regione è vicina agli agricoltori della Valtiberina danneggiati dalla grandine" >>>

Italia Viva Valtiberina: “Eaut, un’altra occasione persa per il nostro territorio” >>>

Agricoltura Aretina, è la conta dei danni: la Cia al lavoro per stime >>>

“Per l’area Sadam c’è voluto il fresco per svegliare il sindaco Agnelli” >>>

Primo passo di Città di Castello nel circuito internazionale delle Città della Ceramica >>>

Maltempo in Toscana, codice giallo esteso fino a venerdì >>>

Castiglion Fiorentino, dall'amministrazione massima attenzione per l'area ex zuccherificio >>>

San Giustino, con il PNRR finanziato un nuovo asilo >>>

Il parco nazionale delle Foreste casentinesi ospite del numero in edicola di Topolino >>>

UNIPG, istituiti laboratori per futuri geometri laureati in tutta l'Umbria >>>