Motori Auto

Ranger Raptor: per uomini duri

Fonde la potenza con il massimo della precisione meccanica e tecnica

Print Friendly and PDF

La scorsa settimana è stato finalmente svelato l‘attesissimo Ford Ranger Raptor di nuova generazione. Costruito per dominare le dune del deserto, affrontare le montagne ed eccellere in tutte le situazioni tra questi due estremi, Ranger Raptor di seconda generazione alza l’asticella delle prestazioni off-road, rivelandosi un pick-up costruito per veri appassionati. Sviluppato da Ford Performance, il nuovo Ranger Raptor è la versione più performante del pick-up più venduto dell’Ovale Blu.

Con una tecnologia più intelligente che controlla la struttura più rigida e di nuova generazione, Ranger Raptor fonde la potenza con il massimo della precisione meccanica e tecnica per creare il Ranger più avanzato di sempre. “Con il Ranger Raptor di nuova generazione ci siamo concentrati in particolare sulla realizzazione di un veicolo dalle prestazioni autentiche”, ha detto Dave Burn, Chief Programme Engineer di Ford Performance, “significativamente più veloce e ricco di nuovi elementi: il Ranger più resistente che abbiamo mai realizzato”. Gli appassionati europei dl Ranger hanno un motivo speciale per festeggiare, poiché Ranger Raptor è il primo modello della gamma di nuova generazione Ranger a essere lanciato in Europa, con consegne ai clienti previste a partire dall’ultimo trimestre del 2022.

Nuovo propulsore

La più grande novità per gli amanti delle performance estreme è l’introduzione del nuovo motore a benzina EcoBoost V6 biturbo da 3 litri messo a punto da Ford Performance, capace di produrre 288 cv e 491 Nm di coppia. Il motore EcoBoost V6 biturbo da 3 litri vanta un blocco cilindri in ghisa compattata, che è circa il 75 per cento più resistente e fino al 75 per cento più rigido del ferro usato nelle fusioni tradizionali.

Ford Performance ha assicurato che il motore offre una risposta immediata agli input dell’acceleratore e un sistema anti-lag tipico delle vetture da corsa, simile a quello visto per la prima volta sulla Ford GT stradale e sulla Focus ST, che consente una rapida erogazione della spinta, quando necessario.

Il nuovo sistema anti-lag, disponibile con la modalità Baja, mantiene i turbocompressori in rotazione per un massimo di tre secondi, consentendo una più rapida ripresa in uscita dalle curve o nei cambi di marcia quando il conducente toglie il piede dall’acceleratore.

Inoltre, il motore è programmato con un profilo di sovralimentazione individuale per ciascuna delle marce dell’avanzato cambio automatico a 10 velocità, allo scopo di ottimizzare le prestazioni.

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
01/03/2022 06:37:00


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Auto

Maserati Grecale e MC20 Cielo scalano la collina del Goodwood FOS >>>

Suzuki Jimny Pro T2, tra off-road e una nuova dimensione sportiva >>>

Nuova serie speciale Suv Citroën C3 Aircross Rip Curl >>>

Al via gli ordini di Nissan Juke Hybrid >>>

Arriva in Italia la nuova Citroën C5 X >>>

Dacia Sandero è la vettura più venduta nel primo quadrimeste del 2022 >>>

Maserati Grecale: la svolta del Tridente >>>

Cambio gomme: arriva il momento di montare le estive >>>

Alfa Romeo Tonale: Edizione Speciale che verrà proposta nella configurazione Hybrid >>>

Ford è il marchio straniero più amato dagli italiani nel 1° trimestre >>>