Notizie Locali Comunicati

Umbertide: la “Di Vittorio” riconfermata dall’Unicef “Scuola amica dei bambini”

I percorsi attuati sono rivolti alla promozione della salute globale del bambino

Print Friendly and PDF

Riconfermata anche quest'anno per il II Circolo “Giuseppe Di Vittorio” di Umbertide la prestigiosa certificazione di “Scuola amica dei bambini e dei ragazzi” in occasione dell'annuale appuntamento organizzato dall’Unicef Comitato regionale Umbria. Proprio in questi giorni, infatti, la scuola ha accolto con gioia la visita della presidente dell’Unicef Perugia, Iva Catarinelli, che ha voluto consegnare personalmente agli alunni il prestigioso riconoscimento. Si è trattato di un momento particolarmente emozionante e molto sentito dai bimbi del II Circolo che da anni sono protagonisti del progetto "Noi cittadini del mondo” rivolto alla promozione e allo sviluppo di competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica, valorizzando l'educazione interculturale e la pace, nel rispetto delle differenze e a favore del dialogo tra le culture. Un lavoro continuo, dunque, volto alla diffusione e all’attuazione della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza. In particolare la Di Vittorio persegue importanti obiettivi che mirano alla realizzazione del completo benessere fisico, psichico e sociale del bambino. I percorsi che vengono attuati infatti sono rivolti alla promozione della salute globale del bambino con itinerari di educazione ad una corretta alimentazione e ad uno stile di vita sano, insieme a viaggi verso lo sviluppo di un’identità solidale, collaborativa e rispettosa del prossimo, soprattutto nella diversità, perché tutti i bambini, pur nelle differenze dei contesti e delle culture in cui crescono, hanno gli stessi diritti. La scuola, così, insieme alla famiglia, ha un ruolo fondamentale nel salvaguardare il benessere dei bambini a 360 gradi. “Siete bambini proiettati verso un futuro migliore - ha affermato la Catarinelli rivolgendosi agli alunni della Di Vittorio - e mi auguro che voi possiate continuare questo percorso coinvolgendo i bambini delle scuole vicine. Non dimenticate che sarete pionieri nella diffusione di buone pratiche”. “Le parole di Iva Catarinelli e la sua presenza qui oggi confermano il grande impegno della nostra scuola e per noi questo è motivo di grande soddisfazione - ha dichiarato il dirigente scolastico del II Circolo, Raffaella Reali -. Non dimentichiamo mai che promuovere i diritti dei bambini è fondamentale ma ancora più importante è mettere in pratica le buone parole. La nostra scuola lavora costantemente al raggiungimento degli scopi che ci siamo prefissati e che convergono totalmente con quelli diffusi dall’Unicef”. “Come Unicef - ha dichiarato in conclusione la Catarinelli - dobbiamo innanzitutto corresponsabilizzare i bambini, perché solo dando una scuola di qualità possiamo fare in modo che ogni bambino possa crescere sviluppando appieno tutte le sue potenzialità e inserirsi domani in una società dando il proprio contributo. Aiutarli a crescere è il nostro primo compito”.

Redazione
© Riproduzione riservata
01/12/2021 15:06:18


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

L’organico del Comune di Chiusi della Verna si rinforza >>>

Ad Arezzo 20 milioni per le opere di rigenerazione urbana: sono 21 i progetti >>>

Umbertide: l’Informagiovani… informa sul Servizio Civile Universale >>>

La situazione delle tariffe sui rifiuti è paradossale: il comune di Castiglion Fiorentino non ci sta >>>

Minacce a Giani: solidarietà dal vicesindaco di Arezzo >>>

Forza Italia sostiene la stazione dell'alta velocità "MedioEtruria" ad Arezzo >>>

Lettera del Cardinale Gualtiero Bassetti >>>

Preoccupazioni occupazionali investono il settore della tabacchicoltura nell’Alta Valle del Tevere >>>

Coronavirus in Toscana: 10.287 nuovi casi con età media di 36 anni >>>

Caneschi: "Via delle Conserve ad Arezzo prigioniera di Ghinelli" >>>