Notizie Locali Economia

Lo storico Caffè dei Costanti di Arezzo chiude i battenti

Brocchi: Banca Intesa Sanpaolo non ha voluto rinnovarmi l'affitto degli immobili

Print Friendly and PDF

Natale amaro per Arezzo che perde un'altro pezzo della sua storia: chiude i battenti lo storico Caffè dei Costanti di piazza San Francesco. La gestione di Pietro Brocchi, iniziata nel 2007, si conclude dopo che Banca Intesa Sanpaolo proprietaria dell'immobile ha deciso di non rinnovare il contratto. Con gli occhi lucidi Brocchi dichiara: "Per proseguire l'attività qui devo essere in regola ma non ci sono più le condizioni. La cosa era nell'aria, ho sperato fino alla fine ma devo prendere atto della situazione". L'immobile storico era di proprietà di Banca Etruria, poi passato a Ubi e quindi a Intesa. Proprio con Ubi era in atto una controversia legale per aver posto l'alt ad una trattativa, ben avviata negli anni scorsi, per la cessione dell'attività. Un ostacolo ritenuto illegittimo. Dopo il lockdown Brocchi e i suoi collaboratori si erano rimboccati le maniche per ripartire. Ora ci sarebbe stato il periodo natalizio. Niente. "Ho provato a chiedere il rinnovo dell'affitto", dice Brocchi ma non ci sono stati margini di trattativa e l'unica scelta possibile è stata la chiusura.

Redazione
© Riproduzione riservata
15/11/2021 20:16:03


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Oltre 11 milioni di euro nel nostro territorio grazie al Superbonus 110% >>>

Per salvare lo storico Caffè dei Costanti di Arezzo arriva la Pasticceria Chieli di Sansepolcro >>>

Secondi: “Forte preoccupazione per il futuro della tabacchicoltura in Alta Valle del Tevere" >>>

Si estende il rapporto con Ferrero per la filiera nocciole in Toscana >>>

Assemblea aziendale generale dei lavoratori della filiera tabacchicola dell’Alta Valle del Tevere >>>

Centoventi giorni per il futuro della Fimer >>>

Toscana: Male il 2021 per il settore frutticolo: mancata produzione da 50% a 100% >>>

75 anni e il meglio deve ancora venire: Il carico di novita’ della Baraclit >>>

Royalties troppo elevate: la Newlat Food Spa lascia il Marchio Buitoni alla Nestlè >>>

Saldi invernali 2022, attesa alta in provincia di Arezzo >>>