Notizie Locali Cronaca

Covid-19: a Città di Castello 11 nuovi positivi e altrettante guarigioni

Bacchetta: "In una settimana, 4000 giovani torneranno alla didattica in presenza"

Print Friendly and PDF

“Ieri il numero di guariti e quello di nuovi positivi è stato identico, pari a 11 casi”. Lo rende noto oggi il sindaco Luciano Bacchetta, per il quale “conta la tendenza favorevole, che si conferma, grazie alla quale nell’ultimo mese si è più che dimezzato il totale dei tifernati positivi a Città di Castello, ma conta anche il fatto che i nuovi casi di contagio continuino a essere ogni giorno consistenti”. “Queste considerazioni ci spingono a essere fiduciosi, da un lato, ma, dall’altro, ci devono anche responsabilizzare nella rigorosa osservanza di tutte le disposizioni finalizzate a contenere la diffusione della pandemia, in attesa che la vaccinazione di massa dispieghi appieno la propria efficacia”, puntualizza il primo cittadino, che in questo contesto ha segnala con soddisfazione il fatto che “nella mattinata odierna presso il punto vaccinale della palestra dell’istituto Salviani siano state effettuate regolarmente le vaccinazioni”. “La necessità di accelerare nella somministrazione dei vaccini è ciò che stiamo sollecitando costantemente all’Usl Umbria 1 e alla Regione, nella consapevolezza che Città di Castello, con due sedi per la somministrazione dei sieri, possa giocare un ruolo importante nella battaglia al Covid-19 a beneficio della popolazione di tutto il comprensorio”, afferma Bacchetta. “Ecco perché garantire la piena operatività dei nostri punti vaccinali, attraverso la massima disponibilità di dosi, è indispensabile e continueremo a lavorare perché questo sia possibile”, aggiunge il sindaco. “Domani rientreranno in classe oltre 700 allievi della seconda e terza media, per cui saranno 4 mila i giovani che nell’arco di una settimana hanno ripreso la didattica in presenza a Città di Castello, contando allievi dei servizi per l’infanzia, della primaria e della prima media”, ricorda Bacchetta insieme all’assessore competente Rossella Cestini, nel ribadire come siano “i parametri sull’andamento del contagio elaborati da Usl Umbria 1 e Regione a determinare ogni decisione sulla scuola, quindi anche il rientro in aula al 50 per cento dei ragazzi delle superiori a partire da mercoledì 14 aprile”. “E’ un importante segnale di speranza che la didattica riprenda in presenza, anche se, assieme alla garanzia della massima sicurezza per i ragazzi, per il personale docente e non docente, sarà opportuno monitorare costantemente la situazione”, conclude il sindaco.

Redazione
© Riproduzione riservata
11/04/2021 15:46:41


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Covid-19: nuova discesa degli attualmente positivi in Umbria >>>

Covid-19: stabile (56) il numero dei nuovi casi nell'Aretino, con due decessi >>>

Ubriaco, parcheggia il tir nella corsia di sorpasso dell'A1 e si mette a dormire >>>

Covid-19: risalita a 495 dei nuovi casi in Toscana, con 38 decessi >>>

Ladro di "mutandine" finisce a processo >>>

Badia Tedalda: in gravi condizioni quattro degli occupanti del pick up uscito di strada >>>

Aveva accumulato 15mila euro con le truffe online: denunciato dai carabinieri di Sansepolcro >>>

Covid-19: Umbria, ancora un giorno senza vittime >>>

Covid-19, il sindaco Cornioli sui 7 casi di Sansepolcro: "Contatti stretti di casi già noti" >>>

Covid-19: nell'Aretino 52 nuovi casi, ma sempre alti (7) i numeri di Sansepolcro >>>