Notizie Locali Comunicati

Una valle di tesori, finanziato il bando per lo sviluppo turistico di Città di Castello

“Guardiamo oltre l’emergenza attuale”, il commento dell’amministrazione comunale

Print Friendly and PDF

“Avviso volto al sostegno alla realizzazione di progetti di valorizzazione e sviluppo dell’offerta territoriale e dei servizi ad essi connessi”. Protagonisti saranno i tesori dell’Alta Valle del Tevere: beni artistici ed architettonici, eccellenze enogastronomiche, artigianato artistico, storia e tradizioni secolari. Tutti gli attrattori del territorio saranno valorizzati grazie ad un sistema integrato di promozione “che abbiamo dovuto ripensare profondamente a causa dell’Emergenza Covid e declinato come operazione di marketing territoriale in attesa che le misure di distanziamento sociale siano superate dalla fine della pandemia” dichiara l’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti. “Nel 2020 e probabilmente il 2021 i punti di riferimento classici sono sovvertiti anche nelle politiche di promozione. Tra quale giorno sarà Ottobre e ancora non sappiamo se le manifestazioni dell’autunno sono compatibili con modalità di organizzazione e di gestione che devono tenere conto in ogni aspetto delle misure a protezione del contagio. Ma questa sospensione di fatto delle attività in presenza, non significa smettere di lavorare per presidiare l’offerta turistica di Città di Castello tra le mete d’arte e d’ambiente sostenibile, con la straordinaria caratteristica di far convivere Rinascimento e Contemporaneità  nell’arco di poche centinaia di metri. Allo stesso modo nell’ambito dell’Associazione Città del Tartufo, continueremo a raccontare l’eccellenza del Tartufo e delle sue 4 varianti stagionali anche in vista del riconoscimento Unesco. Lo faremo con prodotti che parlino di noi e laddove possibile attraverso le tecnologie, creando un contatto con i nostri operatori, con i nostri musei, con i nostri prodotti. Da questo punto di vista il bando è un’occasione per coinvolgere la rete commerciale ed economica che si muove su questo particolare tipo di terziario. Il nostro investimento sullo sviluppo delle infrastrutture turistiche, sui tempi della città e l’organizzazione dei servizi invece prosegue anche in tempo di Covid perché l’attuale pausa dei flussi è un momento per modernizzare le funzioni e arrivare preparati a quando il mondo ricomincerà a girare alla velocità degli arei e di internet. Tra le azioni principali abbiamo inserito il brand turistico Rinascimento e Contemporaneità, i musei e in particolare la Pinacoteca collegata al Cinquecentenario di Raffaello e alla Mostra sull’artista da giovane, programmata in primavera. Ci saranno poi video e attività sul circuito delle manifestazione e sui nostri principali attrattori”.

Redazione
© Riproduzione riservata
28/09/2020 13:31:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

"Continuiamo a rispettare le regole di base": il punto con il sindaco di Sansepolcro >>>

Replica del Direttore generale Asl Tse, Antonio D'Urso alla Sindaca di Montevarchi >>>

Bacchetta: “cinque nuovi positivi al Covid e un guarito, saliamo a 32 casi” >>>

Sansepolcro, in due anni straordinario incremento della raccolta differenziata >>>

"Gestione imbarazzante della Asl sul Covid", il sindaco di Montevarchi scrive al Prefetto >>>

Perplessità sul lascito Mariani e la Casa della Salute di Città di Castello >>>

Fabbroni confermato nel consiglio nazionale di Confartigianato Legno >>>

Un pericoloso infestante minacciava il Vingone e i cavi elettrici >>>

Pd Sansepolcro: amministrazione Cornioli sempre più debole >>>

Ancora calo delle donazioni nella Regione Umbria: l'appello dell'Avis >>>