Notizie Locali Comunicati

Scuola: "La Valtiberina fucina di arte e cultura"

La posizione di Maria Cecchetti, candidato locale della Lega alle regionali

Print Friendly and PDF

Con la riapertura delle scuole per l'inizio dell'anno scolastico, il pensiero di Maria Cecchetti, candidata della Lega alle regionali in Toscana del 20 e 21 settembre prossimi nella circoscrizione aretina, è rivolto ai giovani della Valtiberina, che costituiscono il futuro della vallata. Partendo dalle scuole primarie e dalle secondarie di primo grado, ovvero il primo livello di istruzione, si comincia dalle scuole ubicate a Sestino e a Badia Tedalda. “Per i ragazzi dei cosiddetti “Comuni montani” – dice la Cecchetti - la scuola non è soltanto il posto nel quale si impartiscono i saperi e si acquisiscono competenze, ma anche un luogo di aggregazione, di socializzazione e di comunità. Si tratta quindi di strutture di vitale importanza. È a scuola, infatti, che si forma l'identità della persona e si avvia il processo di crescita. A causa dei continui tagli alla pubblica istruzione, spesso le istituzioni pubbliche territoriali decentrate si trovano a dover difendere con unghie e denti quello che dovrebbe essere riconosciuto come un diritto costituzionalmente garantito. Ma oggi questo non si può dare per scontato. Fra problemi di trasporto, di mensa e di tagli del personale, spesso studenti e genitori vivono la scuola con incertezza e preoccupazione. Un servizio basilare che è indice di  benessere, sviluppo e qualità della vita di un paese non dovrebbe subire un simile trattamento. È quindi doveroso dar voce alle esigenze degli studenti di queste zone - sottolinea la Cecchetti – e altrettanto fondamentale è rassicurare tutti i genitori in ogni distretto scolastico più o meno popoloso e di ogni ordine e grado sulla sicurezza strutturale delle scuole”.  

Per quanto riguarda la scuola secondaria, oltre alla messa in sicurezza e alla riqualificazione delle strutture di licei e istituti professionali localizzati nei Comuni più popolosi, è altrettanto opportuno mantenere le loro specificità. “Abbiamo nel comprensorio scuole importanti – prosegue la Cecchetti - con laboratori storici che contengono strumentazioni storiche specifiche di settore (penso all’istituto d’arte di Anghiari per il design del legno, che rischia la chiusura per l’accorpamento a quello di Sansepolcro) e che hanno reso unico il nostro territorio. Tradizioni e metodi di lavorazione che fanno parte della nostra storia. Realtà da tutelare e rivalorizzare. Strutture residenziali come il convitto di Pieve Santo Stefano e l’altro convitto di Sansepolcro (prima Inadel, poi Inpdap e ora Inps), che per anni hanno accolto giovani da tutta la Toscana e da tutta Italia, facendo della nostra vallata la zona di formazione di tantissime “menti” degne di considerazione. La scuola secondaria non solo dà modo ai giovani di acquisire un buon metodo di studio e le necessarie basi per il proseguimento degli studi universitari, ma fornisce anche un ottimo viatico per l’ingresso nel mondo del lavoro. Gli istituti professionali e le scuole artistiche hanno formato maestri artigiani, che con le loro botteghe hanno alimentato per anni il settore manifatturiero e commerciale. Realtà familiari, tramandate nella bottega di famiglia, che si sono trasformate in eccellenze, dando lustro a tutto il Paese. Come si può notare, l’istruzione professionale è stata generatrice di economia e di brillanti imprenditori artigiani, ma adesso le nostre scuole vanno difese: i tagli finanziari, le difficoltà legate alla viabilità (trasposti difficoltosi, a volte pericolosi su strade e del tutto inesistenti su rotaia) portano la vallata a chiudersi sempre di più, dirottando i ragazzi verso altre scelte. Scelte imposte, perché più comode (più vicine e sicure), che non rappresentano la  predilezione e le ambizioni dello studente. La scuola è il futuro delle nuove generazioni, ma è anche un veicolo importante per l'economia, il turismo e la visibilità del nostro territorio”. Con l'augurio di un sereno anno scolastico e di una responsabile gestione dell'emergenza Covid-19, la candidata Maria Cecchetti rinnova il suo impegno sul terri

Redazione
© Riproduzione riservata
15/09/2020 06:10:03


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Citerna, il sindaco Enea Paladino interviene sulle nuove disposizioni di gestione dei rifiuti >>>

San Giustino, riduzione fino al 35% sulla Tari per le attività economiche >>>

Covid-19, cinque nuovi casi a Città di Castello: nessuno ricoverato in ospedale >>>

Via alla caccia al cinghiale in zone non vocate >>>

"Investiamo sul centro storico di Sansepolcro e nel commercio di vicinato" >>>

Una diffida all'Eaut a non riempire la diga di Montedoglio sopra i 90 milioni di metri cubi >>>

Jacopo Apa: Pd e Ralli senza proposte, campagna elettorale fatta solo su denigrazione avversario >>>

Vergognoso che a pochi giorni dalla sua elezione Giani faccia campagna elettorale per Ralli >>>

Ghinelli: l'uomo del bloccare, altro che del fare >>>

Sulle tratte ferroviarie aretine un nuovo treno Jazz rinnova la flotta del Gruppo Lfi Spa >>>