Notizie Locali Politica

Marcello Polverini su Montedoglio: "Per la gestione dell'acqua sediamoci a un tavolo"

Per il referente valtiberino del Consorzio di Bonifica 2 l'importante sono i servizi

Print Friendly and PDF

“Non sto a dire chi dovrà essere il gestore dell’acqua di Montedoglio, ma è una questione che va risolta in sede politica. Su questo argomento sono pronto a fare una battaglia che ritengo giusta in favore della Valtiberina”. Parole di Marcello Polverini, imprenditore agricolo che è anche consigliere comunale a Sansepolcro, ma che in questo caso parla nel suo ruolo di referente comprensoriale del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno. Al centro del dibattito c’è dunque la diga con la sua grande risorsa: la Regione Toscana ha assegnato ai consorzi la gestione dell’acqua per l’uso irriguo nei campi, ma in zona c’è l’Unione dei Comuni che rivendica un proprio ruolo, dal momento che a suo tempo l’ente al quale è succeduto – ovvero la Comunità Montana Valtiberina Toscana – ha investito miliardi nel vecchio conteggio in lire sia per la rete idrica del piano (realizzata solo in parte) che per gli impianti e la relativa manutenzione. Ritenendo incompatibili le cariche di consigliere ricoperte in entrambe le realtà, Polverini ha optato per le dimissioni dall’Unione dei Comuni e afferma: “Non insisto sui tecnicismi, perché è la politica che deve dare le risposte. Non è ammissibile che, a distanza di decenni, l’80% del territorio comunale di Sansepolcro non possa ancora usufruire dell’acqua di Montedoglio. Oltre alla fetta compresa fra il rettilineo della provinciale Libbia e il confine con l’Umbria, c’è il versante a nord non ancora allacciato e alludo al Melello, a Gragnano e a San Pietro in Villa, dove i residenti vedono addirittura l’invaso senza poter disporre della sua acqua e sono costretti a chiedere autorizzazioni per attingimenti dai torrenti. È mai possibile una situazione del genere? E allora ribadisco: sediamoci a un tavolo e stabiliamo una volta per tutte le competenze del caso. La Regione ha assegnato la gestione al consorzio, che dispone del necessario personale e anche della progettualità, mentre mi pare che queste professionalità siano mancanti all’interno dell’Unione”. Quanto appena dichiarato da Polverini è stato avallato dalla presidente del consorzio, Serena Stefani, che ha parlato di contesto “anomalo” in Valtiberina, mentre Alessandro Polcri, presidente dell’Unione dei Comuni giunto all’inizio dell’ultimo mese di mandato biennale (lo sostituirà il sindaco Franco Dori di Sestino per il preciso criterio di rotazione che è stato fissato), fa valere le proprie ragioni: “La rete idrica è un patrimonio a bilancio e non lo possiamo cedere gratuitamente a un altro ente, a meno che non sia previsto un indennizzo. Diversamente, potremmo arrivare a una proposta di compromesso e chiamarla “modello Valtiberina”, nel senso che noi continuiamo a gestire l’esistente, compreso l’incasso delle tariffe (peraltro più basse) e che con il Consorzio di Bonifica 2 potremmo trovare una collaborazione, lasciando che quest’ultimo provveda agli investimenti nei nuovi impianti o al prolungamenti di essi per poi gestire la sua porzione”.     

 

  

Redazione
© Riproduzione riservata
02/08/2020 06:57:57


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Sansepolcro comincia a pensare al 2021: chi sarà il nuovo sindaco? >>>

Misure a sostegno della famiglia da parte del comune di Montone >>>

Città di Castello si incammina verso le prossime elezioni amministrative >>>

Il prolungamento della tangenziale urbana è aperto alla viabilità di Arezzo >>>

Regionali in Toscana: sfida tra Lucia De Robertis e Vincenzo Ceccarelli >>>

Politica in Valtiberina: iniziano i "mesi dei miracoli" >>>

Il Comune di Montone ringrazia i volontari impegnati nell’emergenza Covid-19 >>>

Ghinelli: potremo festeggiare San Donato con il tradizionale spettacolo pirotecnico >>>

Elezioni regionali in Toscana: Giani e la Ceccardi sono dati alla pari, trema il Pd >>>

Un anno di amministrazione del sindaco Dori a Sestino >>>