Notizie Locali Comunicati

La riqualificazione del Parco Pertini di Arezzo

A fine agosto le telecamere verranno collegate alla rete di videosorveglianza

Print Friendly and PDF

Eseguite le due prime fasi della riqualificazione del parco Pertini: durate i lavori, di importo pari a 580.000 euro, non è stato precluso l’accesso al parco stesso.

Inizialmente sono stati ripristinati lunghi tratti di vialetti e di pavimentazioni danneggiati dalle radici degli alberi, realizzati presso le aree gioco nuovi impianti di illuminazione, rimessi a nuovo cancelli e recinzione. In particolare, il tratto di quest’ultima lungo il lato del parco di via Signorelli è stato sostituito da una ringhiera in ferro alta due metri. Il muretto antistante il bar è stato eliminato, mentre il “laghetto” centrale dotato di un getto geyser in sostituzione degli attuali zampilli in parte non più funzionanti. Messo a punto anche un nuovo drenaggio per favorire un veloce assorbimento dell’acqua dopo piogge particolarmente intense.

La seconda fase ha visto invece la potatura della maggior parte degli alberi finalizzata al rialzamento da terra delle chiome le cui fronde più basse in molti casi arrivavano fino al suolo. Tale intervento, assieme all’eliminazione di molti arbusti secchi, ha permesso di dare più luce all’intero parco, rendendolo più sicuro e ospitale. Le aree gioco sono state totalmente rinnovate e potenziate. Sorgono adesso anche un piccolo campetto da basket e una zona fitness dotata di attrezzature ginniche utilizzabili da persone di tutte le età.

A fine agosto toccherà alle telecamere, che verranno collegate alla rete di videosorveglianza della città. Senza dimenticare, sempre nello stesso periodo, l’inizio della ristrutturazione e ampliamento del bar del parco, a cura e spese del nuovo titolare della concessione. Mentre nel prossimo autunno, grazie alle risorse risparmiate dopo l’espletamento delle procedure di gara, è previsto l’acquisto di un gioco di grandi dimensioni da collocare vicino a quelli già installati.

 

Stamani, durante la presentazione dei lavori alla stampa, il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini ha ricordato che “il parco Pertini è il più importante della città e completarne gli interventi di riqualificazione era una priorità. Dalla recinzione ai vialetti, dal laghetto con il geyser illuminato alle nuove aree giochi, dagli arredi alle panchine: già adesso, in attesa delle semina del prato a settembre, l'immagine del parco è molto migliore, senza contare che il senso di sicurezza è indubbiamente aumentato. Confido che i cittadini sappiano apprezzare questo polmone verde della città e utilizzare il senso civico indispensabile per non danneggiarlo”.

 

Alfredo Strazzullo, direttore dei lavori, ha sottolineato l'importanza del nuovo sistema drenante. “Il parco – ha spiegato – ha una superficie di oltre 7 ettari, si sviluppa su vari dislivelli e prima l'acqua si concentrava in determinate zone che rischiavano di diventare piscine. Adesso il terreno assorbirà le piogge più velocemente per evitare la stagnazione”.

Redazione
© Riproduzione riservata
31/07/2020 13:47:30


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Zero spreco cresce: Autorizzato il progetto di riposizionamento dell’impianto di San Zeno >>>

Acqua: Pd e Lega fermano la ripubblicizzazione >>>

Valorizzazione delle carni di cinghiale in un’ottica di promozione territoriale >>>

Coronavirus in Toscana: 11 nuovi positivi, un decesso e 3 guarigioni >>>

"Vogliamo lavorare, non annullate le fiere" >>>

Il sindaco di Umbertide Carizia garantisca le famiglie >>>

Condannato il Ministero al risarcimento dei familiari del pompiere aretino morto sul lavoro >>>

Degrado Arezzo, basta proclami: il grido del Movimento 5 Stelle >>>

Cisl di Arezzo: la risposta del sindacato al lockdown >>>

Nuove risorse per lo sport in Toscana >>>