Notizie Nazionali Altre notizie

Farmacie, facciamo un pò di chiarezza

L’obbligo di intervento delle farmacie di turno in orari notturni

Print Friendly and PDF

Quali sono le farmacie aperte oggi? Come faccio a capire quali effettuano il servizio di vendita di farmaci in orari non lavorativi o durante i giorni festivi? Come funzionano i turni delle farmacie? Per capire quali sono le farmacie aperte oggi vicino a te basta fare una semplice ricerca sul web e trovi immediatamente la risposta. Tuttavia ci sono alcune informazioni che riguardano il diritto di chiamata o le situazioni in cui i farmacisti possono rifiutarsi di intervenire per cui riteniamo sia necessario un piccolo chiarimento, nello specifico rispetto ai servizi notturni.

Diritto di chiamata: il costo e le motivazioni per cui è applicabile

Le maggiori incomprensioni si verificano soprattutto su quello che è conosciuto come diritto di chiamata, ovvero il costo addebitato al cittadino durante l’orario di chiusura. Si aggira tra i 7,50€ ed i 10,00€ ed è chiaramente espresso sullo scontrino che il farmacista è tenuto a mostrare. In caso contrario questo diritto è contestabile. L’unico caso in cui questo costo non viene addebitato al cittadino riguarda le ricette rosse mutualistiche che vengono redatte da pronto soccorso e guardia medica per cui il costo viene rimborsato direttamente dall’azienda sanitaria alla farmacia.

L’obbligo di intervento delle farmacie di turno in orari notturni

Il secondo argomento riguarda l’obbligo di intervento per cui è necessario chiarire se il farmacista sia tenuto o meno a rispondere alle chiamate in orario di chiusura. Non c’è una legge nazionale che specifica se il farmacista debba o non debba rispondere alla chiamata durante il turno in orario di chiusura anche se a livello regionale sono chiarite alcune posizioni rispetto al caso. In primo luogo c’è la ricetta medica urgente e le situazioni di urgenza riconosciute dal medico curante o dal farmacista stesso. Se si presenta un’emergenza e il farmacista ritiene di poter intervenire senza prescrizione può farlo, così come può rifiutarsi. Tuttavia questa scelta lo coinvolge nelle eventuali conseguenze e responsabilità che possono presentarsi. Quindi quando avrai bisogno di un farmaco dovrai cercare le farmacie aperte oggi in zona e valutare l’urgenza, accettare di buon grado il costo di chiamata e comportarti in maniera responsabile e civile.

Impariamo a capire quanto è urgente la nostra richiesta

Il concetto di urgenza è irto di interpretazioni per cui latte in polvere o assorbenti possono effettivamente comportare qualche incomprensione. In generale il diritto di chiamata e l’obbligo di intervento presentano confini piuttosto labili. Non essendoci una definizione netta l’unica raccomandazione che ci sentiamo di condividere è quella di comportarsi civilmente e comprendere quanto è urgente la nostra richiesta. Un farmaco di emergenza, una pillola abortiva, un kit di medicazioni, antibiotici e tutto quanto possa essere prescritto da una ricetta sono sicuramente situazioni urgenti. Dentifricio, assorbenti e beni cosmetici sicuramente non rientrano nei dettami dell’urgenza e, per questo, potresti trovarti dinanzi un farmacista che si rifiuta di intervenire. Senza contare il fatto che le farmacie di turno in orari di chiusura non godono del riposo lavorativo il giorno successivo, per cui la pretesa di intervento dovrebbe tenere in considerazione, molto umanamente, anche questo aspetto.

Redazione
© Riproduzione riservata
19/07/2020 14:30:03


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

Farmacie, facciamo un pò di chiarezza >>>

Superenalotto, centrato il "6" a Sassari >>>

Discoteche, negozi e ristoranti: ecco come (e quando) ripartirà l'Italia >>>

Scuole, il ministero valuta 3 date per la riapertura: spunta un'ipotesi estrema >>>

Cannabis, l'esperto: "Dire che è innocua è stupidaggine" >>>

Papa Francesco presto sostituito? >>>

Consumi “nascosti” in casa, pesano fino al 40% delle bollette >>>

Il prete anti-migranti: "Sbarcano con smartphone e catene d'oro" >>>

Aifa: “Gli italiani prendono troppi farmaci” >>>

Mihajlovic choc: "Ho la leucemia ma vincerò questa battaglia" >>>