Notizie Locali Comunicati

Riapertura scuole a Sansepolcro: “ecco il nostro impegno per settembre”

L’assessore Marconcini tranquillizza le famiglie del Borgo

Print Friendly and PDF

“Stiamo lavorando con i dirigenti scolastici per garantire il rientro in piena sicurezza degli studenti a settembre”. Con queste parole l’assessore alla Pubblica Istruzione di Sansepolcro Gabriele Marconcini tranquillizza le tante famiglie del Borgo che stanno chiedendo informazioni e chiarimenti sulla ripartenza della scuola alla luce dell’emergenza Covid.

“Come Comune abbiamo convocato una Conferenza zonale dell’istruzione per giovedì 9 luglio – continua l’assessore - All’ordine del giorno c’è anche, chiaramente, un punto specifico sul rientro, con tutte le criticità da affrontare, sia per noi amministratori che per i dirigenti. Nello specifico, siamo quotidianamente in contatto con Domenico De Angelis, dell’Istituto Comprensivo di Sansepolcro, perchè i plessi che gestisce sono di nostra proprietà. Su questi, stiamo operando in maniera sinergica dopo aver condiviso il tipo di interventi da approntare”.

Qualche esempio: dotare gli istituti di ingressi secondari, lavorare sugli spazi comuni (servizi igienici, corridoi, chiostri) oltre che sugli spazi interni, cercando di trasformare gli ambienti che ora sono adibiti allo stoccaggio di materiali in locali a disposizione delle attività didattiche.

“Al momento - dice Marconcini - non abbiamo previsto l’uso di spazi esterni aggiuntivi, perchè valutando quelli a disposizione dei plessi alla luce delle recenti linee guida, dovremmo riuscire a distanziare gli alunni lavorando sulla disposizione dei banchi singoli che abbiamo in dotazione in tutte le scuole. Del resto, l’utilizzo di altri spazi, comunque difficili da individuare e adibire a scuole in tempi così limitati, richiederebbe l’impiego extra di personale ATA e docente che le scuole non hanno. Non ci sono quindi in programma spostamenti di classi. Questo potrebbe avvenire solo a inizio 2021 quando partiranno i lavori alla Buonarroti. I lavori in realtà non intaccheranno le attività didattiche. Però, se necessario, potremmo comunque utilizzare il secondo stralcio già realizzato della Collodi, che sarà pronto a fine anno, per ospitare alcune classi della Buonarroti. Al momento la situazione è ancora molto fluida quindi prenderemo in esame questa ipotesi tra qualche mese, quando potremo operare in un quadro più chiaro e definito” conclude Marconcini.

Redazione
© Riproduzione riservata
02/07/2020 11:52:00


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Zero spreco cresce: Autorizzato il progetto di riposizionamento dell’impianto di San Zeno >>>

Acqua: Pd e Lega fermano la ripubblicizzazione >>>

Valorizzazione delle carni di cinghiale in un’ottica di promozione territoriale >>>

Coronavirus in Toscana: 11 nuovi positivi, un decesso e 3 guarigioni >>>

"Vogliamo lavorare, non annullate le fiere" >>>

Il sindaco di Umbertide Carizia garantisca le famiglie >>>

Condannato il Ministero al risarcimento dei familiari del pompiere aretino morto sul lavoro >>>

Degrado Arezzo, basta proclami: il grido del Movimento 5 Stelle >>>

Cisl di Arezzo: la risposta del sindacato al lockdown >>>

Nuove risorse per lo sport in Toscana >>>