Sport Mondiale Automobilismo (Mondiale)

Leclerc-Vettel: chi sarà il rivale di Hamilton?

Il 2020 ripartirà con Lewis Hamilton, favorito per la vittoria

Print Friendly and PDF

Una Ferrari che non vince un titolo mondiale da dodici lunghi anni, che non porta a casa quello piloti da ben tredici col buon Kimi. Un periodo di tempo troppo lungo se hai un nome che è la storia stessa del motorsport, soprattutto se nel frattempo nell’ultimo decennio a dominare a fasi alterne sono stati gli storici rivali di Red Bull e soprattutto Mercedes. Nel mentre, come se le cose non fossero già abbastanza complicate, un dualismo interno alla rossa, tra il baby prodigio e il pilota esperto, che certo non ha giovato nell’ultima fase dello scorso mondiale.

Il 2020 ripartirà inevitabilmente da un numero uno assoluto, Lewis Hamilton, favorito per la vittoria dell’ennesimo titolo mondiale, che lo avvicinerebbe a quel Michael Schumacher anche in un altro storico record: le 91 vittorie in Formula Uno. Un record molto vicino ad essere battuto, come già è riuscito a fare per quello delle pole di Senna. Un mito dietro l’altro costretti a cadere a cospetto del britannico, vero cannibale degli ultimi anni e che forse nell’ultima stagione ha dato mostra più di ogni altra occasione di tutta la sua ferocia e fame, nonostante tutti i titoli vinti. L’anno in cui ha raccolto meno pole, classifica dominata da Leclerc, è l’anno in cui è sembrato più forte e completo che mai.

Le quote scommesse sul prossimo campionato di Formula 1 sono piuttosto chiare, è lui il favorito a 1.67, seguono a pari merito Verstappen e Leclerc a 5.50: più staccato il compagno di squadra Bottas a 6.50 e l’altro ferrarista Vettel a 7.50. Una graduatoria che rispecchia fedelmente lo scorso finale di stagione ma soprattutto una faida interna che occorre chiarire quanto prima da Binotto: chi è la prima guida fra Seb e Charles, come comportarsi in pista sin dalla partenza e come impostare le strategie. Il rischio di sperperare punti preziosi in una lotta al vertice serrata che non ammette errori sarebbe un errore imperdonabile: per battere Hamilton e la Merced occorre essere perfetti, farsi del male in casa sarebbe un suicidio sportivo.

A porsi nel mezzo c’è Verstappen, nonostante guidi la terza forza del Mondiale: l’olandese nell’ultimo anno sembra abbia messo da parte gli errori ed orrori di gioventù del passato per dar bella mostra di tutto quel talento e quella velocità evidenti sin dal suo esordio in F1. Probabilmente non è supportato da una macchina tale per cui potrà essere davvero in lotta per il titolo iridato, ma potrebbe comunque compensare con tutta la velocità di cui dispone, ma occorrerà essere perfetto.

La rossa sarà la prima macchina a svelarsi, sarà presentata prima di tutte: Binotto, dopo il rinnovo contrattuale di Leclerc, vuole subito mettersi all’opera per mettere a disposizione dei due piloti una vettura che sin dall’Australia sia in grado di essere protagonista. In tutti i circuiti, non più con sporadici exploit solo in alcune piste, le più adatte alle caratteristiche del cavallino rampante: non è così che si vincono i Mondiali, la storia lo insegna.

Soprattutto quella più recente, purtroppo per noi ferraristi.

Redazione
© Riproduzione riservata
20/01/2020 15:14:02


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Automobilismo (Mondiale)

Guerrini e Olivoni vicecampioni del mondo "Electric and New Energy" >>>

Hamilton come Schumacher: vittoria in Turchia e settimo titolo mondiale di F1 >>>

Muore in un incidente di gara la promessa del rally spagnolo Laura Salvo >>>

La prima storica volta della Formula Uno al Mugello >>>

Prima storica volta della Formula Uno al Mugello >>>

Formula Uno: in Austria trionfa Bottas con Leclerc secondo >>>

La F1 parte ma ha paura dei piloti arrugginiti >>>

F1: presentato 'Le grand rendez-vous', film con Leclerc >>>

F1: Fia ufficializza 8 Gp, a Monza si correrà il 6 settembre >>>

Hamilton: “La F1 è razzista, io vedo chi non denuncia” >>>