Notizie Locali Economia

Crisi nera per l’artigianato in Umbria

Male anche la Toscana, sola eccezione il Trentino Alto Adige

Print Friendly and PDF

La crisi non conosce la fine per gli artigiani in Umbria, dove da inizio anno 850 aziende hanno chiuso i battenti e sono nate solo 737 con un saldo negativo di 113 aziende. Nel 2009 in Umbria si contavano 24.327 imprese, mentre nel 2018 gli artigiani attivi nella regione erano 20.594, con un saldo negativo di 3.733 e un arretramento del settore del 15,3 per cento. Peraltro la crisi patita in Umbria dal comparto è tra le più pesanti d’Italia: peggio negli ultimi dieci anni fanno soltanto Sardegna (-18 per cento) e Abruzzo (-17,2), mentre è meno grave l’emorragia degli artigiani nelle Marche (-13,5), nel Lazio (-6,5) e in Toscana (-12,3). Ovunque il bilancio della prima metà dell’anno è negativo, con la sola eccezione del Trentino Alto Adige (+138).

Redazione
© Riproduzione riservata
17/08/2019 19:20:11


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

L’azienda Maggini taglia il traguardo dei 40 anni di attività >>>

Coldiretti “accordo di filiera con Fabianelli per la pasta Made in Valdichiana” >>>

A Brunello Cucinelli il premio America 2019 >>>

Troppi rischi nei luoghi di lavoro >>>

Toscana del sud: decisivo fare sistema per rilanciare l’economia dei territori >>>

Quattro ristoranti della provincia di Arezzo inseriti tra i migliori d'Italia >>>

Sicuritalia acquisisce le attività di Securpol su Arezzo >>>

Per una guerra fra colossi dei cieli, ne fanno le spese piccole aziende a conduzione famigliare >>>

CloudItalia: nessun lavoratore in esubero ma la sede di Arezzo è a rischio >>>

Variante della Maialina, il no della Confcommercio Arezzo >>>