Notizie Nazionali Politica

"Vaffa...", "Vomito", "Cazz...". Via libera all'odio 5s su Salvini

Un coro di insulti e offese personali da parte dei big 5 Stelle sul ministro degli Interni

Print Friendly and PDF

Il redde rationem è già partito. Lo scontro tra Cinque Stelle e Lega ormai è definitivamente aperto: sfiducia a Conte, richiesta di spiegazioni da parte del premier a Salvini e capigruppo convocata dalla Casellati per lunedì.

Il quadro è chiaro: il governo si avvia verso il baratro che portrebbe portare alle urne in tempi brevi (ottobre) con l'unica incognita di possibili inciuci dietro le quinte tra 5 Stelle e Pd. Il quadro è quello della crisi. E adesso gli attacchi a volte repressi dei 5 Stelle per salvare l'alleanza di governo trovano voce in modo chiaro e duro contro Salvini. Finalmente, verrebbe da dire, i 5 Stelle sono liberi di insultare pesantemente il leader del Carroccio. Ad aprire le danze dell'odio anti-Salvini è un "moderatissimo" Battelli, parlamentare 5 Stelle che su Facebook si lascia andare ad un posto di fuoco: "Se prima degli italiani vengono i sondaggi allora vaffanculo".

Affondo senza giri di parole che di certo non poterà serenità in una maggioranza che non c'è più. Ma al coro del livore si unisce anche Alessandro Di Battista che si prepara ad una campagna elettorale che avrà un obiettivo chiaro accreditarlo come nuovo frontman dei 5 Stelle: "Spettacolo da vomito di chi si è mascherato da protettore del Popolo ma che è schiavo del sistema". Anche lui si iscrive dunque nel registro degli insulti anti-Salvini e prova a serrare le fila di Movimento che pur di racimolare qualche voto in più (nei sondaggi sono in caduta libera) si butta sull'insulto personale su quel ministro che era l'alleato numero uno fino a ieri. E Paola Taverna? La grillina dura e pura non poteva mancare nel coro delle offese a Salvini: "Fa una crisi di governo in costume da bagno raccontando una marea di cazzate e attaccandosi niente poco di meno che al Tav, un’opera che anche i muri sapevano non avremmo mai appoggiato!". Poi il delirio: "Almeno per un paio di mesi è sicuro di non dover andare in Antimafia a riferire su presunte porcate. Per me da oggi sei e sarai sempre un #traditore del popolo italiano". C'è poco da aggiungere a questa catena infinita di insulti sul vicepremier. I grillini forse temono di perdere la poltrona e di non poter ottenere ancora una volta un seggio a Montecitorio o a Palazzo Madama. L'odio forse è dettato da questa paura. E così libero sfogo alle offese. Salvini ha precisato che non attaccherà mai nè Conte, nè Di Maio con i quali ha condiviso "un anno di governo in cui sono state fatte tante cose". Questione di stile. I Cinque Stelle non apprezzano e rincarano la dose rispondendo così alle voci di un possibile inciucio con il Pd: "Caro Salvini stai vaneggiando, inventatene un’altra per giustificare quello che hai fatto, giullare".

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
09/08/2019 18:21:00


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Scissione di Renzi dal Pd, Zingaretti: "Un errore" >>>

Renzi tira dritto e lascia il Pd: frattura insanabile con Zingaretti >>>

Il Pd smonta i decreti sicurezza: stop a multe e sequestri navi ong >>>

Governo, ancora niente sottosegretari: Conte chiede di accelerare sulle nomine >>>

Parte la corsa per i sottosegretari: oltre 130 candidati per 45 posti >>>

Il governo M5s-Pd ha la fiducia del Senato. Conte: "Un nuovo inizio per lʼItalia" >>>

Il Conte 2 ottiene la fiducia alla Camera, ma con le opposizioni è bagarre >>>

Conte: "Oggi inizia una nuova stagione riformatrice" >>>

"Il M5S dà il Ministero della famiglia al 'partito di Bibbiano'?" >>>

Commissario Ue, Conte: comunicato il nome di Paolo Gentiloni >>>