Notizie dal Mondo Spettacolo

Brad Pitt e Sean Penn, festival di Cannes impazzito per Malick

Per premiere mondiale "The tree of live" arriva anche Angelina

Print Friendly and PDF
La sorpresa della sua presenza, Terrence Malick non l'ha fatta neppure ieri sera per il suo atteso visionario The tree of life in concorso a Cannes. In compenso la Montee des Marches e' stata di quelle da incorniciare per glamour e bellezza dei protagonisti. Brad Pitt, perfino superfluo sottolinearne il fascino tanto si sa, indossava uno smoking calzato a pennello e non si e' risparmiato: la folla che ha intasato la Croisette sin dalle prime ore del pomeriggio ha avuto soddisfazione con autografi firmati a tutta la prima fila e con il sorriso sulle labbra. Con lui Angelina Jolie, nel'usuale versione Jessica Rabbit, stavolta in abito lungo melanzana e magrezza preoccupante: anche lei ha firmato autografi agli urlanti.Davanti al Palais ad un certo punto si e' materializzato, come da previsioni, il non protagonista Sean Penn senza la nuova fiamma Scarlett Johansson (sarebbe stato troppo bello per i fotografi di tutto il mondo dispiegati sul red carpet): ovazioni e battimani, come dare torto ai fan? Spiccava per colore, un giallo acido assurdo, la protagonista del film Jessica Chastain. Quest'ultima mano nella mano con Brad Pitt e Sean Penn - esagerata! - ha salito i famosi gradini per entrare al Grand Theatre Lumiere per la prima mondiale di The Tree of life (dal 18 al cinema anche in Italia). Una volta saliti in cima sono stati accolti dal direttore Thierry Fremaux e dal presidente Gilles Jacob, ma ecco che Brad il premuroso e' tornato indietro per ricongiungersi ad Angelina la conturbante e giu' ancora con i flash.

La coppia bellissima e' poi risalita e ha salutato la folla, quasi una benedizione alla Habemus Papam. Poco prima in sala erano entrati Rupert Murdoch con la moglie, Luc Besson, i giovani attori di Restless di Gus Van Sant ossia Mia Wasikowska e Henry Hopper, figlio del grande Dennis, Charlotte Rampling con collier di perle regale, la cantante Gwen Stefani cantante.

The tree of life era l'evento annunciato del festival e non ha deluso le attese, sia in termini di star portate sul red carpet e sia ovviamente per l'opera: una sinfonia del mondo che Pitt in conferenza ha definito frutto ''sorprendente del lavoro di un genio. E' uno straordinario modo di incrociare, rimandare di continuo, la grandezza dell'Universo, il macrocosmo, la Natura, con il microcosmo della famiglia di cui seguiamo la storia''. E' toccato a lui, qui anche coproduttore con la Plan B, raccontare l'opera, i dettagli della preparazione, le riprese. ''Avevamo poche pagine di sceneggiatura che non voleva imparassimo troppo bene - ha svelato - e ai bambini protagonisti neppure quelle. Poi ogni giorno sul set ci dava da leggere qualche scena''. L'invisibile maniacale misantropo regista (''e' ad Haiti per una ong, e' molto timido, per lui parla il suo lavoro'' lo ha giustificato Brad Pitt) in realta' ''e' gentile, divertente, piacevole, molto appassionato, rispetta gli altri e va persino alla toilette''. Ha impiegato anni per fare il film, ha costruito un laboratorio chimico segreto in Texas per fare con Douglas Trumbull (lo stesso che lavoro' con Kubrick a 2001: Odissea nello spazio e con Spielberg per Incontri ravvicinati del terzo tipo) gli esperimenti per arrivare alle immagini meravigliose e di grande impatto visivo sulla nascita del mondo, il big bang, le origini della vita, mentre scorrono i testi biblici e Sean Penn fa le domande che tutti gli uomini continuano da millenni a farsi sulla presenza di Dio, sul dolore e sulla tragedia della vita, sulla Natura bella quanto potentemente forte.

''Abbiamo fatto molti dibattiti teologici durante le riprese, ma l'opera non riflette una religione o una filosofia in particolare, ma le comprende tutte perche' rimanda ad una spiritualita' universale''. Brad Pitt interpreta un padre vecchia maniera, anni '50 come l'epoca in cui e' ambientato, il suo amore per i figli e' poco manifesto rispetto alla volonta' di dare un'educazione rigida, una formazione alla vita che e' combattimento. ''Il padre - ha spiegato Pitt - rappresenta la Natura che e' sopra ad ogni cosa, che deve sopravvivere anche sopraffacendo gli altri per andare avanti. E' un padre collerico in un'epoca in cui il sogno americano comincia a sbriciolarsi. La madre e' invece l'amore che tutto accoglie, la grazia''. E Pitt che padre - ha ben sei figli con la Jolie - e'? ''Li picchio regolarmente, a volte gli faccio anche saltare il pasto'', ha risposto con ironia.

Nella foto: Brad Pitt e Angelina Jolie

Alessandra Magliaro, Ansa

Redazione
© Riproduzione riservata
17/05/2011 06:24:52


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Spettacolo

Gran Bretagna, il concerto senza distanziamento e mascherine come test per la ripartenza >>>

I 70 anni di Phil Collins >>>

Gwyneth Paltrow dà l’addio al cinema: “Disamorata e stanca del giudizio del pubblico” >>>

Festival del Cinema di Cannes: Palma d’oro a Parasite, Antonio Banderas migliore attore >>>

Oscar, vittoria di "Green Book" per il miglior film >>>

Festival di Cannes 2018, Palma d’oro a Kore-eda >>>

Joan Baez, al via l'ultimo tour >>>

Incassi Usa, record per Wonder Woman >>>

Cannes: Un Certain Regard, miglior attrice Jasmine Trinca >>>

Eurovision song contest, vince lʼUcraina con il brano anti-Russia >>>