Notizie Locali Comunicati

L'insostenibilità di Badia al Vento: ora la Regione rinvia la conferenza dei servizi

Da parte dei comitati resta la ferma posizione: "No agli impianti eolici in quella zona"

Print Friendly and PDF

La Regione Toscana ha rinviato a data da destinarsi la conferenza dei servizi che si doveva tenere il 18 aprile 2024 per l’impianto eolico industriale “Badia del Vento” che dovrebbe sorgere in alta Valtiberina al confine con la Romagna. Le motivazioni non sono state chiarite nello scarno comunicato pubblicato sul sito della Regione Toscana, ma nel frattempo erano arrivate ulteriori osservazioni e contributi tecnici che evidenziano l’insostenibilità di impianti eolici di proporzioni enormi sui fragili crinali dell’alta Valmarecchia e Valtiberina.

Insostenibile per le aree naturali protette: a dirlo è la stessa Direzione della tutela dell’ambiente della Regione Toscana che conclude il proprio contributo istruttorio evidenziando che persistono “elementi di dubbio sull’assenza di incidenze negative significative sull’integrità dei Siti Natura 2000… e su specie di interesse per la conservazione caratterizzanti…”. Dello stesso parere anche il Parco interregionale del Sasso Simone e Simoncello, che evidenzia “gli impatti e le incidenze quantomeno significative del progetto… considerato che l’area dell’impianto, per le sue caratteristiche strutturali, è frequentata per alimentazione da individui di Aquila reale, Biancone, Falco pecchiaiolo, Albanella minore…oltre che da Chirotteri…”..

Insostenibile per la Regione Emilia Romagna che conclude il proprio contributo istruttorio confermando il parere non favorevole poiché: “non vengono superate le criticità in merito alla coerenza con gli strumenti di pianificazione territoriale regionale e l’idoneità delle aree per l’installazione di impianti eolici; ii) permane una significativa interferenza con il profilo del crinale, dei coni visuali e dei punti di vista; iii) risultano potenziali effetti negativi e significativi del progetto sulle componenti ambientali (paesaggio, avifauna, chirotterofauna e rumore)”. 

Insostenibile per la provincia di Rimini che ancora una volta evidenzia come “il progetto proposto altera negativamente e irrimediabilmente l’assetto paesaggistico, naturalistico e geomorfologico” così come per per la provincia di Forlì e Cesena che per analoghe motivazioni ribadisce il parere di incompatibilità.

Insostenibile per il Ministero dei Beni culturali che attraverso le due soprintendenze Romagnola e Toscana, hanno confermano in più sedute i propri giudizi di incompatibilità rispetto le ragioni di tutela dei beni monumentali e del paesaggio nel conteso di altissimo pregio dell’alta Valmarecchia e della Valtiberina.

Insostenibile per l’unione dei Comuni della Valmarecchia che in una dettagliata nota richiama l’inadeguatezza del progetto “sia all’esito della disamina della normativa sulle aree idonee/non idonee, sia soprattutto per la conclamata vulnerabilità del sito, ricompreso in zona di dissesto idrogeologico e di frane attive e quiescenti … e pertanto oggettivamente inadatto ad accogliere infrastrutture imponenti e pesanti”. Insostenibile e incompatibile “con le risorse naturalistiche, paesaggistiche e storico-artistiche del luogo, ed in particolare del territorio dei Comuni riminesi (Casteldelci a pochi metri, ma anche Pennabilli e Sant’Agata Feltria) che da anni e con enormi sforzi, stanno investendo sulla valorizzazione e preservazione di queste ricchezze per lo sviluppo anche turistico dei territori e la tenuta della comunità”.

Redazione
© Riproduzione riservata
20/04/2024 17:59:36


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Prosegue a campagna elettorale della candidata sindaco a San Giovanni Valdarno Valentina Vadi >>>

In gommone a caccia di rifiuti nelle acque dell'Arno aretino >>>

Partito Democratico, l'invito al voto per i Comuni del Casentino >>>

“Per l’amministrazione Ghinelli ieri è stata una giornata decisamente no" >>>

A Montevarchi firmato il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” >>>

No al progetto di “riqualificazione” dei giardini Porcinai ad Arezzo >>>

Lavori lungo la E45 ad Umbertide, Promano e Città di Castello >>>

Consegnate le ricompense al personale meritevole anche della Polizia di Sansepolcro >>>

Il Rotary Club Arezzo dona all’Aism aretina un computer di ultima generazione >>>

Asfaltature a San Giovanni Valdarno, le modifiche alla viabilità >>>