Notizie Locali Attualità

Le studentesse della University of Oklahoma a lezione dalla Casa Pia

La lezione ha permesso di vivere una formazione sul funzionamento delle RSA

Print Friendly and PDF

Le studentesse della University of Oklahoma a lezione dalla Casa di Riposo “Fossombroni”. Il modello assistenziale dello storico istituto aretino noto come Casa Pia è stato presentato a venti ragazze statunitensi del corso di infermieristica che, arrivate ad Arezzo per arricchire il loro percorso accademico con un’esperienza di vita e studio all’estero, hanno trascorso una giornata di formazione dedicata specificatamente al funzionamento delle RSA.

La lezione in aula e la successiva visita agli ambienti della “Fossombroni” hanno permesso di confrontare il funzionamento delle case di riposo in Toscana e delle case di riposo in America, con un focus specifico sul delicato e centrale ruolo del personale infermieristico all’interno di queste realtà. «L’essere infermiere - ha spiegato Debora Testi, presidente della Casa di Riposo “Fossombroni”, nel suo saluto alle studentesse, - è una missione dove la professionalità e l’umanità sono poste al servizio degli altri. Dai vostri occhi traspare la gentilezza per prendersi cura delle persone e delle loro fragilità: siamo felici di aver portato un piccolo ma importante contributo al vostro percorso di formazione universitaria».

La formazione ha preso il via con un momento teorico direttamente nelle aule della University of Oklahoma tenuto da Stefano Rossi (direttore della Casa di Riposo “Fossombroni”) e da Daniele Raspini (direttore per ventidue anni della Casa di Riposo “Martelli” di Figline Valdarno e attualmente consulente nell’organizzazione dei servizi socio-sanitari). Questo incontro ha permesso di illustrare l’organizzazione delle RSA prevista dalla Regione Toscana, la strutturazione dei servizi, i ruoli degli infermieri, e le modalità di accoglienza e di assistenza, fornendo così un focus teorico che ha poi trovato seguito concreto nella visita ai diversi locali della Casa Pia per incontrare il personale e per scoprire gli ambienti maggiormente caratterizzanti, a partire dalla Stanza Multisensoriale. «Il nostro istituto - ha spiegato Antonio Rauti, consigliere con delega al sociale, - continua a fare rete con realtà locali per reciproche occasioni di crescita, arricchimento e socializzazione. L’incontro e la formazione alla University of Oklahoma esprimono proprio questa natura di istituto al servizio dei bisogni del territorio e di chi vive il territorio».

La giornata di formazione ha rinnovato il legame di amicizia e collaborazione tra la Casa di Riposo “Fossombroni” e la University of Oklahoma, due realtà con sedi adiacenti nel centro storico aretino. L’incontro con le studentesse di infermieristica, ad esempio, era previsto con costanza fino al drastico stop imposto dall’emergenza sanitaria e dalle conseguenti limitazioni. Le visite da parte dei ragazzi statunitensi agli ospiti dell’istituto sono ora riprese con continuità per tornare a proporre occasioni di conoscenza, di incontro intergenerazionale e di scambio interculturale, andando così a vivere momenti di reciproco arricchimento. «Esporre i nostri studenti a diversi contesti sanitari e sistemi di assistenza, specialmente in un Paese diverso - spiega Emma Kientz, Professore Associato e Assistente Preside degli Affari Accademici dell’University of Oklahoma, - favorisce una maggiore consapevolezza e sensibilità alle differenze culturali e alle somiglianze nell’assistenza che forniscono ora come infermieri e studenti infermieri, ma li influenzerà anche nei loro futuri ruoli di leader infermieristici man mano che avanzeranno nelle loro pratiche».

Redazione
© Riproduzione riservata
02/06/2023 13:10:24


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Vinti 117mila euro al Superenalotto in una ricevitoria di Gubbio >>>

Sicurezza ad Arezzo, Ghinelli: "A breve saranno attivate altre 93 telecamere" >>>

Montedoglio, scatta la stagione irrigua e saracinesche aperte per tutta l'estate >>>

Varato il nuovo impalcato del cavalcavia in E45 a Promano: la riapertura a luglio >>>

Gregorio Boriosi di Città di Castello inserito fra le 7 migliori carbonare al mondo >>>

E’ vivo l’ideale di libertà per il quale si è battuto Venanzio Gabriotti >>>

Lavori alle scale mobili di Arezzo >>>

Educazione stradale: la polizia locale di Città di Castello sale in cattedra >>>

Penna, taccuino e candeline: festa a sorpresa per i 70 anni del collega Paolo Puletti >>>

Anghiari, residenza assistita La Ripa: in cerca di una soluzione per cinque ospiti >>>