Viaggi e Vacanze Italia

Parco di Tuvixeddu, nuovi percorsi per ammirare la più grande necropoli punica del Mediterraneo

Il Comune punta a riaprire al pubblico anche il "canyon"

Print Friendly and PDF

La superficie del Parco comunale di Tuvixeddu si arricchisce di nuove aree: per la prima volta sarà nella disponibilità della cittadinanza il percorso superiore che, partendo dal piccolo teatro verde, si inerpica sino al belvedere in cima al colle.

Un percorso suggestivo che, oltre a consentire l'accesso a nuovi spazi verdi, permetterà di ammirare il panorama della laguna di Santa Gilla, sino ad arrivare ai monti di Capoterra: il nuovo percorso sarà accessibile dall'orario di apertura sino alle 15 in periodo invernale e sino alle 17 d'estate.

Il percorso inferiore

Verrà aperto anche il percorso inferiore che collega l'ingresso alla nuova area scavi, che recentemente ha consentito l'accrescimento del patrimonio di tombe fenicio-puniche osservabili nella necropoli.

Un’area più grande e fruibile

"Con la conclusione di questa parte di lavori al Parco di Tuvixeddu - commenta il sindaco Paolo Truzzu - la nostra area verde più importante sotto il profilo storico e archeologico, che ospita al suo interno la più importante necropoli fenicio-punica del Mediterraneo, diventa più grande e più fruibile per la cittadinanza, grazie all'accesso in orario diurno allo splendido belvedere in cima al colle. Questa è una prima parte dell'intervento, che nei prossimi anni vedrà il recupero di ulteriori aree a disposizione di tutti. Ringrazio a nome dell'Amministrazione gli Uffici per il lavoro svolto in un'area così importante e delicata della nostra città".

Un luogo speciale nel cuore della città

"Il Parco di Tuvixeddu - aggiunge il vice sindaco e assessore del Verde pubblico Giorgio Angius - rappresenta un luogo speciale, nel cuore pulsante di Cagliari, in cui vestigia del passato della nostra città si mescolano con il verde. Nei decenni e nei secoli passati l'area del Parco ha vissuto notevoli traversie, che hanno visto utilizzi di varia natura: da abitazioni di fortuna a rifugio bellico, passando per sito estrattivo, con un'incessante attività dei cosiddetti tombaroli che ci ha privato di tanti reperti che avrebbero arricchito il nostro patrimonio storico.

Ancora più verde

In questo delicato equilibrio, da oggi, l'area di Tuvixeddu sarà ancora più verde grazie all'apertura del sentiero che porta alla sommità del colle omonimo, al belvedere panoramico e alla pineta, confinanti con la storica Villa Mulas-Mameli, di proprietà privata. Nel futuro prossimo, grazie al lavoro del Servizio Parchi, contiamo di estendere ulteriormente l'area verde fruibile in cima al colle e di riaprire l'area del cosiddetto canyon".

Notizia e Foto tratte da Tiscali
© Riproduzione riservata
02/12/2022 06:40:54


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Italia

Parco di Tuvixeddu, nuovi percorsi per ammirare la più grande necropoli punica del Mediterraneo >>>

Monastero a Cairate, in provincia di Varese, circondato da un’aurea di mistero >>>

Tropea, cosa vedere e cosa mangiare >>>

Venti chilometri di litorale tra spiagge mozzafiato: ecco il mare più invidiato al mondo >>>

I mulini italiani tra leggende e arte >>>

Nel borgo marinaro di Tellaro, su una rupe a strapiombo che guarda sul Golfo dei Poeti >>>

Fra i "Pirati del Mincio", a riscoprire le bellezze e il gusto di Governolo, gioiello del Mantovano >>>

Terme libere in Italia: la mappa dei posti più suggestivi del benessere tra la natura >>>

Ravenna tra leggende e storia, da Guidarello a Teodora >>>

Amelia, Gallese, Nepi: la Via Amerina nel cuore dell'Italia profonda >>>